Parma

I partigiani? "Bastardi, violenti e stupratori". Parola di Casapound

Ricevi gratis le news
56

Casapound di Parma attacca i partigiani definendoli come dei «bastardi, violenti e stupratori». L’organizzazione, che si definisce «dei fascisti del Terzo Millennio», ha distribuito davanti alle scuole, in queste ore, una sorta di giornalino in cui vengono attaccati duramente i partigiani dell’Anpi.
In una delle pagine c'è la foto, di spalle, di un partigiano con il fazzoletto dell’Anpi accompagnata dalla didascalia: «La dignità della morte affrontata col sorriso sulle labbra da una gioventù che non ha tradito contro il ghigno di un vecchio bastardo, bombardamenti indiscriminati, raffiche di mitra, stupri e violenze: altro che Resistenza!».
Il gesto viene aspramente criticato da Giulio Santagata (Pd): «Faccio fatica a confrontarmi con Casapound – commenta – ma i cittadini di Parma conoscono bene il valore della democrazia e sanno che la nostra è nata grazie alla Resistenza e anche grazie al contributo di sangue di tanti giovani morti per gli ideali di libertà». «Continuare a guardare al passato con logiche negazioniste e di rottura – aggiunge – non aiuta certo, specie in un momento come questo, in cui il Paese avrebbe bisogno di ritrovare quei valori che furono a fondamento di quella fase».

«L'episodio avvenuto stamattina davanti a molte scuole di Parma ad opera dei sedicenti fascisti di Casa Pound ha dell’incredibile e dello sconcertante», commenta un comunicato del Popolo Viola di Parma. «Bisogna assolutamente fermare questo assurdo revisionismo - aggiunge il comunicato – su temi e su valori fondanti la nostra democrazia. Parma, città medaglia d’oro per la Resistenza e città delle gloriose Barricate del '22, non può accettare una simile offesa; non si possono mettere in discussione la storia e gli ideali di giustizia, libertà e solidarietà che hanno portato così tanti ragazzi a donare la loro vita per le nostre generazioni. Ci chiediamo come sia possibile che, nonostante l'art. XII delle norme transitorie della Costituzione Italiana, si debba ancora dover sopportare aggressioni così vili e indecenti ai principi fondanti la nostra Repubblica Italiana!». Il Popolo Viola si dice solidale e vicino «a tutti i partigiani, gli iscritti all’Anpi e a tutte le associazioni partigiane» e, insieme a tutti gli antifascisti, ribadisce fermamente «che a Parma non ci deve essere posto per i fascisti (neanche se si travestono da 'terzo millenniò) e chiediamo alle istituzioni che vengano fermati al più presto in virtù della Costituzione Italiana».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • japsos

    04 Gennaio @ 14.31

    e pensare che i partigiani hanno lottato per la libertà di pensiero e anche per far si purtroppo che questi ignoranti dicano tali stupidate...non c'è rispetto per la memoria di questa città (medaglia d'oro al valor militare) ne per questa nazione..dv

    Rispondi

  • richard

    29 Dicembre @ 14.13

    Per le storie che ho sentito io dai vecchi partigiani, di strupi non ne ho sentito parlare, ma di furti e assassini ne ho sentite, non ho parenti partigiani, se qualche partigiano legge scriva pure la sua storia, io faccio sempre fatica a trovare documentazione, considerando che vivo sugli appennini, nonostante la giovane eta' che gli ha fatto rendere unico quel periodo nella vita mi sembra che i vecchi non ne vogliono parlare tanto. Concordo se il fascismo e' reato lo e' anche il comunismo, non tutti i partigiani erano comunisti, io penso un buon 80 per cento. Bisogna perdonare chi e' nato miserabile, taglieggato dai parroci, che ha fatto del comunismo una religione, ma che non ha mai ricevuto vantaggi o privilegi. Penso che in parte perche' la Germania di oggi e' ricca, e' anche dovuta al fatto che hanno tenuto i comunisti fuori da cariche come la magistratura, l'insegnamento, etcc...., nella loro sfortuna di avere la patria divisa in due, la parte che non era comunista non aspirava certo a diventarlo avendo l'esempio della parte comunista. Nel dopoguerra i piu' criminali erano senza dubbio i dirigenti del pci di allora, non mi meraviglia che Benigni non li abbia citati come padri della costituzione attuale, anche se ne sono stati partecipi. per cortesia pubbicate il messaggio.

    Rispondi

  • lalla turi

    10 Dicembre @ 07.16

    purtroppo il marcio c'è sempre stato, da ambo le parti!

    Rispondi

  • tom71

    25 Novembre @ 13.44

    Incredibile ! hanno un bel coraggio i "nuovi fascisti" a parlare così ! forse dimenticano le varie stragi che hanno compiuto con i loro alleati nazisti. senza contare tutte le angheria verso il popolo italiano ...e come popolo sono compresi bambini vecchi e che la pensava diversamente....mio nonno è stato pestato da un suo vicino fascista, soltanto perchè si sapeva che era comunista...finita la guerra mio nonno comincia a cercare il suo bel ex vicino...secondo voi mio nonno avrebbe dovuto offrirgli una pizza ?! oppure vendicarsi di anni di sopprusi verso di lui e la sua/mia famiglia ...

    Rispondi

  • gialloeblu

    25 Novembre @ 12.57

    si l'apologia del fascismo è reato!!!!mi chiedo perchè NON E' REATO QUELLA DEL COMUNISMO!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

PIENA

Enza in piena: evacuazioni in corso a Casaltone e Lentigione Foto

emergenza

La Parma esonda a Colorno: acqua nel cortile della Reggia. Evacuata la piazza Video 1-2

La sindaca: "State lontani dagli argini"

emergenza

Lentigione finisce sott'acqua: evacuazioni in corso Foto

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

Intervista

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

IL CASO

Collecchio dichiara guerra al gioco d'azzardo

LUTTO

Fidenza, stazione più triste senza Luca, il suo giornalaio

La storia

«Il mio viaggio da incubo sull'Intercitynotte»

San Prospero

«I lupi? Ci fanno più paura i ladri nelle case»

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

SEMBRA IERI

Una "pennellata" di teatro con Maurizio Schiaretti (1993)

Incidenti

Corcagnano e via Spezia: due pedoni investiti, sono in gravi condizioni Video

ordinanze

Ghiaccio, maltempo e zone in Appennino senza luce: ecco le scuole che resteranno chiuse

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

UNIVERSITA'

Smart Production Lab 4.0 al servizio del futuro

di Katia Golini

ITALIA/MONDO

VAPRIO D'ADDA

Sparò e uccise il ladro: "Legittima difesa". Caso archiviato

COREA DEL NORD

Pyongyang prepara la guerra batteriologica?

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

Ministero

Farmaci più cari di notte: raddoppia il supplemento

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS