11°

17°

Parma

Occupazione del Mariano Lupo: tutti assolti

Occupazione del Mariano Lupo: tutti assolti
Ricevi gratis le news
34

Tutti assolti per non avere commesso il fatto.

E' la sentenza emessa oggi in Tribunale per i 10 imputati per l'occupazione del centro Mariano Lupo di piazzale Allende, nel settembre 2005. I dieci (a vario titolo) erano accusati di reati legati all'occupazione che andavano dalle lesioni alla resistenza a pubblico ufficiale.

I fatti si riferivano ad un periodo di grande tensione in piazzale Allende, dopo che venne deciso lo sgombero dell'edificio che era da anni la sede di un centro sociale. Allo sgombero seguirono un tentativo di rioccupazione e numerose proteste nell'area del piazzale.

LA RICOSTRUZIONE DEI FATTI - Sono stati tutti assolti con formula piena i dieci appartenenti al centro sociale Mario Lupo di Parma imputati in un processo per occupazione, resistenza e lesioni. La vicenda riguarda lo sgombero forzato operato nel 2005, da parte della polizia municipale, dell’edificio dell’ex macello di piazzale Allende adibito da anni ma abusivamente a sede del centro sociale intitolato al militante comunista ucciso negli anni di piombo.

Il processo partito nel dicembre del 2008 si è concluso oggi con un’assoluzione ai sensi del primo comma dell’articolo 530
del codice penale per tutti gli imputati, assistiti dai legali Andrea Marvasi e Letizia Tonoletti. Alcuni agenti della polizia municipale avevano denunciato gli attivisti del centro sociale sostenendo di essere stati vittime di percosse. Il giudice Eliana Genovese nel corso del dibattimento ha ritenuto che nessuno dei testimoni chiamati in causa dall’accusa sia stato in grado di fornire elementi per accertare eventuali responsabilità penali in questo senso. Per questo la decisione di procedere all’assoluzione con formula piena nonostante la richiesta dell’accusa fosse stata quella di assolvere gli imputati ai sensi del secondo comma dell’articolo 530 (la vecchia insufficienza di prove).

Soddisfatti gli imputati da anni coinvolti in una vicenda giudiziaria che ha suscitato grande dibattito e polemiche nella città di Parma sin dai tempi dell’attuazione dello sgombero su decisione dell’allora sindaco Elvio Ubaldi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Corrado

    14 Dicembre @ 16.43

    La tristezza dei tempi in cui viviamo e' pari solo alla sua ignoranza:la debolezza di questo Stato viene dimostrata ogni giorno da quegli stessi parlamentari che negano gli arresti per deputati che annoverano amicizie in ambienti mafiosi e camorristici ( vedi caso Cosentino ex plurimis)...gli stessi parlamentari che non hanno gli attributi per fare leggi piu' severe e dure, dando poi la possibilita' a coloro che, come la rete diritti in casa, occupa appartamenti e case sfitte con il pretesto di dare un tetto a chi non lo ha, commettendo un reato: in cio' aiutati dalle autorita' che non intervengono ed assistono inerti ( vedi ultima occupazione in oltretorrente) Poi si assiste ad interventi penosi come quello di Villani: i magistrati , caro Villani, si limitano ad applicare le leggi che i tuoi simili propongono e promulgano in parlamento.... Questo e' il fallimento della nostra nazione, della nostra civilta' giuridica, di quello per cui i nostri padri hanno combattutoe di cio' in cui hanno creduto: Villani e Mariano Lupo, due fenomeni del nostro tempo....

    Rispondi

  • mario

    14 Dicembre @ 16.02

    grande villani , i comunisti ???? sempre impuniti !!!! se la destra muove una foglia di un albero ha immediatamente l'ergastolo, due pesi due misure !!!!

    Rispondi

  • ciccio pasticcio

    14 Dicembre @ 15.02

    BHE dai siete davvero disarmanti...... se dovessi rinascere spero di reincarnarmi in un ragazzino che si fa le canne dalla mattina alla sera e non mi perderei nemmeno una manifestazione perchè cosi potre fare casino allegramnete CHE BELLO!!!!!!!! ho sbagliato mondo mi dispiace AVETE VINTO VOI.

    Rispondi

  • Lingotto

    14 Dicembre @ 14.14

    per villani i reati da perseguire con durezza sono le occupazioni...per mafiosi, corrotti e cialtrume vario è invece d'obbligo il più ferreo garantismo e se possibile l'assoluzione a prescindere...costui è lo stereotipo perfetto del moderato all'amatriciana

    Rispondi

  • Luca

    14 Dicembre @ 14.07

    @Alvaro: purtroppo il motivo principale dello sgombero era dettato anche dal fatto che il centro sociale in oggetto fosse assolutamente indecoroso per la città, pieno di graffiti, murales, striscioni, e degrado che rendevano un'immagine di Parma che non la rispecchiava. Ho avuto l'occasione di entrare dentro il centro con un amico per accompagnarlo ad uno dei tanti mercatini del libro usato che venivano svolti. Beh, a parte l'intenso odore di cannabis che si respirava nel piccolo piazzaletto esterno popolato da individui dal dubbio gusto (e qui oggettivamente non si può dire il contrario), sono stato colpito anche da spettacoli di salto di cani pittbull... Il centro sociale era diventato un porto franco in cui venivano sdoganate determinate situazioni che al vivere civile e rispettoso della legge non erano molto affini. Se non erro dal comune erano state prooste come sedi alternative, (in maniera gratuita) come anche la vecchia scuola di Marore, ma se non erro non venne presa in considerazione declinando l'offerta perchè era troppo decentrata. Non si sarebbero potute fare manifestazioni utilizzando come partenza il centro sociale. Non si sarebbe stati al centro dell'attenzione. E poi alla fine, come sempre accade, chi troppo vuole nulla stringe. Sinceramente preferisco assolutamente un centro anziani, vuoi mettere che immagine da adesso l'ex macello rispetto a quella che era prima? Un luogo decoroso come per 30 anni non è mai stato.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Molestie sessuali: 30 donne accusano il regista James Toback

Il regista James Toback

Dopo Weinstein

Molestie sessuali: 30 donne accusano il regista James Toback

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

Autovelox mobile

CONTROLLI

Autovelox, la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Arrestato cittadino dominicano residente nella città termale per violenza e resistenza a pubblico ufficiale

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

19commenti

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

L'autore del terzo gol dei crociati nella partita con l'Entella dedica la sua rete alla figlia

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

LIRICA

Festival Verdi: incassi oltre il milione, stranieri 7 spettatori su 10

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Gran Bretagna

Allerta in un bowling: forse ci sono ostaggi

LA SPEZIA

Sarzana, architetto muore in strada: aveva una profonda ferita alla testa

SPORT

SERIE A

Bonucci espulso con lo "zampino" del Var: è il primo cartellino rosso con la videoassistenza

Calcio

Parma, tre punti d'oro

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL SALONE

Non solo Suv: Tokyo rilancia le sportive