11°

17°

Parma

Tagli sugli investimenti in sanità, da Parma il ministro Fazio dice no

Tagli sugli investimenti in sanità, da Parma il ministro Fazio dice no
Ricevi gratis le news
3

«Confermo la mia contrarietà all’abolizione dell’articolo 20 (gli investimenti sulle strutture sanitarie) e mi auguro che, prima o poi, il Governo nella sua collegialità possa rivedere questo aspetto. E mi auguro che quanto prima si apra un tavolo con le regioni». Lo ha detto il ministro per la Salute Ferruccio Fazio, giunto a Parma per partecipare al convegno «Percorsi di innovazione per le cure primarie».

«Speriamo che si possa recedere su questa decisione - ha continuato il ministro - come sul tema della “non autosufficienza”. Su quest’ultimo aspetto io devo manifestare la mia preoccupazione personale dopo quanto inserito nella manovra di agosto. Questo potrebbe infatti portare ad un affollamento negli ospedali di patologie di questo tipo. Non so se sia possibile trovare una soluzione, se i tecnicismi parlamentari lo consentiranno, ma mi auguro che si possano risolvere al più presto il problema».

Sul tema dei tagli all’articolo 20, giudizio nettamente negativo anche dal presidente della regione Emilia-Romagna. «Questa è una politica molto grave e sbagliata che andremo a verificare nella legge di stabilità - ha sottolineato Vasco Errani -. Il taglio dell’ex articolo 20 per gli investimenti di un miliardo, che faceva parte di un accordo firmato dal Governo nel patto per la salute (tagliato nonostante l’iniziativa del ministro Fazio nella legge di stabilità), rappresenta un colpo veramente serio al processo di riqualificazione ed ammodernamento del mondo della sanità».

«È un vero e proprio cortocircuito - ha concluso il presidente della regione Emilia-Romagna -. Se vuoi qualificare la sanità, e anche qualificare le spese, gli investimenti sono indispensabili. Gli investimenti sono un contributo alla crescita ma voi sapete che il decreto sullo sviluppo in questo paese è, per ora, un’araba fenice».

PER ERRANI C'E' IL RISCHIO DI UN DEFAULT. Intervenendo al convegno, il presidente della Regione Vasco Errani ha sottolineato: «Il taglio previsto di 7,5 miliardi nel 2013 e 2014 è oggettivamente insostenibile. Il rischio è evidente ed oggettivo: tutte le regioni, anche quelle virtuose, rischiano il default del sistema. Tutto questo viene poi, paradossalmente, in un sistema sanitario che in questi anni è l'unico comparto dell’amministrazione pubblica che ha ridotto la spesa tendenziale, come è asseverato dalla Corte dei Conti e dalla Banca d’Italia». «Bisogna invertire questa tendenza e noi continueremo a lavorare su questo - ha concluso Errani -. Perché se non si cambia rotta diventa impossibile garantire un governo di qualità della sanità pubblica».

«TICKET DA RIVEDERE».  Fazio, a margine del convegno, ha parlato anche del problema dei ticket. «Il ticket già inserito nella sanità noi lo riteniamo assolutamente iniquo perché lineare. Noi vogliamo che venga impostato su criteri di censo, cioè per fasce di reddito che tengano anche conto, nei meccanismi di esenzione, del quoziente familiare. Così facendo ovviamente non si vivrà un periodo di vacche grasse, siamo in attesa di momenti migliori, ma credo che questa possa essere una strada su cui potremo lavorare tutti insieme».
«Io vorrei ricordare - dice ancora Fazio - il grave momento di crisi che sta attraversando il Paese e l’ultima manovra di luglio è stata fatta in un momento di grandissima difficoltà - ha poi sottolineato il ministro -, Noi operatori della sanità ovviamente vorremmo che non ci fossero tagli e stiamo cercando di lavorare ad una ipotesi di manovra ridotta per quanto attiene i tagli di due miliardi aggiuntivi per il 2014. Vogliamo che ricomprendano gli 830 milioni del ticket già inserito», e che il ministro vuole riformulare in base a fasce di reddito. 

(foto d'archivio)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Daniele Tanzi

    22 Ottobre @ 14.31

    Un povero disgraziato che si ammala, in Italia, deve affrontare due tipi di tragedie. La prima, naturalmente, è umana, perchè la condizione di ammalato è penosa. La seconda è finanziaria, perchè deve sborsare un sacco di soldi di tasca propria.

    Rispondi

  • gianfranco ferrari

    22 Ottobre @ 09.37

    Allora ? sembra che i manager Prodiani non siano riusciti a mettere a posto i conti della sanità, ma solo quelli dei loro portafogli ! o no ?

    Rispondi

  • restiani.fernando

    21 Ottobre @ 20.37

    ma di che cosa ci stii,amo a preoccupare, per avere risorse certe ci sono sempre le pensioni di anzianita...e allora cosa aspettiamo a darci un.altra bella mazzata tanto poi nessuno si prenderà la briga di obbiettare....meditate iscritti meditate

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Best: tutti i compleanni

FESTE PGN

Best: tutti i compleanni Foto

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Danneggia un'auto e fugge: preso

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

LIRICA

Festival Verdi: incassi oltre il milione, stranieri 7 spettatori su 10

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

1commento

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

Rubiera

Rubava le bici agli anziani: denunciato pensionato 80enne

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va