-3°

14°

Parma

La lezione del "prof" Gianni Mura: "Io, giornalista con la gastrite"

La lezione del "prof" Gianni Mura: "Io, giornalista con la gastrite"
Ricevi gratis le news
0

 Andrea Del Bue

«In trasferta, uso ancora una Lettera 32 e detto l’articolo agli stenografi». E’ Gianni Mura che parla, alla facoltà di Lettere, davanti agli studenti del corso di Giornalismo digitale, tenuto da Maurizio Chierici, il collega che ieri l’ha invitato dietro la cattedra. Mura si conferma cronista di una razza in via d’estinzione: «Su settecento giornalisti che sono al Tour de France (che Mura segue da inviato di «Repubblica», ndr), sono l’unico a scrivere ancora a macchina. Ogni anno, c’è la solita troupe giapponese che mi fa la solita domanda: «Non pensa di dar fastidio con quel rumore?». Io rispondo sempre: «No, è il loro silenzio che mi infastidisce». Fanno l’inchino e se ne vanno; torneranno l’anno prossimo». La pasta è la stessa di Gianni Brera, l’uomo che ha rivoluzionato il giornalismo sportivo. E’ stato suo maestro; nel dicembre 1992 all’allievo tocca il «coccodrillo»: una delle pennellate d’inchiostro più belle degli ultimi decenni. «Dicono che gli assomigli molto fisicamente - scherza Mura - e per certe inclinazioni alcoliche». A seguito del Tour si salta il pranzo, ma a cena si sta a tavola per ore: «E’ tirando tardi la sera che ci si fa una cultura sul vino». Tanto che Mura, sul Venerdì di Repubblica, cura una rubrica enograstronomica, «Mangia e Bevi», con la moglie Paola. Con una certa competenza, derivante dalle lunghe trasferte di lavoro: «I giornalisti non si distinguono in buoni o cattivi, ma in giornalisti con o senza gastrite. I primi mangiamo riso in bianco a Enna come a Sondrio; gli altri, di cui faccio parte, cercano i piatti tipici del posto». Il paragone con Brera lo inorgoglisce, si vede, ma urge precisare che «la differenza non è tra Brera e Mura, ma tra le 72 righe che io ho avuto per la finale dei Mondiali di calcio nel 2006 e le 180 che avrebbe avuto lui, ai suoi tempi; oggi la carta stampata non si fida più della parola scritta: hai meno spazio per volare». Per questo, la nuova sfida, col mensile di Emergency «E», che dirige: «Parliamo di guerra, diritti, solidarietà, problemi sociali, senza rifuggere però dalla cronaca. E non abbiamo paura dei testi lunghi». E’ però lo sport il pane quotidiano di Mura; il calcio, soprattutto. Come sottolinea Chierici, «i giornalisti sportivi sono i più grandi inventori di racconti: affossano e creano miti». Non più, forse: «E’ il tempo verbale che è sbagliato: lo eravamo - si fa serio Mura -. Era più facile raccontare quando nessuno poteva controllare: oggi c’è la tv, sempre più invasiva, e lo sport è diventato chi ride di più. E pensare che anche i grandi quotidiani sportivi, un tempo, avevano la terza pagina. Ora, invece, il giornalista è una via di mezzo tra un cercopiteco e un piazzista di pentole». 
Come Brera, anche Mura ha il vezzo del neologismo; inimitabili quelli del suo maestro: «Su tutti, secondo me, quello per Mariolino Corso: «participio passato del verbo correre», per la sua lentezza sul campo. Anche io ne inventai uno, ma a causa di un refuso non divenne mai tale. Coniai «Spettattori», per l’esagerato protagonismo del tifo, ma uscì «Spettatori», con una «t» sola». Tifo e simpatie, quando si scrive di sport, è meglio accantonarle: «Sono stato interista, ma cedettero Angelillo, il mio idolo; quindi decisi di essere milanista - ammette -. Nel ’64, però, entrato in “Gazzetta dello Sport”, i colleghi più anziani mi consigliarono di non tifare per nessuno. Nel ciclismo è più difficile: ai tempi di Pantani, per esempio, sono stato molto coinvolto. Molti lettori, un giorno, mi scrissero: “Come la mettiamo adesso che ci hai fatto amare Pantani e dicono che è drogato?”. Avevano ragione: da allora, anche se non mi piace, ho il freno a mano tirato».  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

C'è tanto ritmo al Jamaica

FESTE PGN

C'è tanto ritmo al Jamaica Foto

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

TELEVISIONE

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

Foto con Romina, Lecciso lascia Al Bano, lo rivela 'Oggi'

gossip

La Lecciso lascia Al Bano. Colpa di Romina

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto Rosso

VELLUTO ROSSO

Da Luca Zingaretti ad Anna Mazzamauro: settimana ricca a teatro Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Busseto, chiuse due strade nella notte: è giallo

Mistero

Busseto, chiuse due strade nella notte: è giallo

SCUOLA

Albertelli, saranno trasferite le elementari ma non le prime

Traversetolo

Un cartello alla porta: «I vostri colleghi ladri sono già passati»

Inchiesta

Polizia stradale, a Parma 403 patenti ritirate in un anno

Dopo la sentenza

Troppi genitori pubblicano le foto dei figli in rete: quale regola?

TRIBUNALE

Cocaina, patteggiano due «fornitori» di Langhirano

ECONOMIA

Bonatti, Ghirelli: «Valutiamo tutte le opzioni per crescere»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Tar di Bologna

Velo in tribunale: il giudice è un parmigiano

"crociata al contrario"

Striscia torna a Parma, i musulmani: "Si alle Luigine, basta non si imponga la fede cattolica"

i nuovi arrivati

Faggiano: "Mercato per fare il salto: ora solo uscite" Il videocommento di Piovani - Ciciretti, i gol (video)

mercato

Parma, ultimo colpo: preso il centrocampista Anastasio

sabato

In treno (e pullman) a Cremona: quando la trasferta (e la rivalità) è vintage Tutte le info

Allo Zini riaprono i distinti, incasso in beneficenza

anteprima gazzetta

Smartphone alla guida: incivile e...pericoloso Video

1commento

politica

Elezioni, domenica sera la lista dei partiti in lizza per il Parlamento Video

CARABINIERI

In casa con l'arsenale: arrestato

In manette un tunisino 48enne

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I richiami dell'Europa e le condizioni italiane

di Domenico Cacopardo

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

maltempo

L'uragano flagella il Nord Europa: 10 morti

FUORIPROGRAMMA

Il Papa sposa in volo una hostess e uno steward cileni

SPORT

SERIE B

Anticipi e posticipi: "ritocchi" anche al calendario del Parma in febbraio

FORMULA 1

La Ferrari e... il fattore ex. Perché ha vinto Hamilton

SOCIETA'

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

1commento

GAZZAFUN

Occhio al trabocchetto, è un quiz per secchioni

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Subaru XV, il Suv delle Pleiadi svelato in 5 mosse

moto

Yamaha MT-09 SP: la prova