-2°

Parma

Patteggia il pusher nigeriano: è già libero

Patteggia il pusher nigeriano: è già libero
Ricevi gratis le news
41

Cinque ovuli di cocaina trovati in tasca. Ha patteggiato un anno, oltre a 2.000 euro di multa, ed è stato rimesso in libertà il ragazzo  nigeriano arrestato venerdì scorso in via Emilia ovest, alla Crocetta. Il processo per direttissima è stato celebrato ieri mattina davanti al giudice Gabriele Nigro. E.J., 21 anni, era stato bloccato a bordo della sua auto, mentre stava entrando in città, dagli agenti della squadra Volanti della questura,  nell'ambito di un servizio straordinario svolto in collaborazione con il reparto prevenzione crimine della questura di Reggio Emilia e la polizia municipale di Parma, intervenuta con uno dei propri cani antidroga.

Accusato di detenzione ai fini di spaccio, dopo tre notti in  cella, è stato scarcerato.

Leggi - L'ARRESTO DEL "PUSHER DELLE DISCOTECHE"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Lingotto

    30 Novembre @ 14.13

    sono perfettamente d'accordo con Luca...dare una seconda possibilità a chi commette reati lievi è un principio di civiltà....però il discorso dovrebbe essere questo: non vai in carcere però torni al tuo paese e ci resti, perchè se qui per sopravvivere devi spacciare allora questo paese non è in grado di accoglierti

    Rispondi

  • luca

    30 Novembre @ 12.56

    ...ormai leggere che un nigeriano spaccia non fa più notizia, quello che risulta incomprensibile a molti è perchè in un momento di estremo degrado sociale quale quello degli ultimi tempi (sfido chiunque a dimostrare il contrario) si applichino sempre e comunque i minimi della pena. Ps. effettivamente stare tutto i giorno in una cella 2x3 non è il massimo per questo io sono per i lavori forzati all'aria aperta inoltre per i casi come questo sarebbe meglio se si desse come minimo l'obbligo di effettuare un pò di ore di lavori socialmente utili anzichè la libertà!

    Rispondi

  • tyson

    30 Novembre @ 12.25

    "Caro" luca le mie idee sono molto profonde, almeno quanto è profondo il senso di sconforto e di impotenza davanti a questi fatti. E ancora più profonda è la mia incazzatura! a me non me ne frega esattamente niente - n i e n t e - se questo è incensurato o meno, io voglio sapere cosa fa per vivere, come pagherà la multa, chi lo mantiene, etc..... ad alcune di queste domande ho già la risposta (es. entrerà in qualche casa, speriamo non la mia, forse è lui che c'è già stato.., spaccherà i finestrini di qualche macchina per rubare un telefonino o un ipod, continuerà a spacciare tavendo cura di portare in giro meno di 5 grammi di roba, etc...). io voglio solo che torni nel suo paese - o che ce lo facciano tornare - lui e tutti quelli come lui, nullafacenti e di peso per la società. E non accetto lezioni da nessuno su come la penso. io sono stanco di sentirmi straniero a casa mia. il 90% dei crimini in città è ormai commesso da personaggi come questo e sono il 10% della popolazione. fa tì! Se a te sta bene sono affai tuoi. A me non sta bene per niente e detesto anche chi cerca in tutti i modi di difenderli. Prendine a casa tua un paio, li mantieni, li sfami gli dai un alloggio, e alla prima cazzata si viene a prendere te; tu sei responsabile di quello che fanno. Ci stai?

    Rispondi

  • FL

    30 Novembre @ 10.11

    io dico solo di leggere le notizie con cognizione di causa e di sapere quello che succede nelle aule di tribunale. Il titolone con scritto 'libero' fa impressione, ma 'libero' non vuole dire assolto, il patteggiamento della pena è un istituto che rende la giustizia rapida (pochi giorni rispetto a anni e anni). Il nigeriano è stato condannato, punto. La legge prevede per lo spaccio dai 6 ai 20 anni, e nei casi più lievi (e sfido chiunque a dire che 5 grammi sono tanti, sennò a mezzo mondo dello spettacolo dovrebbero dare l'ergastolo) da 1 a 6 anni. Se uno commette il primo reato e viene condannato sotto i due anni è matematico che non resta in carcere (italiani o no), punto. Io non difendo la giustizia, ma è così. Se lo prendevano con mezzo etto stava in carcere, se lo ribeccano va in carcere, punto. Per quello ha senso beccarli e ha senso che le forze dell'ordine facciano il loro prezioso lavoro. Se tutti educassero i propri figli a non fare uso di droghe non ci sarebbero gli spacciatori. E poi veramente.. ma sapete cosa è stare mesi e mesi in una stanza 2 per 3 con altre 3 persone per 5 grammi?? se fossero stati di più sono d'acordo con voi, ma certi pezzi grossi 5 grammi se li sniffano i mezzora (e poi sbatti lo sfigato in prima pagina)

    Rispondi

  • davide

    29 Novembre @ 22.53

    Leggere queste notizie non e' il massimo, penso a che rischia la vita per arrestarli, a chi lavora giorni e giorni per cercare di sconfiggere questo cancro, poi un giuduce li rimette fuori....Signori miei voi per poco piu' di 1000 euro al mese rischiate la vita...altri con stipendi ben diversi vanificano il vs lavoro...COMPLIMENTI !!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Rebel Circle al Be Movie

FESTE PGN

Rebel Circle al Be Movie Foto

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

"incidente"

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Oggi speciale su cani, gatti & Co. con la Gazzetta di Parma

Lealtrenotizie

Noceto, tentata truffa ai danni di un’ anziana: arrestati in flagranza due truffatori

Foto d'archivio

noceto

Provano con due "copioni" a truffare una 76enne: lei li fa arrestare

Montanara

Spettatore diplomato in primo soccorso salva calciatore durante la partita

1commento

Parma

Carabiniere blocca un ladro: «In divisa o no, prima viene il dovere»

1commento

FIDENZA

Non arrivava alla sua festa di compleanno: era morto d'infarto

BEDONIA

Furto all'agriturismo La Tempestosa

1commento

Lutto

Addio a padre Simoncini, ultimo gesuita di Parma

incidente

Pedone investito a Ramiola

60 anni di legge Merlin

Le ragazze salvate dalla tratta

Viabilità

Colorno, verifiche ai ponti dopo la piena

BORGOTARO

Addio ad Arnaldo Acquistapace

1commento

parma calcio

La società: "D'Aversa resta: ha tutto per poter uscire dalla crisi. Compreso il sostegno dei giocatori"

Malmesi a Bar Sport: "Abbiamo fatto la nostra offerta per il Centro sportivo di Collecchio".

3commenti

elezioni

Scuole seggio, chiuse dal 3 al 6 marzo. Per universitari fuorisede trasporti con tariffe agevolate

PARMA

Renzi: "Da noi proposte concrete, dagli altri invenzioni"

6commenti

Via MAMELI

Rubano alcolici per rivenderli ai ragazzi: arrestato 27enne marocchino, fuggito il complice Video

Il malvivente è stato fermato da un carabiniere libero dal servizio

6commenti

anteprima gazzetta

60 anni della legge Merlin, cosa è cambiato nella prostituzione (a Parma)

tg parma

Edicola in stazione ultimo giorno: da oggi saracinesca chiusa Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Tajani l'europeista incubo di Salvini

di Vittorio Testa

1commento

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

ITALIA/MONDO

San Polo d’Enza

Il “Grande fratello” incastra la banda dei salumi: denunciati in sei

1commento

modena

Colpì una 15enne col manganello, chiesto processo per poliziotto

2commenti

SPORT

Altri sport

Il mondo della pallanuoto piange Roberto Gandolfi

calcio

Galliani: "Li insolvente? No, ha presentato le credenziali"

SOCIETA'

musica

Dopo quasi 30 anni tornano i primi dischi in vinile della Sony

roma

Via vai di calvi in negozio: droga nascosta nei bigodini, arrestato parrucchiere

MOTORI

MOTORI

Mazda CX-5 subito amici: il Suv dal feeling immediato

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto