12°

Parma

Piante fiorite e foglie sui rami: novembre "impazzito"

Piante fiorite e foglie sui rami: novembre "impazzito"
Ricevi gratis le news
0

di Giulia Viviani

L’estate di San Martino è passata quasi inosservata in un autunno in cui le temperature sono state ben al di sopra delle medie stagionali. Se solitamente la data più famosa della meteorologia popolare arrivava a scaldare l’aria dopo le prime gelate, quest’anno ha rappresentato un «normale» prolungamento di un autunno «impazzito». 
Non è solo il tepore che sentiamo a dirci che le cose non vanno come dovrebbero, anche la vegetazione parla. Il ritardo nell’ingiallimento e nella caduta delle foglie per esempio dimostra palesemente che qualcosa non ha funzionato come di solito: «Le temperature elevate – spiega Marcello Tomaselli, direttore del dipartimento di Biologia evolutiva e funzionale dell’Università di Parma - possono portare, in alcune piante, al ritardo di alcuni processi dei cicli fenologici, come la caduta delle foglie. L’estate di San Martino in questo caso allunga solamente un periodo di caldo anormale, ma sembra che il fenomeno stia già rientrando nei ranghi».
 Per alcune specie, si è potuto assistere a fioriture tardive, cosa che di per sé non ha niente di negativo: «Anzi – prosegue Tomaselli - le piante di alta montagna possono essere avvantaggiate in questo senso. Alcune fioriscono molto tardi e il clima rigido ne pregiudicherebbe la riproduzione». 
In ogni caso, pare che una sola stagione fuori dalla norma non possa determinare effetti sul futuro. Almeno non sulle piante: «Gli effetti più visibili del cambiamento climatico sono legati purtroppo agli eventi estremi, basti pensare a quello che è successo a Genova e alle Cinque Terre».
 Nella vegetazione i fenomeni sono molto meno marcati e non hanno necessariamente ripercussioni negative: «Oltre al ritardo nella caduta del fogliame – dice Andrea Fabbri, direttore dell’Orto botanico - ci sono state rifiorenze in alcune specie. Gemme che erano pronte per la primavera prossima, col caldo, sono diventate improvvisamente fiori, anche se per poco. Il problema può venire se, dopo la reidratazione dei tessuti grazie alle piogge, arrivassero velocemente le gelate».
 Per quanto riguarda le piante coltivate, un innalzamento delle medie stagionali, non sporadico, potrebbe aprire nuovi scenari per coltivazioni finora marginali nel nostro territorio: «Come l’ulivo – prosegue Fabbri - che qui da noi comincia a dare buoni risultati. Le piante spontanee devono adattarsi al clima per sopravvivere, e non è detto che ce la facciano, ma nella coltivazione, è l’uomo che può in un certo senso governare alcuni processi di crescita».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

'A Ciambra' escluso dalla corsa agli Oscar

cinema

"A Ciambra" escluso dalla corsa agli Oscar

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Il Marconi piange Giulia

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

Montagna

Corniglio, «class action» contro Enel?

sciopero

Froneri, la solidarietà ai lavoratori sfila nel cuore della città Foto

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

1commento

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

3commenti

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Dopo piena

Lentigione, gli sfollati a casa per Natale

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

1commento

Colorno

Oltre un milione di danni per l'Alma

coin e decathlon

Due furti in negozi sportivi, tre ragazzi denunciati

3commenti

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

31commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Ex calciatore ucciso, fermati una donna e il figlio. Volevano sciogliere il cadavere nell'acido

IL CASO

La svolta: Ryanair riconosce i sindacati

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260