-2°

Parma

Sedie di plastica? Così fan (quasi) tutti. Ma senza la multa

Sedie di plastica? Così fan (quasi) tutti. Ma senza la multa
Ricevi gratis le news
17
Sedie di plastica bandite dal centro storico? A quanto pare no. Basta fare una passeggiata tra le vie del centro per rendersi conto che sono molti - praticamente la maggioranza - i bar che utilizzano arredi in plastica per gli esterni.
Eppure, il regolamento comunale in materia di occupazione del suolo pubblico in centro storico, parla chiaro: «colori e forme sono libere» ma «il materiale plastico non è consentito». Lo sanno bene i proprietari della Caffetteria D’Azeglio, Pietro Ghirardi e Nicola Virdis, che la scorsa settimana sono stati multati proprio per aver esposto delle sedie di plastica davanti al bar.
 Le regole sono regole. Ma è così per tutti? Piazza Garibaldi: Gran Caffè Orientale. Le sedie utilizzate all’interno e all’esterno del dehor sono in plastica; simili, almeno in apparenza, a quelle della Caffetteria D’Azeglio, ma di colore bianco. Pochi metri più in là: Caffè Garibaldi. Sedie di plastica, questa volta nere. Via Farini: Le Malve espone sedie in alluminio, il  Gavanasa opta invece per le classiche seggiole di plastica, colore verde scuro. Svoltiamo l’angolo: Mood Caffè: sedie in alluminio, «solo perché ce lo impone il regolamento», commenta il barista.
La reazione degli esercenti alla notizia della multa alla Caffetteria D’Azeglio è pressoché unanime: le regole vanno rispettate, ma evidentemente la legge non è uguale per tutti. Chi ha adottato la plastica ha fatto fatto una scelta di praticità, oltre che di costi. «Gli arredi sono più semplici da pulire e di solito più comodi rispetto a metallo e in legno - spiega Tiziano Vicariotto, dell'Orientale -. Per l’esterno poi materiali come il ferro o il tessuto sono ingestibili». «Credo che fondamentale sia lo stile, più che il materiale in sé. Ci sono sedie di plastica che sono oggetti di design, eleganti oltre che costosi».
«Forse per la caffetteria di via D’Azeglio era un problema di colore», azzarda un collega, che aggiunge: «Evidentemente il senso estetico è più importante della praticità. Anche noi avremmo voluto personalizzare il locale con arredi colorati, ma non è stato possibile».
«Legalmente la multa è giusta, ma a volte occorrerebbe un po' di buonsenso. In via D’Azeglio come in altre zone del centro si vede di peggio, e non solo arredi».
«Noi abbiamo scelto sgabelli in ferro per l’esterno - commenta Stefano del bar Caracol -, ma solo per averli uguali a quelli dentro il locale. Vietare le sedie in plastica è una regola che, a mio parere, lascia un po' il tempo che trova». E a chi ha esposto sedie in plastica chiediamo: vi hanno mai multato? La risposta è una sola: «No, mai».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • maria vittoria

    18 Novembre @ 11.31

    temo che purtroppo le nostre opinioni non arriveranno mai ai giusti mittenti..ma ci tengo a dire che sono indignata e disgustata da quello che vedo succedere nella mia città... credo che dovremmo essere felici di avere tra i 1000 kebab ancora qualche bar gestito da concittadini...e non dovremmo fare un caso se le sedie esposte sono colorate oppure no..io credo che per migliorare la qualità e l'estetica del centro storico, e soprattutto dell'oltretorrente, i Vigili dovrebbero fare ben altro, anzichè multare chi è al lavoro dal mattino alla sera e paga regolarmente le tasse... mi riferisco al degrado in cui si riversano le strade del centro ... Personaggi ubriachi sotto i portici di via d'Azeglio che urinano e non solo, lasciando odori nauseabondi, urla e azioni illegali sotto gli occhi di tutti...ho 28 anni e non credo sia giusto dover aver paura di uscire dal lavoro sola la sera... Dove sono i Vigili o le altre forze dell'ordine ? La mia speranza è che inizino a multare chi davvero se lo merita, anche se fa paura...

    Rispondi

  • angela

    18 Novembre @ 09.34

    Scusate ma... siamo al delirio? Proibite le sedie di plastica????

    Rispondi

  • Elisa

    18 Novembre @ 08.25

    Gli amici sono esonerati dal rispetto dei regolamenti, sono esonerati anche dal pagare il plateatico.... Parma, un modo di vivere.

    Rispondi

  • claudio

    18 Novembre @ 08.16

    ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO di parma CERCA GRATUITAMENTE N. 100 SEGGIOLE DI PLASTICA, DI QUELLE IMPILABILI, DA UTILIZZARE PER LE RIUNIONI ASSEMBLEARI E GLI INCONTRI. I BAR DELLA PIAZZA SONO INVITATI, NEL CASO CAMBIASSERO SEGGIOLE E SI REGOLARIZZASSERO. SAREMO molto GRATI AL DONATORE per il bel gesto. contattare la redazione che hanno l'indirizzo email.

    Rispondi

  • cantarelli claudio

    17 Novembre @ 23.24

    Hanno ragione ad essere intransigenti, visto la gravità del reato. Bisogna essere fermi su mancanze e inottemperanze di quel tipo: tolleranza zero. Bisogna dare degli esempi, per evitare il malcostume delle sedie in plastica: i bar citati nell'articolo e non ancora multati vanno al più presto sanzionati ma a parziale giustificazione bisogna comprendere che questo non è ancora probabilmente accaduto per la notevole distanza dalla sede municipale. Suggerirei quindi di dotare le solerti guardie di mezzi idonei a raggiungere detti locali e intervenire in modo, finalmente radicale. Non se ne può più di uno scempio di tale portata. A proposito gradirei conoscere l' ideatore e l'estensore di quel regolamento comunale per proporre una promozione e l'affidamento senz'altro di un compito di maggior responsabilità visto l'acume e l'ampia visione sociale dell'idea. Chiedo infine: da cosa nasce l'idea di vietare le seggiole di plastica? Gradirei una risposta quanto prima. Grazie.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

8commenti

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

correggio

Intervenne per sedare una lite e venne "pestato": 6 denunciati

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III è arrivata a Vicoforte Foto

SPORT

nuoto

Europei, bis d'oro dell'Italia: prima Dotto e poi Orsi

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

SOCIETA'

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260