12°

22°

Parma

Bertoli, l'uomo che raccontava le emozioni

Bertoli, l'uomo che raccontava le emozioni
Ricevi gratis le news
1

Andrea Del Bue
«Che ci faccio qui?», è scritto sulla lapide di Ubaldo Bertoli, giornalista, scrittore, pittore. Narratore di storie, qualsiasi fosse il mezzo. Avrebbe probabilmente detto le stesse parole ieri, a Palazzo Soragna, se fosse capitato alla presentazione del volume curato dai giornalisti Bruno Rossi e Davide Barilli, «Ubaldo Bertoli. Eroe romantico della ribalderia parmense».
La sala è affollata: amici di una vita, lettori, i figli Stefano e Claudia. Al tavolo prestigiosi relatori, introdotti dal direttore della Gazzetta di Parma Giuliano Molossi, ultimo direttore di «Baldo», per tutti, o «Gino», nome di battaglia per i compagni partigiani: «Son certo che se oggi fosse qui - è convinto Molossi -, Ubaldo non ci ringrazierebbe, ma ci manderebbe tutti a quel paese».
Era fatto così, non amava che si parlasse di lui. Non c’è Barilli, impegnato a L’Avana per ritirare un importante premio, ma ci sono Rossi, che ha curato una ricca biografia di Bertoli, piena di aneddoti, Bernardo Valli, grande inviato speciale, collega di Baldo, Francesco Franceschi, capo cronista di Bertoli in Gazzetta a cavallo degli anni Cinquanta, Giuseppe Marchetti, critico letterario della Gazzetta, e Gianni Cugini, coordinatore, insieme a Giorgio Orlandini, del comitato «Amici di Ubaldo Bertoli», promotore dell’iniziativa editoriale.
Cugini è la dimostrazione di come si potesse entrare nelle grazie di Bertoli - uomo che non lesinava strali e invettive al potere - con gesti semplici. È l’inizio del ’78, il giornalista è in piazza Garibaldi con un manipolo di amici, discute animatamente e punta il dito contro il municipio. Dove c’è Cugini, vicesindaco, che scende per avere una dedica dello scrittore di Solignano su «La Quarantasettesima»: il suo capolavoro. C’è diffidenza: Cugini su uno scranno dell’amministrazione, Bertoli cantastorie degli umili. Un botta e risposta e Bertoli accorda a Cugini la propria amicizia, e un autoritratto, di quelli che sfornava a centinaia per gli amici: «Ubaldo è stato un acuto osservatore di Parma - racconta l’ex vicesindaco -: sul giornale ha portato gli eroi romantici della ribalderia parmense, che senza la sua penna nessuno conoscerebbe».
Una penna felice, tra giornalismo e letteratura, in bilico tra cronaca e racconto, tra notizia e poesia. E c’è molto di questo in quella che è una sorta di antologia dei pezzi di Bertoli pubblicati dal 1947 al 1951 e dal 1992 al 2000, anno della sua scomparsa, sulla Gazzetta di Parma. Da un dettaglio usciva una storia.  Nel volume anche i ricordi di Giorgio Orlandini, direttore dell’Upi dal 1968 al 2000, e di Gianni Cugini, ex vicesindaco.
Così lo ricorda Valli, nei giorni in cui erano inviati insieme al Cairo, in Egitto: «Lui non aveva le fonti adatte per raccontare la guerra, ma poteva magistralmente raccontare le emozioni, gli stati d’animo di quella gente, della città. Non fu capito e ricevette l’insulto più grande: essere pensionato e sostituito, proprio mentre stava lavorando».
I tratti di «Baldo» erano riconoscibili: grande cappotto, sciarpa, capelli arruffati e l’immancabile sigaretta. Parlava con tutti, era un grande affabulatore e «burlone, scherzoso - ricorda ancora Valli -. Un allegro imbroglione: falsificava perfettamente dipinti di De Pisis, di Guttuso». Eppure, «scrittore tragico - lo definisce Marchetti -. Ma come tutti i grandi scrittori tragici, capovolgeva la tragedia in una risata». Franceschi ne ha ricordato i primi anni in «Gazzetta»: «Non faceva mai pesare la sua superiorità culturale, letteraria, artistica. E quando ci parlavi, i suoi discorsi erano sempre proiettati al futuro, animati da entusiasmo e passione contagiosi».
Sapeva anche essere imprevedibile, Bertoli, un «non giornalista» per troppa genialità. Così lo ricorda Rossi, che racconta un succoso aneddoto: «Nacque il 31 dicembre del 1908. Al nonno Franco, che all'epoca era segretario comunale di Solignano, sembrava però brutto scrivere “ultimo giorno dell’anno”, quindi sul registro segnò “primo giorno dell’anno 1909”». Imprevedibile fin dalla nascita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • elena rampello

    25 Ottobre @ 09.37

    Claudia Bertoli era una nostra compagna di scuola negli anni 60: abbiamo perso le sue tracce e ci piacerebbe molto contattarla, se fosse possibile per voi darci qualche indicazione o le faceste avere il nostro messaggio. Ricordiamo un indirizzo vicino alla Corale Verdi, ma non sappiamo il nome da sposata, se lo è. Grazie Elena Rampello Bertozzi (cell 3287347942) e Rosanna Fidanzia D'Antona(3487115620)

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

1commento

In attesa del Palermo scegli il Parma dei tuoi sogni

GAZZAFUN

In attesa di Parma-Entella, Lucarelli nettamente il migliore del campionato

1commento

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lealtrenotizie

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

BLOCCO DEL TRAFFICO

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

TRIBUNALE

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

IL CASO

L'ex moglie smaschera il marito dalle mille identità

SERIE B

Parma, batti un colpo

FURTO

Salso, i ladri bucano la finestra e fanno razzia

COLORNO

Ponte sul Po chiuso, tutti a piedi verso Casalmaggiore

MONCHIO

Rubata un'auto, razzia di attrezzi da lavoro e tentato furto in un bar

Cultura

Cimeli verdiani, Ministero interessato

PARMA

Smog, polveri sottili alle stelle: blocco per i diesel fino all'Euro 4 Video

Riscaldamento massimo a 19 gradi

6commenti

Anteprima Gazzetta

Caso Florentina: la procura chiede l'archiviazione per Devincenzi

Le anticipazioni sulla Gazzetta di domani dal direttore Michele Brambilla

TRUFFA

Si fingono tecnici e svuotano una cassaforte a Monticelli Video

Ancora una volta un'anziana nel mirino dei malviventi

2commenti

Appennino

Fra mucche e cavalli: i ragazzi del "Bocchialini" seguono la transumanza Foto

Discesa dal Monte Tavola a Ravarano

1commento

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

5commenti

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

9commenti

PARMA CALCIO

D’Aversa: "Con l'Entella dobbiamo portare in campo la rabbia del dopo-Pescara" Video

Intervista di Paolo Grossi

Fidenza

Addio a Gino Minardi, storico bottegaio

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La «Lunga marcia» della nuova Cina

di Domenico Cacopardo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

CARABINIERI

Insegnante scompare a Reggio: trovata a Guastalla dopo due giorni

LECCE

Bimbo di due anni muore schiacciato dal televisore

SPORT

serie b

Anticipi e posticipi : il calendario del Parma fino al 2 dicembre

F1 GP USA

Libere: domina Hamilton. Vettel (terzo) gira poco

SOCIETA'

Medicina

Boom delle malattie legate al sesso: sifilide +400%

PARMA

"Nessuno va abbandonato in mare": la testimonianza del capitano Gatti Video

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro