21°

Parma

Ex scalo merci, analisi finite: nessun pericolo nel direzionale

Ex scalo merci, analisi finite: nessun pericolo nel direzionale
Ricevi gratis le news
0

Mesi di prelievi e analisi nell'ex scalo merci. Ma, almeno per quanto riguarda l'area in cui dovrà sorgere il direzionale, il pericolo è scongiurato. Tutti gli esami effettuati hanno portato  a un risultato univoco: la zona di competenza di Mingori-Unieco   «non è contaminata».  E' la Conferenza dei servizi della Provincia, competente per le attività di bonifica,  a metterlo nero su bianco dopo la  seduta del 26 ottobre scorso in cui sono stati presentati gli esiti delle analisi.
Da nove mesi l'ex scalo merci di viale Fratti, su cui dovrebbero anche sorgere la nuova questura e il polo pediatrico,  è «sigillato»: un sequestro probatorio,  disposto dal pm Paola Reggiani,  che si è trasformato in preventivo, dopo il via libera del gip Alessandro Conti. Un provvedimento scattato per verificare la presenza di eventuali materiali inquinanti nell'area e scongiurare soprattutto la presenza di amianto.  Nei mesi scorsi è stata effettuata la cosiddetta caratterizzazione di tutta la zona, e i campioni prelevati sono stati analizzati dai tecnici dell'Arpa di Parma, Piacenza e Ravenna  per la procura, oltre che da quelli nominati  dalle parti interessati, ossia Mingori-Unieco, Stt e Ausl.   Esperti che sono arrivati a conclusioni analoghe: nessun rischio nell'area del direzionale, perché i valori dei metalli rilevati nel terreno non superano il limite previsto per gli insediamenti non residenziali. L'intervento privato non prevede, infatti, la costruzione di strutture alberghiere né, come si legge nella relazione dell'ultima seduta della Conferenza dei servizi, saranno realizzati di parchi gioco per bambini o aree verdi attrezzate.
«Sia nella zona del direzionale che in quella delle relative opere di urbanizzazione  i risultati degli esami scientifici sono sostanzialmente identici: si tratta di aree non contaminate - sottolinea l'avvocato Antonino Tuccari,  difensore di Riccardo Mingori, legale rappresentante di Mingori-Unieco -. Per questo ho presentato istanza di dissequestro al gip relativamente a quella parte dell'ex scalo merci.  Dopo undici mesi e viste le non contestabili  conclusioni dei tecnici sia della procura che delle parti interessate, non c'è alcun motivo perché sia mantenuto il sequestro».
Nessuna pericolosità sul terreno del direzionale. Che potrà essere delimitata, nel caso sia dato il via libera al cantiere.   E nelle aree della questura e del polo pediatrico?  Il discorso è diverso, perché in entrambi i casi - si specifica nella relazione della Conferenza dei servizi -  i valori di riferimento da tenere in considerazione  per la presenza dei metalli sono quelli della cosiddetta tabella A, ossia quella riferita agli insediamenti abitativi. Il polo pediatrico è infatti frequentato da soggetti ad alto rischio, come i bambini, mentre nella nuova questura è prevista la realizzazione di un appartamento di servizio.  Le analisi hanno infatti accertato che alcuni  metalli e acidi superano i limiti previsti, per cui  verrà predisposto  un piano di rischio, che dovrà valutare l'eventuale pericolosità,  per poi dare il via alla bonifica.     
Una vicenda, quella dell'ex scalo merci, che ha portato all'iscrizione sul registro degli indagati dell'ex assessore comunale all'Urbanistica, Francesco Manfredi, dell'ex amministratore di Stu Stazione, Costantino Monteverdi, dell'architetto Ivano Savi, che fu responsabile del procedimento unico, oltre che dei  due dirigenti di Stt, Costanza Barbieri e Stefania Benecchi. Tutti sono accusati di abuso d'ufficio e omissione d'atti d'ufficio. Indagati anche l'imprenditore Riccardo Mingori e il consulente tecnico Paolo Giovanelli, ma perché avrebbero violato gli articoli 242 e 252 del decreto legislativo del 2006 in materia ambientale. Nel decreto di sequestro preventivo, il gip aveva messo in evidenza che «i soggetti proprietari e il Comune, pur avendo contezza della contaminazione, non avevano effettuato la segnalazione agli enti competenti per dare il via alle procedure previste».
Un sequestro confermato in sede di Riesame, tuttavia nei giorni scorsi la Cassazione ha annullato l'ordinanza rinviando, però,  il procedimento al tribunale di Parma per un nuovo esame.   Ma nel frattempo toccherà al gip decidere se togliere o meno i sigilli all'area del direzionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Via D'Azeglio: tutti alla Mattanza

PGN FESTE

Via D'Azeglio: tutti alla Mattanza Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Gestione rifiuti: bando da 44 milioni per 15 anni di affidamento del servizio

PARMA

Gestione rifiuti: bando per 15 anni di affidamento del servizio Video

Il Comune ha presentato il bando europeo sulla gestione rifiuti

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

2commenti

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

4commenti

CARABINIERI

Controlli anti-droga in piazzale Barbieri: denunciato un minorenne

Un 17enne è stato scoperto mentre cedeva hashish a una compagna

SORBOLO

Un 88enne: «Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

salute

Un'équipe dell'Università di Parma studia la chirurgia mini-invasiva contro la cefalea da cervicale

In oltre il 90% dei pazienti trattati con l’intervento ha visto la completa scomparsa dei sintomi (8 su 10) o una loro netta diminuzione

PARLA L'ESPERTO

«Anziana scippata, evento traumatico»

2commenti

LUTTO

In duomo a Fidenza l'ultimo saluto a Luca Moroni

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 10

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

7commenti

Traffico

Nebbia a Parma: ancora disagi in mattinata

Guastalla

Sequestrati 3 quintali di dolci mal conservati: erano destinati anche al Parmense

La Municipale ha sequestrato un autocarro di un cittadino indiano che lavora per una ditta mantovana

FRAZIONE

«Carignano, auto troppo veloci e pochi controlli»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

NOSTRE INIZIATIVE

Da oggi le foto di tutti i remigini delle scuole di città e provincia

ITALIA/MONDO

CRIMINALITA'

Delitti di 'Ndrangheta nel 1992 a a Reggio Emilia: tre arresti della polizia

Massa

Lite per un parcheggio: gli spara e lo ferisce al volto

SPORT

Parma calcio

Sorpresa! Trezeguet va a salutare Crespo

2commenti

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

3commenti

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

MOTORI

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compattodi Seat in 5 mosse Foto

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»