19°

Parma

Bocchi: bisturi, penna e tastiera. In due mesi un romanzo e un disco

Bocchi: bisturi, penna e tastiera. In due mesi un romanzo e un disco
Ricevi gratis le news
0

 Roberto Longoni

Il primo contatto con l'arte fu un disastro. Tra lui e il futuro da pianista c'era di mezzo il solfeggio: un campo minato.  «Avevo sei anni: a sette piantai lì» sorride Antonio Bocchi. Una delle prime «certezze» della vita:  con il pentagramma aveva chiuso. Si prese un po' di tempo, il mancato Chopin, prima di lasciar di nuovo correre le dita. Quarant'anni appena. Una sera, a casa dell'amico Carlo Bocchialini, scoprì una vecchia tastiera impolverata e si disse che  l'esilio dalla musica suonata era durato abbastanza. «Uscii da casa di Carlo portando con me la tastiera e mi misi a pasticciare per conto mio, a sperimentare». A furia di provare e di trovare, Bocchi, con il suo gruppo Lux Anodyca, ora ha messo insieme un cd, «Soul Meshes», che la casa discografica Old Europa Cafè inizierà a distribuire tra poche settimane.
E questo dopo che il 15 settembre è uscito il suo primo romanzo, «Blues in nero» (Salani). Un disco e un libro nell'arco di due mesi per il dottor Bocchi, chirurgo plastico all'ospedale Maggiore. Una tastiera, una penna e un bisturi: è  ancora troppo poco, per sintetizzare il diario di bordo di questo eclettico 53enne parmigiano. Un «esploratore» che ama cambiare mezzo espressivo, ma muovendosi sempre nelle terre oscure. Il mistery è il suo genere letterario; il dark rock quello musicale.   «La mia passione per  il racconto di storie ha radici lontane - ricorda lui -. E all'inizio si unì a quella per il cinema. Era il 1994, quando realizzai un lungometraggio noir, “La corolla”, dal quale ho poi tratto il corto “La luce della notte”». Seguì un altro corto, «Himreba Bakai» (storia di uno spirito proveniente dall'aldilà accolto in uno strano ostello da una sorta di Caronte) con partecipazioni ai festival di Bellaria, Montecatini, Mestre, Fano. «M'accorsi però che il racconto cinematografico di storie fantasy deve fare i conti con i mezzi, spesso insufficienti». Mentre la penna non ha confini, pensò Bocchi, che dal 2000 al 2003 si diede alla sceneggiatura. «Ne scrissi quattro, tutte rimaste nel cassetto: troppo difficile il mondo del cinema».     Chiuso (almeno per ora) con la letteratura da film, il «chirurgo del mistero» si dedicò ai racconti. E infine a «Blues in nero», scritto quasi di getto. «In sette mesi, ma in parallelo a tutte le altre attività».
E quindi il lavoro in corsia e il cd da comporre. Lo spunto per questo giallo che, manco a dirlo, è molto cinematografico, con descrizioni brevi, a flash, e molti dialoghi? «L'ho preso da un fatto reale: alla sorella di mia moglie riferirono di aver visto il padre morto nel paese nel quale abita. E di avergli parlato. Di solito, i gialli ruotano attorno alle scomparse.  Be', in questo caso è l'opposto: è su una ricomparsa che si deve indagare». Altro spunto per Bocchi -  il cui obiettivo è riportare elementi di un genere, come la fantascienza e il paranormale, nell'ambito della tradizione italiana di Camilleri, Lucarelli e Scerbanenco -   è stato il Festival del blues, nella Bassa. «Questa musica, che ha la sua naturale collocazione lungo il Mississippi, qui la trova sulle rive del Po. Io non l'ascoltavo, ma me ne sono appassionato, tanto da poter dire che il blues è il palcoscenico del mio romanzo». Mentre il protagonista è il mistero, «che ha tante spiegazioni, tante verità  quanti i punti di vista». Intanto, oltre alla storia da scrivere c'era la storia da «suonare»: quella interrotta a sette anni, a furia d'incespicare nel pentagramma. Perché dopo «l'incontro» con la tastiera dell'amico, Bocchi s'è regalato un sintetizzatore, ha preso lezioni di computer musica (che non comporta esercizi di solfeggio) e  s'è fatto uno studio di registrazione in casa. Quindi, nel solco dei Kraftwerk e degli Ultravox, oltre che dei parmigiani Kirlian Camera, s'è messo a cercare musiche nuove, scrivendo anche i testi in  inglese, «la lingua più indicata, per questo rock tecnologico». Nel frattempo, oltre ai dieci brani di «Soul Meshes», ha trovato anche il nome per il gruppo nel quale la moglie Elisabetta Poli è al suo fianco (si occupa dell'elettronica, mentre Bocchi suona anche la chitarra elettrica e il theremin, il primo sintetizzatore della storia). «Ci chiamiamo Lux Anodyca, perché la nostra musica, pur essendo dark, quindi tenebrosa, tende alla luce e al calore». Poche settimane ancora, e la luce la vedrà per davvero, nei negozi. Più difficile pubblicare il libro o il disco? «Paradossalmente è stato più difficile con l'editore. Per il cd, ho avuto come mentore Angelo Bergamini, il leader dei Kirlian Camera, che m'ha presentato alla sua casa discografica». Ora, Bocchi ci ha preso gusto. Ha quasi pronto un altro disco («Ma tutto dipende da come va questo»), nel quale sarà la moglie a cantare. E, sul fronte letterario «altre cinque storie con lo stesso investigatore per protagonista».  Resta da sapere come sia venuta al musicista-scrittore l'idea di indossare il camice. «M'ero iscritto a Medicina per fare lo psichiatra. Poi, l'impostazione organicistica degli studi mi ha preso, fino a che ho scelto la chirurgia plastica, il massimo della concretezza, con ben poco di speculativo. La professione  mi soddisfa: è in sinergia con l'arte e non in antitesi. Avere passioni umanistiche è utile per il medico che si confronta con chi è in stato di sofferenza».  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

TUTTAPARMA

Le «sóri caplón'ni», angeli in corsia

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

COMUNE

Guerra: «Capitale della cultura, ecco perché possiamo farcela»

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro