22°

Parma

L'allarme della prof: i ragazzi scrivono sempre peggio

L'allarme della prof: i ragazzi scrivono sempre peggio
Ricevi gratis le news
5

Salvo Taranto
Il foglio bianco è un deserto
che, tramite la scrittura, può trasformarsi in un giardino meraviglioso. Ma sempre più spesso gli errori rischiano di farlo cadere nell’incuria, come avvenne per la vigna di Renzo descritta nei Promessi sposi. A segnalare un graduale peggioramento del livello di scrittura fra i suoi studenti è Annamaria Cavalli, docente di Letteratura italiana e Saggistica italiana all’Università di Parma.
 Ad abbondare, testimonia, sono infatti gli errori di punteggiatura che denotano una carenza di lettura, l’articolo indeterminativo maschile «un» con l’apostrofo, gli accenti su «sta» e «fa» ma non su «dà» e l’assenza di coesione logica nelle frasi. Errori che vengono imputati alla distrazione ma che, invece, affondano le proprie radici in ragioni molto più complesse.
 «Gli sms - spiega la docente - hanno abituato i giovani a non usare la punteggiatura, a non utilizzare maiuscole e minuscole: di frequente mi imbatto in "x" in sostituzione di "per"».
 Ma anche la riforma dell’esame di maturità, che ha limitato la centralità del tema come forma classica dell’elaborazione scritta, e l’avvento delle lauree triennali hanno, secondo la professoressa, contribuito a consolidare il predominio della velocità a discapito della riflessione. «Come un cane che si morde la coda, è attraverso la lettura che si impara a scrivere: soltanto tramite la dimestichezza con la lettura è possibile imparare a scrivere bene». «Gli insegnanti, anche per ragioni di tempo, - prosegue - fanno fatica a corregere i temi e trascurando questo esercizio gli studenti arrivano all’università trascinandosi dietro errori ortografici e sintattici».
 Per questo motivo, ad esempio, la facoltà di Lettere ha introdotto una prova d’accesso, di verifica, interamente giocata sull'interpretazione del testo, avviando anche corsi di recupero che, ammette Annamaria Cavalli, «forse non spetterebbe neanche ad un ateneo dover realizzare». «Il lessico è sempre più impoverito, si susseguono le ripetizioni, l’uso dei congiuntivi cede il passo all’abuso dell’indicativo. La lingua - ammonisce la docente - è un sistema di regole che deve essere rispettato, come per i semafori. Ma vedere anche i media non seguire le norme, quasi autorizza a non osservarle».
 Secondo la professoressa Cavalli occorre dunque stimolare l’abitudine alla scrittura e recuperare il piacere di scrivere. A testimonianza di quanto sia possibile invertire la tendenza, la docente ha curato un volume, intitolato «Viaggiare con la scrittura», che contiene 32 saggi realizzati dai suoi studenti. Un libro appena pubblicato che, a suo avviso, «dimostra come i giovani abbiano una gran voglia di mettersi alla prova con la scrittura». «Bisogna concedere più tempo e pazienza nei loro confronti: soltanto con l’umiltà, mettendosi a correggere anche all’università con le matite blu e rossa - conclude - si può far germogliare il seme di una scrittura elegante».   

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Francesco

    22 Dicembre @ 11.31

    TEMO CHE LA PROFESSORESSA ABBIA RAGIONE . Mi dicono che, anche in sede di concorsi per incarichi di un certo livello (insegnanti, magistrati, ecc..) , si trovino nei temi strafalcioni clamorosi, che, in tempi andati, non venivano ammessi neanche alla scuola media (inferiore) Non so bene perché, ma, forse, l' abitudine di scrivere , sul telefonino e sul computer , "X" invece di "per" e "6" al posto di "sei" come voce del verbo "essere" , non aiuta................. Del resto, anche nei nostri messaggi qui sul forum , troviamo "perle" in abbondanza....... anche mie, per carità ! Molto sottile la distinzione della signora Federica tra elisione e troncamento .................. 7+........

    Rispondi

  • francesca

    22 Dicembre @ 09.39

    si tranquillizzi cara prof:adesso un bel concorsone per docenti e voila! andrà tutto a posto.largo ai giovani docenti e questo è il risultato.del resto il guru Saviano non scrive qual è con l'apostrofo??

    Rispondi

  • VERONICA

    22 Dicembre @ 09.19

    Dalla mia esperienza personale, anzi da quella di mio filglio quattordicenne dove alle scuole medie di Collecchio, sezione A, i ragazzi per tre anni non hanno mai fatto un tema!

    Rispondi

  • Armella

    22 Dicembre @ 00.51

    Anche l'inglese non aiuta... stiamo subendo una colonizzazione linguistica e non ce ne rendiamo conto. Oggi va di moda mettere qualche parola inglese nei discorsi, anche se poi la gente l'inglese non lo sa. Qui la colpa è in buona parte dei giornali e delle televisioni. L'ultimo esempio è lo "spread"! Perché non si può dire differenziale, divario, differenza? L'italiano è, come tutte le lingue, ricco di termini e vocaboli che permettono di definire qualsiasi cosa. Dovremmo usare di più le parole italiane altrimenti la lingua si impoverisce e muore.

    Rispondi

  • marco

    21 Dicembre @ 18.17

    nell'epoca precedente Internet e cellulare, i ragazzi non scrivevavano mai... solo nei compiti in classe. E la famiglia parlava in dialetto. Ma si facevano meno strafalcioni... Oggi i ragazzi, fra social e sms, si scrivono molto di più... e non solo "tvtb"... anche i testi musicali, (rap ecc.) sono mooolto neglio, da un punto di vista dell'uso sofisticato dell'italiano, dei testi di Venditti o Baglioni che si ascoltavano in passato. Quindi, secondo me, è solo in parte colpa dell'ambiete... purtroppo la qualità dell'insegnamento è decaduta...

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: in passerella anche "lui", il bello di Parma (1996)

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Ari Berlin volo radente

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

via repubblica

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

3commenti

Parma calcio

Sorpresa! Trezeguet va a salutare Crespo

1commento

Anteprima Gazzetta

Anziani scippati, danni devastanti

Le anticipazioni della Gazzetta del direttore Michele Brambilla

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Nello stabilimento di Torrile

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

2commenti

Borgotaro

Auto ribaltata sulla fondovalle a Ostia Parmense: un ferito

E' intervenuto anche l'elicottero del 118

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

22commenti

Regione

Punti nascita, bagarre in Aula: salta il numero legale

Le opposizioni: "Ripensare la decisione su Borgotaro"

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

Guastalla

Sequestrati 3 quintali di dolci mal conservati: erano destinati anche al Parmense

La Municipale ha sequestrato un autocarro di un cittadino indiano che lavora per una ditta mantovana

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

tg parma

Nessuna squalifica per d'Aversa. Closing societario il 3 novembre? Video

2commenti

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

chiesa

Smentite le voci sulla salute di Papa Ratzinger

2commenti

MILANO

Arrestato il geometra "re dei trans"

SPORT

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

Moto

Marquez vuole tornare a vincere

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»