10°

22°

Parma

Il Festival Verdi all'ultima chiamata

Il Festival Verdi all'ultima chiamata
Ricevi gratis le news
0

Andrea Gavazzoli

Questa breve cronistoria è il racconto di un sogno rimasto in parte e ancora in stato embrionale rispetto a quanto annunciato alla sua nascita. Un' opera maestosa nelle attese che, pur con alcuni sussulti di rilievo,  ha messo a nudo negli anni anche le sue fragilità.
Era il 27 gennaio del 2001 quando debuttò il Festival Verdi , preceduto dall'attesa che accompagna i grandi avvenimenti storici e con il valore aggiunto di  interventi significativi come quello dell'allora capo dello Stato Carlo Azeglio Ciampi.
Sembrava proprio che la lirica a Parma tornasse a fare sul serio, che attorno al nome del grande maestro di Roncole partisse il vero riscatto del Teatro Regio che, dopo i fasti degli anni ' 60, era stato relegato a teatro di nicchia,  autoreferenziale e con il mito ascritto al terribile, ma competente loggione.
E che il Festival potesse iniziare davvero sotto la buona stella lo si poteva comprendere dallo stesso suo bilancio di 120 miliardi (90 per i contenitori - 30 per i contenuti) per garantire i quali si erano mossi, oltre chiaramente al Comune cittadino, Stato, Regione, banche e le grandi industrie del nostro territorio.
Un evento che poteva contare su una città pronta a concedersi nuovamente alla grande musica grazie anche a nuove strutture, quali il nuovo Auditorium Paganini di Renzo Piano e il museo multimediale del melodramma nello storico Palazzo Cusani trasformato in Casa della Musica.
Il Festival Verdi, insomma, visto e studiato anche come una opportunità per creare un grande «business culturale», capace di integrare dal punto di vista musicale l'ambizione europeista della città.
Una sensazione che sembrava essere già realtà quando poche settimane dopo l'inaugurazione, l'11 marzo, proprio nel segno del Verdi Festival Parma era stata capace di diventare per una sera la vera capitale mondiale della lirica con un fantastico gala che aveva visto tutte unite insieme stelle di prima grandezza quali Placido Domingo, José Carreras, Barbara Frittoli, Ruggero Raimondi, Leo Nucci, Mariella Devia, Daniela Dessì. Non bastasse sul grande palco anche Zubin Mehta a dirigere l'Orchestra del Maggio Fiorentino. A riprendere l'evento, 80 televisioni da tutto il mondo.
Il possibile modello di riferimento erano Mozart e Salisburgo e quella prima, grande stagione, aveva forse illuso che la strada per arrivare all'obiettivo potesse essere percorsa in tempi relativamente brevi, anche se con mezzi un po' diversi da quella che era una celebrazione aiutata e non poco da fondi governativi.
Dieci anni dopo Parma si trova davanti un panorama in chiaroscuro che ci regala, parzialmente, la sensazione di un'incompiuta.
Qualche grande nome gravita ancora (Leo Nucci e Daniela Dessì su tutti per citarne alcuni) per continuare a far sognare (o forse illudere) gli appassionati in un Teatro Regio che cerca di guardare alla grande nobiltà del palcoscenico internazionale, ma che, nel quotidiano, resta  ancorato alla morsa dei conti e delle conseguenti polemiche, che oggi rischiano di  far parlare del nostro teatro ancor più della proposta musicale.
Un cartellone che tuttavia rimane di buon livello e che potrebbe essere ancora superiore, ma che nel suo complesso non riesce a far decollare definitivamente il progetto di prospettiva con un respiro più ampio.
Quel progetto che doveva vedere il Festival al centro del sistema Parma, capace di mettere assieme istituzioni e mondo economico per far partire un treno capace di raggiungere tutte le stazioni europee e non solo.
Oggi su quel treno è ancora possibile salire, ma c'è la volontà di metterlo in moto? E da parte di tutti in un momento cosi' difficile per la città?
Sarà questo il tema della puntata di questa sera di Agorà, in onda a Tv Parma alle 21. A parlarne in studio il maestro Mauro Meli, sovrintendente del Teatro Regio, la soprano Paola Sanguinetti, in collegamento da Londra Michele Pertusi, critici musicali e appassionati oltre che rappresentanti dei lavoratori. Numerosi i contributi filmati realizzati da Francesca Lombardi in collaborazione con il sito Gazzettadiparma.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

55 offerte di lavoro

LAVORO

55 nuove offerte

Lealtrenotizie

Via libera della Giunta al progetto esecutivo di valorizzazione e recupero del limite Nord-Est del Parco Ducale. Sarà demolito il muro su viale Piacenza. Stanziati 1.281.000 euro

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

2commenti

Regione

Bagarre sulla chiusura dei punti nascita

1commento

Anteprima Gazzetta

Intervista all'avvocato parmigiano che sparò ai ladri

carabinieri

Colpo in villa sventato a Langhirano grazie ad un vicino: ladri in fuga

SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato, i tifosi: "Tattica da rivedere"

Nel mirino soprattutto lo staff tecnico (da rivedere per il 66% dei tifosi che hanno risposto al sondaggio)

trasporto pubblico

Il Tar annulla gara vinta da Busitalia. Rizzi: "Ricorso, investimenti bloccati" Video

ricoverato al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

6commenti

SALUTE

Dire addio ai malanni di stagione seguendo semplici suggerimenti

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

1commento

tg parma

Cassa di espansione sul Baganza: il progetto Video

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

10commenti

inquinamento

Bollino rosso al nord, 24 città "fuorilegge" per smog. Anche Parma

Legambiente, Torino maglia nera. E a Milano prime misure traffico

4commenti

Monticelli

Obbligo di firma, ma scappa con scooter rubato

1commento

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: è Willy l'ottavo finalista

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

LAMPEDUSA

Donna denuncia: tentata violenza da parte di 5 migranti

2commenti

giallo

Ritrovata Dafne Di Scipio, la ventenne scomparsa a Varese

SPORT

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

Calcio

Spareggi Mondiali: Italia con la Svezia

SOCIETA'

USA

California, cane-eroe resta col gregge, lo salva dal fuoco

1commento

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»