Parma

Carcere, la Cisl chiede aiuto alla Caritas: "Mancano i soldi per il sapone e la carta igienica"

Carcere, la Cisl chiede aiuto alla Caritas: "Mancano i soldi per il sapone e la carta igienica"
Ricevi gratis le news
20

Il carcere e il suo personale vivono una situazione di cronica difficoltà: la Cisl chiede aiuto alla Caritas. In carcere mancano le risorse per l'attività ordinaria, persino per comprare la carta igienica, il sapone e i detersivi per lavare i pavimenti. Il tutto in un contesto già gravato dal problema del sovraffollamento. La lettera della Fns-Cisl è stata inviata ai media.

«La scrivente O.S. (organizzazione sindacale, ndr) è con la presente a chiedere a codesta spettabile organizzazione pastorale di voler trovare il modo nell’ambito delle proprie prerogative umanitarie e di promozione della «testimonianza della carità nella comunità ecclesiale italiana, in forme consone ai tempi e ai bisogni» di rifornire gli II. PP. di Parma di materiale igienico, che malgrado gli encomiabili sforzi del Direttore dell'Istituto, si è nell'oggettiva impossibilità di acquistare dati i costanti e massicci tagli operati sul relativo capitolo di spesa (per intenderci, lo stesso utilizzato per l'acquisto di carta, toner e cancelleria varia).
Si pensi che da circa due mesi manca il prodotto per lavare i pavimenti, la candeggina, la carta igienica e persino il sapone per le mani.
Tutto ciò avviene, è bene ricordarlo, in un contesto già di per se assai problematico a causa del sovraffollamento di cui soffrono tutti gli Istituti di Pena del territorio nazionale (in Emilia Romagna circa 4.400 detenuti a fronte di una capienza regolamentare di 2.394 detenuti), nei quali, leggendo lo studio elaborato dall'Eurispes, su dati del Ministero della Giustizia, sono diffuse diverse malattie fonte di rischio per il personale operante e per la popolazione detenuta (es. tossicodipendenza 21%, malattie epatobiliari 10,9%, malattie infettive 6,6%, malattie respiratorie 5,5%).
Si ricorderà, per di più, che proprio presso gli II.PP. di Parma, all'inizio dell'anno in corso, un agente di polizia ha contratto la TBC. Si pensi che, a conferma di quanto la tubercolosi in carcere rappresenti una rischio concreto per lavoratori e detenuti, recenti studi, affermano che una persona in carcere rischia di ammalarsi di TBC 23 volte di più di un qualunque cittadino libero e ha un rischio 26 volte maggiore di avere la Tbc latente (la forma asintomatica in cui il batterio che causa la malattia non si manifesta se non dopo molti anni). Si arriva alla preoccupante asserzione che un caso su 11 di tubercolosi diagnosticato nella popolazione generale è attribuibile a un qualche contatto intervenuto con la popolazione carceraria.
Capirete bene come l'attuale drammatica situazione igienica all'interno degli II.PP. di Parma non sia più tollerabile e come la politica dei tagli lineari operata dall'attuale Governo stia rischiando di provocare danni irreparabili per la salute e la sicurezza dell'intera comunità.
Nella certezza che, data la gravità di quanto segnalato, riusciate a trovare il modo per soddisfare la richiesta formulata in premessa, si porgono Cordiali saluti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Bianconero

    05 Novembre @ 21.40

    Pagliaccio!Comprala tu la carta igienica ai carcerati con il rimborso spese che ti danno.Fiero servitore dello Stato?ahahahahahahahahaha.........

    Rispondi

  • Gianluca Giliberti

    05 Novembre @ 15.20

    ringrazio tutti quelli che hanno lasciato il loro commento sulla nota sindacale da me inviata alla CARITAS. volevo, però, fare alcune piccole precisazioni: 1) prima di essere un sindacalista, io sono un poliziotto penitenziario, fiero servitore dello stato; 2) dal sindacato ricevo qualche rimborso spesa per i viaggi che faccio in regione e per poco altro, ma vi assicuro che il più delle volte ci rimetto; 3) nella mia nota, anche se il problema riguarda tutti i frequentatori più o meno assidui, del carcere di parma, parlavo solo di poliziotti penitenziari, essendo la categoria di lavoratori che rappresento in qualità di segretario regionale; 4) non credo qualcuno possa considerare tollerabile il rischio che noi uomini in divisa corriamo nel rapportarci ad un'utenza così particolare e variegata, tra l'altro nelle condizioni d'igiene che raccontavo, a causa dei tagli operati dal governo. per finire, vi assicuro che non ho alcuna simpatia per il signore che ci governa ne per tutta la gente che gli gira intorno. un saluto da gianluca giliberti.

    Rispondi

  • loredana

    04 Novembre @ 20.51

    the clansman scusa ma le persone come te hanno rovinato il nostro paese...per fortuna che esistono i sindacalisti soprattutto quelli che sono costretti molte volte a togliere del tempo alla famiglia per portare avanti delle lotte affinchè non ci tolgano quel minimo di diritti che ancora abbiamo.sei veramente convinto che prendano dei rimborsi eccessivi?! ? ma hai mai conosciuto un vero sindacalista (serio)?!

    Rispondi

  • lu

    04 Novembre @ 20.06

    Purtroppo nn è una bella situazione, e non capsico Pannella k difende i detenuti! Quelli veramnte da difendere e tutelare maggiormente sono gli agenti e tt le persone k ci lavorano...k sn a contatto giorno dp giorno cn qst persone...si è sempre saputo k le malattie infettive in certi posti vengono trasmesse + facilmente..e allora io dico c'era bisogno un agente, k svolgeva il suo lavoro si beccasse la TBC prima di iniziare a far ei vaccini?? Sn cose k andrebbero fatte appena uno prende servizio nn qnd succede il peggio! Per risp a pat la tossicodipendenza nn è una "malattia infettiva" ma sono sl coloro k fanno uso di certe sostanze...e la droga chiaramnte la dentro nn ci arriva...vengono fatti molti controli...anche vero k qualcosa può scappare ma è una cs k succede in tt i carceri della nazione e forse anche nel mondo! Sia chiaro i difendo chi ci lavora, x motivi personali, nn è un lavoro da tt ci vuole gran coraggio, ammiro le persone k ci lavorano ma allo stesso tempo penso anche alle familglie k ogni giorno vivono cn ansia pensando hai loro cari in qst situazioni.

    Rispondi

  • cancer

    04 Novembre @ 14.38

    IO resto veramente di stucco quando si scrivono cerete cose oggi come oggi ci sono milioni di persone in ITALIA che non hanno di che sfamarsi e non hanno fatto niente di male a nessuno e la cisl pensa alla carta igenica dei detenuti che sono un costo se pensate che un detenuto costa circa 600 euro al giorno ma il vero problema sono queste persone che non realizzano che fuori ce il mondo e che prima bisogna aiutare chi veramente deve essere aiutato GLI ALLUVIONATI sono un esempio

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

9commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Scomparso a 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

Gara

La grande sfida degli anolini

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

calcio

Il Parma s'accontenta

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

4commenti

viabilità

Incidente in via Mantova sul cavalcavia: disagi al traffico Gallery

incidente

Frontale in via Montanara: due feriti

PARMA-cesena

D'Aversa: "Soddisfatto dell'interpretazione della gara. Peccato non aver fatto gol" Video

CORCAGNANO

Folla al funerale di Giulia: applausi e striscione all'uscita del feretro dalla chiesa

GAZZAFUN

Parma - Cesena 0 - 0: fate le vostre pagelle

LENTIGIONE

Tentano di forzare posto di blocco: denunciati un giovane di Sissa Trecasali e un africano

Il giovane parmense guidava in stato d'ebbrezza e ha cercato di evitare i controlli della Municipale

2commenti

VOLANTI

Picchia l'addetto del Coin e fa fuggire il complice con la refurtiva: arrestato 31enne

Si tratta di un senegalese richiedente asilo. Denunciati anche due giovani del Ghana: avevano 600 euro di vestiti non pagati negli zaini

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

FABBRICO

Omicidio nel Reggiano, un arresto: 20enne ucciso per un pettegolezzo

SPORT

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

1commento

SOCIETA'

fuori programma

Birre e suggestioni dal coro Maddalene di Revò al Mastiff Video

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande