-2°

Parma

November Porc compie 10 anni

Ricevi gratis le news
7

Compie dieci anni "November Porc", la staffetta più golosa d'Italia che si snoderà per un mese nel Parmense, tra Sissa, Polesine, Zibello e Roccabianca. Un traguardo importante che sarà festeggiato con tanti appuntamenti al'insegna dell'enogastronomia ma non solo: per quattro weekend  si potranno così assaggiare i salumi tipici della Bassa, riscoprire i sapori di un tempo ma anche approfittare di tante proposte adatte a tutti i gusti e le età, dai mercati ai concerti, dalle preparazioni di specialità alle mostre, all'animazione per i più piccoli.
“November Porc” è organizzato dalla Strada del Culatello di Zibello, con il contributo della Regione Emilia Romagna e la collaborazione di Provincia, Apt Servizi, Comuni di Sissa, Polesine, Zibello e Roccabianca, Camera di Commercio di Parma e Banca Monte Parma.
“L’intuizione che abbiamo avuto anni fa si è dimostrata positiva, come conferma anche l’alto numero di visitatori che November porc richiama ogni anno. Un’iniziativa che è riuscita a valorizzare la Bassa partendo dalle sue produzioni - ha detto il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli, presentando la manifestazione questa mattina al Parma Point -. Proprio dalle sue tipicità siamo infatti riusciti a costruire un modello di sviluppo, un modello che ha portato ad esempio a nuove attività di ristorazione e ricettività”.
“Ormai possiamo dire che il November porc è una scommessa vinta, in grado di suscitare sempre grande interesse – ha affermato Manuela Amadei, vicepresidente della Strada del Culatello di Zibello e sindaco di Zibello -. Anche per questa decima edizione sono tanti gli eventi in programma con una novità: da quest’anno la kermesse avrà anche una sua mascotte, il cui nome sarà scelto dai bambini delle scuole primarie dei quattro comuni coinvolti”.
Si parte il prossimo week end, sabato 5 e domenica 6, a Sissa con “I sapori del maiale”, poi il 12 e 13 ci si sposta a Polesine con “Ti cuociamo Preti e Vescovi”, il 19 e il 20 si fa tappa a Zibello con “Piaceri e delizie alla corte di re Culatello” e si finisce a Roccabianca, il 26 e 27 novembre, con “Armonia di spezie e infusi”. Il programma è stato illustrato nel dettaglio questa mattina dal sindaco di Sissa Grazia Cavanna, dal sindaco di Polesine Parmense Andrea Censi e dall’assessore alle Attività produttive di Roccabianca Bruno Pezzini.
“November porc è una grande opportunità per Sissa, una festa in grado di coinvolgere tutto il paese – ha sottolineato Grazia Cavanna -. Alle due giornate tradizionali, abbiamo deciso di aggiungere anche il venerdì sera con uno spettacolo, l’assaggio dei mariolini e un amarcord di November porc. Da non perdere sabato anche il Palio della Spalla Cruda di Palasone”. 
“Grazie a questa iniziativa, territori come nostri che erano marginali oggi sono in grado di richiamare un vasto pubblico e di creare un importante indotto”, ha affermato il sindaco di Polesine Andrea Censi, che ha sottolineato come November Porc possa rappresentare anche un’opportunità per i giovani del territorio.
“La nostra è l’ultima tappa e abbiamo l’impegno più gravoso: quello di preparare una Cicciolata di 4 quintali - ha aggiunto l’assessore di Roccabianca Bruno Pezzini -. Una lavorazione complicata resa possibile grazie all’aiuto di tante persone, volontari e norcini che si mettono a disposizione già diversi giorni prima della manifestazione”.
L’offerta per i visitatori nei quattro comuni partirà dal sabato pomeriggio con i mercati: Sissa proporrà prodotti biologici naturali con “Antichi sapori e tradizioni”, Polesine (dove la festa sarà sugli argini del Po) si orienterà sul pesce e sui prodotti del Grande fiume; a Zibello sarà protagonista la migliore salumeria italiana; mentre Roccabianca punterà al fascino di infusi, spezie e distillati. Non mancheranno ovviamente le produzioni della Bassa, come lo Strolghino, la Spalla Cotta, la Spalla Cruda, il Parmigiano Reggiano, il Prete, il vino Fortana Igp, oltre a tipicità e di altre parti d’Italia. Dalle 18 si apriranno gli stand gastronomici e dalle 21 feste per i più giovani con le dirette radio, band e stuzzichini, con l’ormai famoso takeaway “McPorc”. Inoltre, nei quattro sabati si terranno altrettante iniziative di EmiliAmbiente “Bolle giganti, pesci-palloncino e altre meraviglie”: giochi e attività per bambini a tema acquatico, dalle 15.30 alle 18.30, a partecipazione libera e gratuita.
Anche la domenica sarà ricca di appuntamenti. I mercati saranno allestiti dalle 9 alle 20. Alle 12 inizieranno i pranzi negli stand gastronomici, mentre intorno alle 15.30 si potranno assaggiare gratuitamente i maxi salumi preparati dai norcini locali. Ad arricchire le giornate, intrattenimenti per tutti con gruppi musicali e folkloristici, spazi e animazione per i più piccoli e divertimento per gli adulti, senza trascurare il classico “tiro al salame”.
Inoltre, per tutto il mese di novembre i ristoranti della Strada del Culatello proporranno menù con specialità locali di maiale a prezzi concordati.
Alla conferenza stampa di questa mattina al Parma Point era presente anche Giuseppe Caltabiano, responsabile Servizio Enti di Banca Monte Parma.
November porc è inserito nel cartellone Wine Food Festival della Regione Emilia Romagna.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • stefano

    04 Novembre @ 10.22

    Mi dispiace che l'articolo sia scivolato così infondo e chiedo alla redazione di tenerlo su almeno tutto il pomeriggio per aprire un piccolo dibattito. Io non ho parlato di cattive condizioni igeniche dei macelli. Ho solo detto che non vengono fatte, ad esempio,per le scuole delle visite ai mattatoi, ai macelli. E neanche a Sissa, ricordo al signor "wilcrudo", non c'è la possiblità per la gente di vedere l'uccisione del maiale. E' proprio questo che intendo, l'uccisione del maiale. Facciamo vedere ai bambini, ma anche agli adulti l'uccisione del maiale. La lavorazione e la cantina con i salumi appesi sono la fase finale del prodotto. Ma prima c'è questa fase che viene tenuta nascosta a tutti come l'AREA51. Io frequentavo una scuola in campagna alla elementari e nel lontano 1989, in quarta elementare, ci portarono da un allevatore. Abbiamo visto tutti l'uccisione del maiale, la sua sofferenza: ebbene, sette bambini su nove (oggi adulti) non mangiano carne. Se facciamo vedere ai bambini delle scuole elementari la realtà, quella vera e cruda e li rendiamo consapevoli. Io lo so cosa significa ammazzare il maiale (anche mio padre in autunno ne uccide uno ogni anno), ma quasi tutti voi non lo sapete e non l'avete mai visto. Per cui rendiamo obbligatoria la visita ai mattatoi per i bambini delle scuole elementari di Parma affinchè possano prendere scelte consapevoli e responsabili.

    Rispondi

  • michele

    04 Novembre @ 08.24

    harris, il maiale è la nostra terra, il maiale è il simbolo della bassa da sempre! i nostri nonni li uccidevano a mano i maiali, ora nei macelli soffrono meno spero... w la bassa e w il november porc...a chi non piace puo' mangiarsi una bella insalata ca mè son mia invidiùs

    Rispondi

  • CondottieroCrociato

    04 Novembre @ 08.08

    Meteo permettendo, io sarò presente alla seconda tappa in quel di Polesine Parmense perché la ritengo la + affascinante in assoluto. Lunga vita al November Porc.

    Rispondi

  • Geronimo

    04 Novembre @ 07.55

    Harris, andando con la scuola a fare un giro nelle aziende alimentari del parmense i prosciuttifici e le aziende di lavorazione carni in genere oltre a quelle tipo Barilla o Parmalat, per quello che ho visto sono i più puliti e igienici, probabilmente ci sono altri tipi di industrie alimentari ad essere poco igienici oltre a vari negozi di alimentari ma questo è un altro discorso e non riguarda i prosciuttifici. Ben vengano comunque iniziative come queste perchè, diciamolo, i prodotti di eccellenza di Parma non sono latte o pasta o merendine che puoi fare ovunque (e infatti per questi non c’è una provenienza esclusivamente territoriale delle materie prime) ma tutto ciò che ruota al maiale, dal prosciutto al salame al culatello fino alla spalla cotta, cose uniche che non vuol dire siano più buone rispetto ad altri salumi ma prodotti unici prodotti con una determinata procedura di lavorazione e stagionatura nella provincia di Parma.

    Rispondi

  • wilcrudo

    03 Novembre @ 19.19

    probabilmente HARRIS81 non sei mai venuto a Sissa, il paese che ha dato il via a questa magnifica iniziativa, sotto la tensostruttura della montagnola vedi i norcini al lavoro per selezionare prima ed insaccare in seguito tutte le delizie che il "PORCO" ci consegna. le carni utilizzate nell'evento, vengono macellate la settimana precedente perchè devono riposare al fresco almeno sette giorni quindi se vuoi assistere alla macellazione vera e propria basta chiederlo e la porta si apre x tutti...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Gara

La grande sfida degli anolini

1commento

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

2commenti

calcio

Il Parma s'accontenta

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III ha lasciato l'Egitto. Direzione Piemonte Foto

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

SPORT

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande