10°

22°

Parma

Alfabeto pre-elettorale - Candidati e candidabili

Alfabeto pre-elettorale - Candidati e candidabili
Ricevi gratis le news
14

ALFABETO PRE-ELETTORALE

Candidati, candidabili  e dubbi dall'A alla Z

Gabriele Balestrazzi

A.A.A.....Candidati cercansi: da qui alla primavera 2012  ascolteremo e leggeremo tantissimi nomi. Ma molte sono già ora le voci e molti i possibili (o aspiranti) candidati: proviamo a fare il punto della situazione, mettendo  ordine nelle indiscrezioni delle ultime settimane, dall'A alla Z. In attesa delle prossime puntate e degli aggiornamenti.

A   come Alternativa -  E' il nome del “Laboratorio politico permanente” che ha raccolto, nella serata della Corale Verdi, l'eredità degli Indignados scesi oltre 10 volte in strada nella caldissima estate che ha preceduto le dimissioni della giunta Vignali. Nel coordinamento La Piazza, che mette insieme anche alcuni comitati cittadini, certamente non mancano anche giovani potenziali leader. Ma il problema, come sempre in questi casi, sarà il passaggio dalla contestazione dei Portici del Grano alla fase propositiva e alla competizione politica.

B -  Bernazzoli. Il nome più gettonato,  nei pronostici sul centrosinistra, rimane lui, anche se la riluttanza del presidente della Provincia non sembra solo di facciata. E' certamente il nome più autorevole del Pd parmigiano, ma come qualunque candidato dovrebbe al momento cimentarsi con l'accidentato sentiero delle primarie.

C – Cancellieri . Il commissario, così come lo ricordavamo nel 1994, si è messo subito al lavoro in Municipio, senza troppa visibilità. Ora sta soprattutto verificando conti e prospettive: il suo lavoro potrebbe indirettamente fare luce sulla situazione economica su cui tanto si erano scontrate maggioranza e opposizione. Senza contare che, a Bologna, alla fine il centrodestra aveva accarezzato il sogno di farne il proprio candidato.

D – Day after – Quanto peserà, nelle scelte degli elettori, la brusca conclusione della legislatura Vignalil? Per una volta, si può dire che il modello del centrodestra sarà...il Pd. Quello di Bologna, intendiamo: capace di rivincere alle ultime Comunali (con Merola) nonostante il peso della vicenda Delbono.

E  - Elettori – L'11 giugno 2007, ad eleggere Pietro Vignali furono 54mila parmigiani, contro i 41mila che votarono per Alfredo Peri. Ma a metà strada fra loro, vi furono altri 46mila parmigiani che disertarono le urne. Riconquistare alla politica e al voto quell'esercito di astensionisti sarà tanto difficile quanto determinante, per tracciare il solco finale tra vincitori e vinti.

F – Frateschi – L'ex direttore generale, oltre a cercare di far valere in sede giudiziaria le proprie ragioni dopo il siluramento in Municipio, ha anche offerto una pubblica ricostruzione della vicenda Lavagetto-maxibollette. Che  effetti avrano le sue rivelazioni ?

G -  Ghiretti/Grillini – Politicamente agli antipodi, li mettiamo insieme perchè potrebbero essere  due importantissime variabili. Roberto Ghiretti si è fatto apprezzare nei mesi da assessore allo sport, si è detto pronto a nuove esperienze politiche, ed è visto da molti come il possibile volto del nuovo civismo. - Quanto al Movimento Cinquestelle di Beppe Grillo, è certo che i "grillini" non faranno accordi con nessuno. Il loro risultato sarà ovviamente molto legato al nome del candidato, ma anche al fascino (crescente?) del loro leader in un'Italia sempre più “antipolitica”.

H  - “Help” secondo turno – In un panorama molto frastagliato, difficilmente si potrà arrivare ad una vittoria al primo turno (impresa fin qui riuscita solo all'Ubaldi del 2002). E allora sarà determinante il grido d'aiuto per aggregare i candidati esclusi dal ballottaggio, o quanto meno per conquistarne una fetta di elettorato.

I – Inceneritore – Quanto peserà il dibattito sulla realizzazione del termovalorizzatore/inceneritore ? La prima candidatura ufficiale alle primarie del centrosinistra (Rossi) è partita, non certo  a caso, da un no all'impianto. E senz'altro c'è chi pensa (o chi teme) che l'inceneritore possa rendere terreno minato soprattutto il territorio del centrosinistra, che si è dovuto occupare del tema già nella prima "bozza di programma" in vista delle primarie.

L – Laguardia – Che sia vera o no la voce che vorrebbe anche il procuratore tentato in futuro dall'avventura politica (nazionale), a livello di Comune è ovvio che gli sviluppi delle inchieste in corso potrebbero fornire nuovi scossoni al mondo politico. I tempi della giustizia, in tutto il Paese, sono come li conosciamo: l'auspicio è che la situazione si chiarisca prima di sovrapporsi con la vera e propria campagna elettorale

M - Maxibollette – Dunque tanto maxi non erano, ma l'ombra della condanna rimane a gravare su uno dei politici di maggior seguito. E il ruolo di Giampaolo Lavagetto sarà quindi un'altra delle incognite da calcolare, sia per quanto riguarda le scelte in prima persona, sia per il possibile appoggio a questo o quel candidato.

N -  Nuovo - Lo fu il civismo parmigiano nel '98 (e aggiornamenti successivi). Lo fu in qualche modo, e almeno nell'elezione del 1994, la figura di Stefano Lavagetto per l'elezione del dopo Tangentopoli. Nel 2011 del crescente distacco dalla politica, quale schieramento incarnerà il "nuovo" nella scena politica parmigiana?

O – Oltretorrente . E sicurezza – Le polemiche estive su piazzale Inzani hanno già dimostrato il peso di quest'altro tema. Fra insicurezza percepita e insicurezza reale, fra vecchi problemi e nuove ricette, i messaggi quotidiani di tanti nostri lettori ci dicono che qualche problema esiste, e  quindi chi vorrà convincere gli elettori dovrà passare anche da lì.

P - Pagliari - E'stato, come capogruppo Pd, un protagonista dell'opposizione alla giunta Vignali. Ora è fra quelli che si scaldano a "bordo campo", in attesa che il Pd scelga se affidarsi al leader Bernazzoli o ad altre strategie. E in questo caso, l'avvocato Pagliari potrebbe dire la sua nella corsa delle primarie, e poi eventualmente in quella per la poltrona da primo cittadino.

Q – Quintavalla Cristina – Era in piazza 35 anni fa per far cadere con la sua lenzuolata una giunta socialcomunista, era in piazza nell'estate 2011 per far cadere la giunta Vignali. Le sue idee potranno dividere, il suo impegno e la sua passione politica meritano rispetto, e sono in fondo un esempio per tanti giovani parmigiani. Da qualunque parte politica vogliano collocarsi.

R – Rossi – Provocazione o corsa per vincere? Di certo, il "signor Rossi" Simone è un altro bastone che potrebbe infilarsi tra le ruote di un centrosinistra che sa di poter riconquistare il Comune dopo 13 anni, ma teme qualche "tafazziano" autogol.

T – Teresa  Guarnieri-  E' passato del tempo da quando la giovane Maria Teresa Guarnieri si presentava, dopo l'esperienza nel GIS San Leonardo, nella prima squadra di Civiltà parmigiana. E proprio su di lei, in queste ultime ore, si stanno concentrando veti e strategie: c'è chi la vede alla guida di una lista civica (come 4 anni fa) che possa poi aggregare elettori in libera uscita dai due schieramenti principali, e c'è chi la vede destinata ad un'alleanza di centrosinistra.(lei stessa ha parlato di contatti con il Pd).  Ma qui iniziano i "mal di pancia", dichiarati pubblicamente dall'Idv, e condivisi da parte di  Sel. E forse da alcuni nomi importanti dello stesso Pd.

U – Ubaldi – Trionfatore delle ultime tre elezioni (le prime due come candidato sindaco, la terza come leader della lista che presentava Vignali), il presidente del Consiglio comunale ha un peso, un ruolo ed un fronte politico tutti da disegnare. Sembrava esclusa una sua candidatura diretta, ma le ultime notizie lo rimetterebbero in campo:  il suo appoggio potrebbe comunque essere, per qualunque candidato, un dato non secondario.

V – Vignali – “Cosa resterà... ?”, scandiva una canzone sugli anni '80. Anche nel caso di Vignali, salito in Municipio con un importante consenso popolare, bisognerà quindi scindere il bene ed il male, nell'eredità del più giovane sindaco di Parma. Tredici anni fa lo “schiaffo” di Ubaldi punì una sinistra che i parmigiani giudicarono “immobilista”; il 2011 ha invece svelato gli eccessi e le illegalità maturati all'interno di una  certa politica fin troppo frizzante. Chi troverà la strada intermedia, fra queste due situazioni, probabilmente avrà le maggiori chances di vittoria.

Z – Zorandi – Ovvero Lega Nord. Se a Roma, secondo alcuni, il Carroccio ha un po' annacquato l'immagine “dura e pura”, a Parma il partito di Bossi non ha mai legato i propri destini a quelli della giunta Vignali. Ed ha quindi avuto buon gioco a prenderne le distanze. L'intenzione sembra quella di correre da soli al primoturno. E poi...

(Fine prima puntata - Prossimamente altri personaggi ed interpreti....)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gazzettadiparma.it

    10 Novembre @ 15.12

    @Chiara - Ho letto volentieri il tuo post, e sono d'accordisssimo con ciò che dici su impegno, partecipazione, verifica ecc. Capisco meno il p.s. : la parla "grillini" è usata nello stesso blog di Beppe Grillo, quindi non capisco che cosa ci sia di "poco professionale" nell'utilizzarla a mia volta. Capisco ancor meno (ma sicuramente sono tonto io) il fatto di non parlare di leader: io faccio cronaca, e se un movimento si riconosce anche e soprattutto intorno a un leader lo scrivo. Che quel leader mi piaccia o no. Che sia di destra o di sinistra. Spiegami meglio che cosa avrei dovuto scrivere, perchè davvero non ti ho capito. Grazie. - un P.S. anche per me. Se poi invece mi dici che occorrerebbe fare a meno dei leader, e avere come "leader" valori o ideali sono d'accordissimo con te. Ma io, ripeto, faccio cronaca: e questa è la realtà di oggi. (G.B.)

    Rispondi

  • chiara

    10 Novembre @ 13.27

    Io credo che la cosa più responsabile da fare in questo momento sia quella di INFORMARSI SERIAMENTE sulle proposte e sul modo di agire di ciascuno. Ogni cittadino dovrebbe uscire di casa e ANDARE AGLI INCONTRI che vengono organizzati da chi si propone, per vedere il diverso modo di porsi, l'aria che si respira nel tale o tal'altro gruppo, sentirne le idee valutandone la SINCERITA' e la CONCRETEZZA (un conto è dire ad esempio che si "vuole" trasparenza, un conto è dire con quale "strumento concreto" la si ottiene, e ancor più è valutare se lo strumento davvero "risolve" il problema). Altra cosa da chiedersi è: DA QUANTO TEMPO chi le esprime le sta portando avanti, e con quanto sacrificio personale. Ho sentito alcune idee in città che sembrano spuntate come funghi: sono davvero un bagaglio acquisito da chi se ne fa portavoce? O sono espresse per prendere voti? Tutte domande che un cittadino deve farsi. ps per tutti i giornalisti: se la smetteste di utilizzare la parola "grillini" o parlare di leader o crearli a vostro uso e consumo, sareste molto più professionali. A voi la scelta.

    Rispondi

  • Geronimo

    10 Novembre @ 11.57

    Matteo, tu qualcuno non avrà capito nulla ma tu anche hai capito poco perchè hai fatto un elenco di persone o enti o partiti secondo me incompleto e sbagliato e ti dirò perchè, prima di tutto i preti favorevoli all’immigrazione si contano sulle dita di una mano a parma, conosco preti che non aprono nemmeno la porta agli extracomunitari (spesso anche agli italiani bisognosi, aiutando al contrario non ne avrebbe bisogno) quindi toglierei i preti ma aggiungerei anche la destra perchè, è un dato di fatto, le principali emergenze profughi e i principali aumenti di clandestini si verificano quando al governo c’è la destra e la Lega che è la prima a predicar bene e razzolar male. Io comunque non ti chiamo razzista, anche perchè, anche se non penso sia pertinente nel commento di questo articolo, tu parli di criminali e clandestini e questo per me non è razzismo, è centrare un problema, molto diverso dal dire extracomunitari perchè in quel modo si generalizza mettendo tutti in un unica categoria. Comunque credo che la tua battaglia una volta diventato sindaco sia persa in partenza perchè un sindaco poco può fare in questo campo e deve fare i conti con la cronica mancanza di uomini mezzi e materiale delle forze dell’ordine, forse può solo evitare di formare i ghetti, favorendo zone della città riservate quasi esclusivamente a stranieri dove è più facile poi formare la delinquenza. Il problema della sicurezza comunque è importante ma sono altri i problemi a cominciare dalla mancanza di fiducia nelle istituzioni. Verso un sindaco come Ubaldi la fiducia esisteva, è stato un sindaco vicino alla gente, Vignali si è allontanato e adesso arrivano gli scandali, è difficile trovare una persona che ti ispiri fiducia sia a destra che a sinistra capace di raddrizzare il comune nel breve periodo anche perchè noi italiani siamo ignoranti, a livello nazionale siamo felici per la caduta di Berlusconi ma poi non daremo il tempo al suo successore di mettere a posto l’Italia e torneremo dopo qualche anno ad un nuovo Berlusconi, a parma saremo capaci di aspettare con pazienza il lavoro del nuovo sindaco anche i fronte a scelte impopolari ma obbligate?

    Rispondi

  • Matteo

    10 Novembre @ 10.52

    Io mi candiderei con l'unico obbiettivo di ripulire Parma dagli extracomunitari clandestini e/o criminali. Non prometterei nient'altro, ma giuro che su questo punto andrei a fondo. E chi se ne frega della sinistra, dei preti, degli ipocriti, del buonismo e di chi non ha capito nulla e ti chiama razzista.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    09 Novembre @ 19.16

    @virginia - Sì: teniamo d'occhio anche Zoni, oppure Iotti nel Pd, e anche altri. Ci segua anche nelle prossime puntate... (G.B.)

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

1commento

In attesa del Palermo scegli il Parma dei tuoi sogni

GAZZAFUN

In attesa di Parma-Entella, Lucarelli nettamente il migliore del campionato

1commento

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Smog: polveri sottili alle stelle, da oggi blocco diesel euro 4

PARMA

Smog, polveri sottili alle stelle: blocco per i diesel fino all'Euro 4 Video

Riscaldamento massimo a 19 gradi

6commenti

Anteprima Gazzetta

Caso Florentina: la procura chiede l'archiviazione per Devincenzi

Le anticipazioni sulla Gazzetta di domani dal direttore Michele Brambilla

TRUFFA

Si fingono tecnici e svuotano una cassaforte a Monticelli Video

Ancora una volta un'anziana nel mirino dei malviventi

2commenti

Appennino

Fra mucche e cavalli: i ragazzi del "Bocchialini" seguono la transumanza Foto

Discesa dal Monte Tavola a Ravarano

1commento

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

5commenti

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

9commenti

PARMA CALCIO

D’Aversa: "Con l'Entella dobbiamo portare in campo la rabbia del dopo-Pescara" Video

Intervista di Paolo Grossi

Fidenza

Addio a Gino Minardi, storico bottegaio

Tragedia

E' morto il tecnico del Soccorso alpino ferito durante un salvataggio

Davide Tronconi era ricoverato al Maggiore di Parma

2commenti

Scurano

Il paese fa festa, i ladri anche

QUARTIERI

Passeggiata e giochi con i gessetti nelle strade dell'Oltretorrente Foto

Continuano le iniziative degli abitanti dell'Oltretorrente per "riappropriarsi" del quartiere

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

2commenti

PARMA

Commemorazione dei defunti: orari e servizi dei cimiteri di Parma dal 21 ottobre al 2 novembre

Apertura straordinaria dei cimiteri dalle 8 alle 17,30

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: domani comincia la finale

4commenti

Furto

Via Calatafimi: spaccata «diurna» all'ortofrutta

Ladri in azione di giorno. «Neanche avessi una gioielleria», sbotta la negoziante

gazzareporter

Via Cavour: sul marciapiede compare Giuseppe Verdi

Foto di Alberto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La «Lunga marcia» della nuova Cina

di Domenico Cacopardo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

CARABINIERI

Insegnante scompare a Reggio: trovata a Guastalla dopo due giorni

LECCE

Bimbo di due anni muore schiacciato dal televisore

SPORT

serie b

Anticipi e posticipi : il calendario del Parma fino al 2 dicembre

F1 GP USA

Prime libere, Hamilton davanti a Vettel

SOCIETA'

langhirano

Bellezze in passerella a Pilastro

Medicina

Boom delle malattie legate al sesso: sifilide +400%

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro