12°

23°

Parma

Banda di pusher in cella: 12 stranieri in manette

Banda di pusher in cella: 12 stranieri in manette
Ricevi gratis le news
17
I carabinieri li sono andati a prendere tra mercoledì notte e giovedì mattina. Uno dopo l'altro si sono trovati davanti i militari in divisa e non hanno avuto neppure il tempo di accennare una reazione. Rassegnandosi  a seguirli in via delle Fonderie. 
Per tutti la stessa accusa: detenzione ai fini di spaccio. (...)
E' una banda specializzata, ben attrezzata per  rifornire il mercato dello sballo cittadino, quella sgominata dai carabinieri della Compagnia di Parma che negli ultimi giorni hanno eseguito dodici ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di altrettanti stranieri. 
Tra di loro tunisini, marocchini, albanesi e moldavi attivi, secondo le prime indiscrezioni, tra città e provincia. Dove erano in grado di fornire dalla eroina alla coca senza trascurare il sempre richiestissimo hashish. (...)

L'articolo completo di Luca Pelagatti è sulla Gazzetta di Parma in edicola oggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gazzettadiparma.it

    03 Dicembre @ 13.09

    Illustrissimo logosland, innanzitutto spero che queste poche righe da un modestissimo cronista della "pravda di provincia" possano raggiungere la sommità da cui lei parla a noi mortali... Fatta questa premessa, provo più seriamente a venirle dietro, sulla strada che la sua mail traccia. Che questa città abbia mille motivi per cui interrogarsi è certamente vero e non glielo contesto. Che alcuni commenti, come quelli da cui lei parte, trasudino egoismo-violenza-razzismo è altrettanto vero. Ma poi, e questo credo riguardi anche lei, si tratta di capire come andare avanti: continuiamo a guardare dall'alto tutti questi meschini (noi gazzettieri compresi, ovviamente) come lei fa? In attesa di che cosa: che la Verità folgori tutti noi come finora è accaduto solo per Lei? Oppure c'è una alternativa? Che è quella (tutt'altro che facile: lo ammetto) di misurarsi con la realtà così com'è, che non è la stessa che magari vorremmo. Vuole la mia, modestissima, opinione? Fra i motivi per i quali oggi a Parma c'è tanto deprecabile razzismo, c'è anche (e ovviamente non è una giustificazione per i razzisti) la lontananza dalla realtà di chi, pur magari in buona fede e per buone finalità, non vede che oggi la massiccia presenza straniera è certo una risorsa ma talvolta anche un problema. Forse perchè qualcuno la realtà la guarda da troppo lontano. Allora, se lo accetta da un pravdiano, le dico: scenda giù fra noi e parliamone con meno spocchia. La nostra città ha appunto già tanti difetti, per aggiungerne altri (Gabriele Balestrazzi)

    Rispondi

  • omar

    03 Dicembre @ 12.21

    "una vita in galera,,,questa gente...riempire di botte...ignorantoni della massa popolare....in piazza legati e a volto scoperto....voli diretti che costano meno..." e la perla: "accattono morti di fame geneticamente propensi al crimine". Bene, ancora una volta articoli di blanda propaganda in una piccola pravda di provincia, bastione dello storico oscurantismo e della manifattura del consenso locale, in una parmetta marcia, corrotta, anonima e governata dalla parodia di signorotti feudali. Ancora una volta una rabbia cieca che si esprime in un linguaggio istintivo e aggressivo di una lingua gia' violentata da decenni di supremo ottundimento culturale. Questi i cittadini parmigggiani, piccoli borghesotti spaventati e collerici ignari del mondo, della storia, delle loro medesime esistenze. Piccoli italiani, un popolo di corrotti, un popolo di ladri, un popolino di vigliacchi, la quintessenza del fascismo, forti con i deboli, ossequiosi e servili con i forti, timorosi adulatori con i patron locali. Un paese di analfabeti funzionali, dove la condizione femminile e' classificata al di sotto della Bolivia nei rankings internazionali, le liberta' civili e politiche fortemente erose e limitate, dove nulla funziona ed il quotidiano e' una discesa in un mondo kafkiano nervoso, disfunzionale, assurdo. Il paese sta apprestandosi a diventare una dittatura coloniale tecnocratica dopo decenni di ridicolo, di impoverimento umano e culturale. Un paese che ha il terrore di guardarsi allo specchio, che parla ad alta voce ed urla per coprire il proprio senso di inadeguatezza; un popolo scaltro ed opportunista che si ritrova sempre piu' insicuro e marginale, che grida in dialetto il proprio orgoglio non rendendosi conto di venire ormai solo ignorato, nemmeno piu' compatito. In tale scenario i parmigggiani continuano a svolgere il loro abituale ruolo, con una punta di morente orgoglio e ammantandosi ancora del loro parodico senso storico, rinchiusui nella citta' vetrina dei cementatori collusi e dei venali amministratori burattini, una cricca di ex buttafuori di balere della passa padana, ex PR di balere con vizietti dozzinali, ex copiatori di articoli 'giornalistici' dalla rete, ex comunistelli riformatori al servizio di qualche boss da cooperativa, arrivisti con il capello ingellato pronti a vendersi a chiunque, dirigenti bolsi che si infilano le mazzette in tasca, prosciuttai che vendono spazzatura, corpi municipali che umiliano e picchiano i deboli e poveri, sottrazioni di fondi e denaro pubblico, logge massoniche che muovono i fili, il tutto tra debiti, impoverimento umano e culturale, stupidita' e una generale, radicata, profonda ignoranza che si auto-alimenta e sostiene con la ferale inadeguatezza e inesistente autostima di un popolo gia' morto e pronto per la pattumiera della storia. Buona fortuna italietta, auguri al paesotto ducale.

    Rispondi

  • laura

    03 Dicembre @ 00.09

    Tra queste persone c'è una ragazza moldava di 37 anni, mia coetanea. E' arrivata in Italia otto anni fa e per anni, mentre io uscivo con gli amici e vivevo spensierata i miei trent'anni, lei ha assistito giorno dopo giorno mia nonna inferma con tutto il rispetto e le attenzioni possibili. Non chiedeva nulla di più alla vita, voleva solo guadagnare i soldi necessari a garantire al suo bambino un futuro migliore. Con la morte di mia nonna si è cercata altri impieghi ed essendo una persona cara e affidabile, le è stato facile entrare nelle case e nel cuore di altre famiglie. Ha lavorato sodo per portare suo figlio in Italia e finalmente, dopo tanta fatica e tanta sofferenza, il piccolo l'ha raggiunta. In un anno il bimbo ha imparato l'italiano, si è inserito a scuola, si è fatto molti amici ed erano felici Finalmente avevano una vita nuova, bella. Poi è arrivato lui, un albanese dallo sguardo marcio, ma che con lei era generoso, premuroso, brillante. Lei, ormai lontana dalle botte dell'ex marito, se ne è perdutamente innamorata al punto da non vedere ciò che era lampante agli occhi di tutti. Plagiata e usata, ma lei non vedeva. Quando lui le ha chiesto di vivere insieme lei ha subito accettato, con lo stesso entusiasmo e la luce negli occhi di una ragazzina al primo amore. Lei sempre fuori casa per lavorare, la casa sempre libera, l'ideale per lui per svolgere i suoi traffici indisturbato. Sapeva? Forse. Si opponeva? Forse, o forse questo suo eroe era riuscito a convincerla che non era sbagliato. Ora, dopo tutti questi anni di sacrifici e speranze, il futuro non esiste più. Il suo sogno italiano è finito per sempre, per se stessa e per il suo bambino, e noi passeremo il primo Natale senza di lei. Non giustifico i suoi errori, ma mi chiedo perchè per alcune persone non possa esserci una seconda possibilità. Lei se la meriterebbe, molto più di tanti italiani.

    Rispondi

  • Giuio

    02 Dicembre @ 22.41

    E pensare che questo non basta a far cambiare idea a tutti gli ignorantoni della massa popolare su questi delinquenti legalizzati... e poi ti fanno anche la guerra tacciandoti di razzista se detesti questi accattoni morti di fame geneticamente propensi al crimine !

    Rispondi

  • the clansman

    02 Dicembre @ 17.26

    sempre tunisini L RICCHEZZA DI PARMA...I CITTADINI NORDAFRICANI....,ma spacciano per versare i contribuii e pagarci le pensioni?? o per mandare 100.000 euro l'anno via money transfer???

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

Via libera della Giunta al progetto esecutivo di valorizzazione e recupero del limite Nord-Est del Parco Ducale. Sarà demolito il muro su viale Piacenza. Stanziati 1.281.000 euro

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

4commenti

monchio

Cade da una balza rocciosa: grave un cercatore di funghi 88enne

Anteprima Gazzetta

Intervista all'avvocato parmigiano che sparò ai ladri

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

Tra viale Vittoria e via Gulli

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

E' da rivedere per il 66% dei tifosi che hanno risposto al nostro sondaggio

1commento

trasporto pubblico

Il Tar annulla gara vinta da Busitalia. Rizzi: "Ricorso, investimenti bloccati" Video

E' al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

carabinieri

Colpo in villa sventato a Langhirano grazie ad un vicino: ladri in fuga

Regione

Bagarre sulla chiusura dei punti nascita

1commento

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

6commenti

SALUTE

Dire addio ai malanni di stagione seguendo semplici suggerimenti

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

1commento

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

10commenti

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: è Willy l'ottavo finalista

inquinamento

Bollino rosso al nord, 24 città "fuorilegge" per smog. Anche Parma

Legambiente, Torino maglia nera. E a Milano prime misure traffico

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

LAMPEDUSA

Donna denuncia: tentata violenza da parte di 5 migranti

2commenti

SIRIA

Raqqa è stata liberata Il video

SPORT

CHAMPIONS

Napoli battuto a Manchester: recrimina per un rigore sbagliato

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

SOCIETA'

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

USA

California, cane-eroe resta col gregge, lo salva dal fuoco

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»