12°

Parma

Olio d'oliva, 40 controlli della Forestale nei locali del Parmense: 9 multe

Olio d'oliva, 40 controlli della Forestale nei locali del Parmense: 9 multe
Ricevi gratis le news
6

Quaranta controlli in locali pubblici in provincia di Parma, 9 multe per un valore totale di 9.550 euro: sono questi i numeri dell'operazione «Olio in tavola» del Corpo forestale dello Stato. Fra il 31 ottobre e il 25 novembre, gli uomini del Cfs hanno effettuato una serie di  controlli, in tutta l'Emilia-Romagna, nei locali che usano olio d'oliva (pizzerie, ristoranti, trattorie, alberghi, agriturismi e così via).
In tutta la regione sono stati fatti 251 controlli, con 53 sanzioni elevate per un totale di 61.550 euro. Nel Parmense sono state fatte più multe rispetto alle altre province (9), ma le 8 sanzioni comminate a Rimini hanno importi più alti (12.830 euro in totale). I dati sono nel grafico a fondo pagina.

L'operazione è partita lo scorso maggio a Rimini ed è stata estesa a tutte le province emiliano-romagnole, intensificandosi in vista anche dell’avvicinarsi del Natale e di un naturale aumento nel consumo di questo prezioso prodotto.
«I controlli - dice il Corpo forestale dello Stato - sono stati orientati a verificare l’origine, la scadenza e la rintracciabilità dei condimenti presentati alla clientela in sala pranzo, ed in particolare hanno avuto oggetto le verifiche di cui alla legge n. 81/2006, che impone il divieto ai pubblici esercenti di proporre al consumo, fatti salvi gli usi di cucina e di preparazione dei pasti, olio d’oliva (extravergine o semplicemente di oliva) in contenitori non etichettati conformemente alla normativa vigente. Gli stessi, per soddisfare le esigenze di rintracciabilità obbligatori per tutti gli alimenti, devono infatti presentarsi integri e perfettamente leggibili, e non invece rabboccati o anche anonimi, come si presentano solitamente le ampolle di casa.
L’operazione ha fatto emergere situazioni non regolari per oltre il 21% dei casi ed ha costituito una significativa dimostrazione delle capacità operative del CFS in un settore dall’opinione pubblica ancora ritenuto inusuale per gli Agenti Forestali i quali, verificando le garanzie su materie di competenza del proprio Ministero di appartenenza (quello delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ora attribuito al neoministro Mario Catania),  svolgono oggi anche un significativo ruolo preventivo di tutela e salvaguardia del consumatore.
Per fornire un quadro completo nel corso del 2011 sono stati svolti  421 controlli complessivi e sono state elevate n. 80  sanzioni amministrative (situazioni non regolari per il  19%) per un importo complessivo di 93.220 euro».
Queste le cifre della sola operazione «Olio in tavola», che ha visto coinvolti circa 50 agenti del Cfs:
 

Comando Prov.le di:

Numero controlli

Numero sanzioni

Importo sanzioni Euro

Rimini

32

8

12.830

Ravenna

16

7

8.500

Forlì-Cesena

42

8

9.670

Ferrara

15

3

3.000

Bologna

32

6

6.000

Modena

22

7

7.000

Reggio Emilia

30

2

2.000

Parma

40

9

9.550

Piacenza

22

3

3.000

TOTALE

251

53

61.550


 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Paolo

    23 Dicembre @ 22.09

    Certo che non consumerei una bottiglia aperta o peggio senza etichetta: perché se chiedo (e pago) una bottiglia di olio extravergine ho diritto ad avere questo tipo di olio e non ad esempio olio di oliva di qualità inferiore o addirittura olio di semi. Quello che intendo dire è che tra il pubblico, in materia alimentare, c'è molta confusione tra sicurezza e qualità. La sicurezza è un prerequisito assolutamente irrinunciabile, in assenza della qualità la salute delle persone può essere effettivamente essere messa in pericolo. Una volta che la sicurezza sia garantita (e quindi nessuno muore o passa ore chiuso in bagno) si entra nel vasto campo della qualità. Chi mette in vendita o serve al ristorante olio di semi facendolo passare per extravergine d'oliva froda il cliente perché fornisce un prodotto di qualità nettamente inferiore, ma che non per questo mette in pericolo la salute, visto che l'olio di semi lo si trova normalmente in vendita sugli scaffali. Analogo discorso per quanto riguarda le denominazioni protette e le indicazioni di provenienza. Le eccellenze del ns. territorio sono prodotte in base a rigorosi disciplinari. Far passare come Prosciutto di Parma un prosciutto prodotto altrove è una frode, ma non penso che qualcuno ci rimetta le penne. Sperando di aver chiarito il mio pensiero e scusandomi se ho urtato la sensibilità di qualcuno, auguro a tutti un sereno Natale.

    Rispondi

  • mauro

    23 Dicembre @ 20.26

    si, e vietate dalla legge perche' ? Perche senza etichette fanno brutta figura?

    Rispondi

  • Davide

    23 Dicembre @ 20.21

    tanto per sapere, Paolo C., se ti mettessero sulla tavola un bottiglia di vino o di acqua aperta la consumeresti??? pensi veramente che se ti mettono sul tavolo una bottiglia senza etichetta, anonima o aperta il contenuto di quella bottiglia sia così qualitativamente elevato?

    Rispondi

  • Paolo

    23 Dicembre @ 18.22

    mauro, non c'è di mezzo la salute proprio di nessuno: leggendo l'articolo (cosa utile da fare prima di fiondarsi a commentare) si capisce che le multe sono state date semplicemente perché sono state messe in tavola bottiglie di olio già aperte o anche ampolle anonime, cosa vietata dalla legge e quindi giustamente sanzionata. Ma da qui a costituire pericolo per la salute ce ne corre.

    Rispondi

  • mauro

    23 Dicembre @ 16.49

    c'e' di mezzo la salute delle persone altro che 4 ciondoli che qualche pirla si tiene in casa

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

"Indietro tutta 30 e lode!" sfiora i 4 milioni di spettatori

televisione

"Indietro tutta" sfiora i 4 milioni di spettatori Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Il Marconi piange Giulia

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

Montagna

Corniglio, si pensa a una eventuale «class action» contro Enel

Dopo piena

Lentigione, gli sfollati a casa per Natale

Colorno

Oltre un milione di danni per l'Alma

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

1commento

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

coin e decathlon

Due furti in negozi sportivi, tre ragazzi denunciati

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Monza

Trovato il cadavere dell'ex calciatore Andrea La Rosa: era nel bagagliaio di un’auto

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS