12°

19°

Parma

Ma a Parma Renzi non "sfonda"

Ma a Parma Renzi non "sfonda"
Ricevi gratis le news
1

Andrea Del Bue

Di destra. Senza valori. Elemento disgregatore. Accentratore. Venditore di pentole, addirittura. E prodotto Mediaset. Lobbista, anche. Al popolo del centrosinistra parmigiano non piace Matteo Renzi, il sindaco di Firenze che darebbe un calcio nel sedere ai vecchi del suo partito, il Pd.

Gli under 40 Pd della nostra città impegnati politicamente non condividono né i contenuti, tantomeno i metodi del loro collega toscano, reduce da una convention di tre giorni alla vecchia stazione Leopolda di Firenze: il «Big Bang», come l’ha chiamata, dimostrando di saperci fare a livello di comunicazione. Con modi troppo berlusconiani, però: «Renzi sembra un format televisivo: patinato, brillante – è il pensiero di Caterina Bonetti, 27 anni, consigliere provinciale del Pd -. Se dovessi fargli una caricatura, lo disegnerei come un venditore di pentole: molto concentrato sulla comunicazione, con un linguaggio polemico e di effetto. Ricorda molto la linea del Pdl e di Berlusconi». Già definito l’«antirenziano parmigiano» è l’ex consigliere comunale del Pd, il ventinovenne Matteo Caselli; la sua è una posizione molto critica: «Renzi pone un problema oggettivo – sottolinea –: il ricambio generazionale della classe dirigente. Però bisogna stare attenti alle cose che si dicono; di sinistra, e di progressismo, ce ne vogliono di più, soprattutto in un periodo di crisi. Non ho ancora terminato di leggere i suoi 100 punti (le idee per il rilancio del paese uscite dalla convention della Leopolda, ndr), ma per ora ho visto risposte troppo di destra».

Se il giovane fiorentino,  dalla parlata felice e simpatica, vuole chiamare a raccolta gli under 40 per svecchiare l’Italia, a Parma, proprio da questi, si declina gentilmente l’invito. Anzi, più si è giovani, più di Renzi di diffida: «Sabato ero a Roma, alla manifestazione del Pd, con tanti altri giovani – spiega Carlotta Pontrelli, 23 anni, responsabile dei Giovani democratici –: dal mondo giovanile Renzi non è amato. Il suo è un movimento personalistico e i suoi discorsi ormai ripetitivi». Lui, autoproclamatosi «rottamatore», farebbe discorsi superati: «Sì – conferma -. Mi sembra semplicemente un personaggio che ha l’ambizione di raggiungere il posto più apicale che riuscirà ad ottenere. A Firenze l’ha già fatto: ho sentito fiorentini che parlano di lobby, di sultanato». E’ sterile il dibattere di Renzi sì-Renzi no per Mirko Petronelli, ventiquattrenne coordinatore di Sinistra studentesca universitaria: «Ci vuole unità, soprattutto se è vero che Berlusconi sta per dimettersi». Belle parole, contenuti triti e comunicazione mirata per supportare la propria ambizione di potere: questo è Renzi per i giovani del centrosinistra. I valori? «Dal palco della Leopolda ne ho sentiti arrivare pochi – spiega Lorenzo Lavagetto, 39 anni, segretario del circolo del Pd Parma Centro -, ma la politica non può prescindervi». Di rottamare, poi, non è proprio il caso; così, almeno, per Lorenza Dodi, segretario cittadino del Pd, 41 anni: «La mia esperienza mi dice che un patto intergenerazionale è possibile: conosco tante persone, in politica da anni, interessate alla crescita dei giovani del partito e non alle poltrone. Detto questo, ogni contributo è importante e va preso in grande considerazione; per esempio, non si può non tener conto delle capacità comunicative di Renzi, che ha avuto grande visibilità mediatica: il Pd, da questo punto di vista, è un po’ affaticato».

Una disponibilità al dialogo,  quella espressa dalla Dodi, che diventa una porta aperta per Giuseppe Bizzi, 41 anni, componente della segreteria provinciale del Pd, che può essere definito il più convinto (l’unico?) sostenitore del movimento di Renzi. Anzi, è già giunto a destinazione un invito. Mittente: associazione «Politica e Democrazia», di cui Bizzi è presidente. Destinatario: il sindaco di Firenze, da cui si attende risposta. «La scossa che cerca di dare è positiva – afferma Bizzi, 41 anni -. Vedo il suo movimento come un tentativo di trovare una sintesi tra le varie anime del partito e di elaborare nuovi contenuti: nei suoi 100 punti c’è una forte tensione alla giustizia sociale, alla meritocrazia, all’eliminazione dei costi eccessivi e della lentezza dello Stato». Anche il più vicino a Renzi nutre, però, qualche riserva: «Ad Arcore non doveva andarci – precisa -. Espressioni come «rottamazione», poi, non mi appartengono. Ma se avesse detto «innovazione», avrebbe fatto tanto rumore?».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Luca

    09 Novembre @ 18.13

    quando renzi tra 5 anni sarà segretario del pd, gli stessi intervistati diranno "è bravissimo, è il migliore, ha sempre avuto ragione lui"

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

AVEVA SOLO 48 ANNI

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

Calcio

Parma, tre punti d'oro

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

STADIO TARDINI

Pazzo campionato: il Parma segna su azione, vince ed è a 3 punti dalla vetta

Guarda la classifica. Barillà:"Stiamo crescendo" (Video) - Scozzarella: "Iniezione di fiducia" (Video) - Grossi: "Tre punti pesanti" (Videocommento)

3commenti

polizia

Furgone in sosta in centro per la consegna, spariscono dei vestiti

1commento

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

via carducci

Insulta i clienti di un bar e i poliziotti. Denunciato slovacco 46enne

2commenti

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

DA GENNAIO

E la Ue "sdogana" gli insetti a tavola

LUCCA

E' morto il bimbo di un anno caduto dal trattore

1commento

SPORT

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

RUGBY

Zebre, crollo nella ripresa: avanti 30-7 perdono 38-33

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va