Parma

"Diga di Marano: sicurezza totale per la città"

"Diga di Marano: sicurezza totale per la città"
Ricevi gratis le news
0

di Chiara Pozzati

Cala il livello della Parma, si rivede qualche pallido raggio di sole e la città dimentica l’emergenza maltempo. Anche gli esperti, pur mantenendo alta l’allerta, si dicono positivi: «La diga di Marano ha dimostrato anche ultimamente la propria efficacia». Esiste il rischio che la città finisca sott'acqua? «Si tratta di esondazioni catastrofiche che in media si verificano ogni mille anni. Calendario alla mano, dunque, abbiamo ancora trecento anni di bonus». A parlare, cauto e cortese, è Fabrizio Giuffredi, responsabile Aipo per l’Emilia Romagna. Con lui Sergio Bandieri, ingegnere, socio del Lions club Parma host e direttore tecnico della Pizzarotti all'epoca in cui l'impresa ha realizzato l'opera, inaugurata nel 2005. I due hanno guidato i soci del club in visita alla diga. 
È accaduto ieri mattina ed entrambi hanno ribadito «l'importanza di quel “paracadute” artificiale che protegge città e provincia e garantisce sicurezza totale». E fa bene sentirlo dire, specialmente dopo il disastro ligure che riempie cronache e pensieri. Le zone più a rischio: «Sicuramente l’Oltretorrente e l’area di Colorno, Mezzani, Torrile, ma la presenza della diga garantisce totale sicurezza anche qui». La notte tra mercoledì e giovedì il grande bacino, capace di contenere fino a 12 milioni di metri cubi d’acqua, si è riempito fino a sfiorare i due milioni. Si parla di una piena «di una certa entità - spiega ancora Giuffredi -:  niente a che vedere con quella del 2000 che ha fatto tremare l’Oltretorrente, ma comunque da monitorare». 
Il picco massimo di portata, pari a 380 metri cubi al secondo, è stato registrato mercoledì attorno a mezzanotte. Ma l’apertura delle tre «bocche» ha decisamente attutito la potenza del torrente: «La portata in uscita - aggiunge il responsabile dell’Aipo - non superava i 120 metri cubi al secondo». L’obiettivo, è proprio il caso di dirlo, è calmare le acque. «Abbiamo pensato questa struttura con tutti i crismi - questa volta a parlare è Bandieri -: dal profilo curvilineo della sommità della diga, ai due prolungamenti obliqui ai lati (i cosiddetti “becchi d’anatra”) che fanno sì che l’acqua si riversi gradualmente nell’alveo». 
Il gruppo si addentra per i cunicoli proprio sopra le tre bocche, prima di concedersi una passeggiata vista Parma. Le acque del torrente scorrono tranquille ma le tracce della piena sono ancora ben visibili: accanto alla diga spicca una distesa di tronchi d’albero che sono stati trascinati a valle da Corniglio. L’ipotesi di un bacino permanente è ancora irrealizzabile: «Ci stiamo lavorando - conclude Giuffredi - ma dobbiamo combattere contro l’inquinamento delle acque». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene record, perché e come è succeso

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è succeso

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perchè Parma non capì il suo talento?

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS