12°

Parma

Telecamere su 24 nuovi autobus

Telecamere su 24 nuovi autobus
Ricevi gratis le news
8

Telecamere su ventiquattro nuovi autobus della rete urbana Tep. I mezzi in questione sono già in circolazione sulle strade e si vanno così ad aggiungere ai 44 bus già provvisti di sistemi di videosorveglianza. L’importo complessivo dell’intervento ammonta a 75 mila euro, di cui 43 mila a carico del Comune.

Tre/cinque telecamere installate su ogni bus - La rete di telecamere a bordo è stata installata in modo da poter garantire la più ampia visibilità. Le immagini vengono registrate nel rispetto delle norme sulla privacy e sono scaricabili solo dalle forze dell’ordine.
In particolare, i sistemi di videosorveglianza e videoregistrazione a bordo di ogni bus sono costituiti da: apparato di registrazione che consente la registrazione e memorizzazione delle immagini di almeno sei giorni (100 ore); 3 o 5 telecamere digitali installate a bordo a seconda della tipologia di autobus; monitor lcd da 5,7” in corrispondenza del posto guida per permettere al conducente di controllare la situazione a bordo del bus; software di gestione delle immagini in conformità con quanto previsto dalle vigenti norme sulla privacy. Il sistema video resta attivo per tutto il tempo di servizio del veicolo (fino a 16 ore al giorno), anche in condizioni di scarsa luminosità interna; la sua accensione avviene con l’avvio in servizio del veicolo e resta attivo nelle soste del mezzo al capolinea, per garantire la sorveglianza anche in questi frangenti. I mezzi su cui sono stati installati i sistemi di videosorveglianza sono impiegati sulle linee 2, 3, 5, 8, 12, 13, 14 e 23, quelle ritenute più “a rischio” sia per il numero e la tipologia di utenti (presenza di anziani), che per il loro tragitto. Tipologia dei mezzi che sono stati attrezzati: 7 autobus autoarticolati da 18 metri; 14 filobus bimodali, in uso principalmente sulla linea n. 5 ed in subordine sulle altre linee filoviarie; 3 autobus urbani a metano.
L’installazione delle telecamere comporta:
- effetti di deterrenza: diminuzione di atti vandalici e di episodi  microcriminalità come borseggi e scippi;
- miglioramento delle fasi investigative: aumento delle probabilità di individuazione delle dinamiche del crimine e dell’individuazione di colpevoli e complici da parte delle forze dell’ordine;
- effetti rassicuranti: aumento della percezione di sicurezza;
- effetti allertanti: aumento della propensione da parte dei cittadini a denunciare i reati subiti;
- controllo delle condizioni di esercizio e dello stato di affollamento dei mezzi. 
L’installazione di nuovi sistemi di videosorveglianza a bordo degli autobus fa seguito ai pattugliamenti in borghese e in divisa della Polizia Municipale, che avvengono da mesi a bordo degli stessi mezzi Tep.  
Da ricordare, inoltre che, grazie al contributo dell’Amministrazione comunale, che ha investito nel progetto oltre 50 mila euro, sono stati provvisti di telecamere anche i taxi. Il fine, in entrambi i casi, è quello di garantire la sicurezza dei cittadini anche sui mezzi di trasporto.
 
“Si tratta di un progetto per garantire maggiore sicurezza ai cittadini – ha spiegato Fabio Fecci, assessore alla Sicurezza – L’installazione delle telecamere sugli autobus fa seguito a quello per l’installazione delle telecamere sui taxi. Come amministrazione abbiamo compartecipato con Tep alla spesa complessiva del progetto, perché crediamo che possa essere un buon deterrente a fenomeni come scippi e borseggi”.  “L’impegno di Tep non si ferma all’installazione di queste telecamere – ha sottolineato Antonio Tirelli, presidente di Tep - Il nostro fine è quello di offrire il miglior servizio possibile ai nostri utenti, anche migliorando la sicurezza dei passeggeri”.  “Sono convinto che l’installazione di queste telecamere – ha affermato Davide Mora, assessore alla Mobilità e Ambiente – vada nella direzione di aumentare la qualità di un servizio importante come quello del trasporto pubblico, che lasciamo in buona salute”.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • eleonora

    19 Ottobre @ 22.06

    volevo altresi far presente che il biglietto qualsiasi volta si sale su una vettura anche se appena validato deve essere passato nelle obbliteratrici le quali oltre a registrare la presenza a bordo diranno se il biglietto e' ancora valido o meno....questa procedura pero' non e' mai stata assimilata dall'utenza in primis di parma, immaginiamoci chi ha anche poca dimestichezza con la nostra lingua ...e questo a detta della stessa tep doveva avere una funzione deterrente per i furbetti di turno come se chi e' presente su di un autobus si debba preoccupare di controllare se il vicino di viaggio ha effettuato la timbratura o il passaggio del biglietto appena salito ....no comment.....

    Rispondi

  • eleonora

    19 Ottobre @ 21.56

    buonasera,vedo che tutti parlano di persone che non timbrano, dei soliti problemi che esistono da sempre per la mancanza e superficialita' dei controlli, ma vi siete mai guardati intorno veramente se queste telecamere fanno veramente il loro lavoro? provate a controllare i mezzi che gia ne sono stati dotati se ne funzionano ancora 4 o 5 in tutto per essere ottimisti e' tanto ,provate a vedere quanti autobus adibiti al servizio semi e notturno(dove i rischi aumentano notevolmente visto la bella gente che gira di notte per le strade) sono equipaggiati con queste telecamere e se si provate ad accertarvi quante ne funzionano veramente.... controllate di persona e rimarrete a bocca aperta....purtroppo per non dire neanche uno diro' che forse una vettura sulla decina circolanti ne sara' provvista sempre da appurarne poi l'effettivo funzionamento...e si puo' pensare al giorno d'oggi che qualcuno si possa spaventare davanti ad una fantomatica telecamera? non e' questo il sistema sicuramente perche' se la cosa funzionasse avremmo una citta' gioiello banche inespugnabili...serenita' e tranquillita' regnerebbero sovrane...ma non e' cosi chi vuol colpire colpisce telecamere o no.....purtroppo visto lo stato di degrado degli autobus sarebbe meglio che le proprie risorse tep e comune le usassero in modo piu' redditizio invece che continuare a sperperare dando sempre e solo l'impressione di voler riempire le tasche di qualcuno......si vede che le esperiene appena passate non hanno insegnato nulla.

    Rispondi

  • parmense doc

    17 Ottobre @ 21.51

    a smentire i buonisti stamattina ero sul bus 4 m direzione san lazzaro..e quando sono salit i controllori sono scesi tutti gli africani...coincidenza? boh?

    Rispondi

  • cele

    17 Ottobre @ 18.51

    Io prendo spesso l'autobus, e non solo gli stranieri non timbrano il biglietto, ma anche degli italiani. Avranno tutti l'abbonamento? Me lo sono chiesta molte volte.

    Rispondi

  • Giuio

    17 Ottobre @ 13.43

    Bene per le telecamere in modo che siano un deterrente contro gli scippi compiuti dai soliti rom. Cominciamo a far pagare i bilglietti anche agli africani, rumeni, sudamericani ai quali non lo si può chiedere perchè altrimenti è razzismo, e che solitamente salgono e scendono dall'autobus con la massima disinvoltura senza pagare. Anche sui treni è la stessa cosa: i biglietti li chiedono agli italiani; se vedono un gruppo di extracomunitari nemmeno li guardano e se chiedono di mostarre il biglietto al massimo intimano loro di scendere e quelli se ne fregano.

    Rispondi

    • Bombarolo stanco

      17 Ottobre @ 21.43

      Grande Vitio !!

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

'A Ciambra' escluso dalla corsa agli Oscar

cinema

"A Ciambra" escluso dalla corsa agli Oscar

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Il Marconi piange Giulia

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

1commento

Dopo piena

Lentigione, gli sfollati a casa per Natale

Montagna

Corniglio, si pensa a una eventuale «class action» contro Enel

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

1commento

Colorno

Oltre un milione di danni per l'Alma

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

1commento

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

2commenti

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

carabinieri

Traffico rifiuti a Livorno, sei arresti. Intercettazioni choc: "I bambini? Che muoiano"

1commento

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS