-0°

12°

Parma

Ascom: la crisi si fa sentire nei comportamenti dei consumatori

Ricevi gratis le news
8

Comunicato stampa

“La crisi si fa sentire anche a Parma. Lo rileva una prima indagine sui consumi pre-natalizi condotta dal Centro Studi Ascom Confcommercio Parma che sarà completata a metà gennaio con la consueta ricerca annuale riportante i dati complessivi e definitivi di fine anno. Dalle prime stime, supportate anche dal dato regionale evidenziato dalla Confcommercio Emilia Romagna su un campione di imprese commerciali, si evidenzia quanto segue:
Più della metà degli imprenditori intervistati dice che la crisi sta condizionando i comportamenti di acquisto per il Natale.
Il cliente approccia gli acquisti natalizi valutando innanzitutto se l’acquisto è compatibile con le proprie disponibilità, poi si pone il problema di ottimizzare il rapporto qualità prezzo.
Per il 59% degli operatori intervistati la clientela è sempre più attenta al prezzo. Questa attenzione alla convenienza si esprime parallelamente anche con la riduzione della spesa per i regali (28%), la scelta di regali utili (16%) e con la diminuzione degli acquisti non strettamente natalizi (11%).
In base all’indagine regionale, circa la metà dei commercianti intervistati ha indicato come “complessivamente discreto” l’andamento delle vendite del periodo, l’altra metà riporta una diminuzione della spesa rispetto al 2010. Anche per Parma si registrano situazioni differenti per tipologie di imprese, anche se mediamente e comunque ancora indicativamente, le sensazioni relative alle percentuali di variazione delle vendite Natale 2011 rispetto a Natale 2010 si attestano in un range compreso tra -30% e +5%.
In particolare risulta stabile il settore delle gastronomie specializzate con punte però negative nel settore alimentare anche pari a -10%; calo più evidente invece nel settore abbigliamento e calzature dove la sensazione di diminuzione media delle vendite va da un -4% ad un -30% nelle calzature; anche nelle profumerie si registrano percentuali diverse da negozio a negozio in un range che va da -8% a un +5% con alcune punte negative pari anche a -20%.
La spesa pro-capite (confermata anche dalla media regionale) si mantiene ad un livello piuttosto contenuto. Per la grande maggioranza dei operatori la soglia massima di spesa della clientela per l’acquisto della strenna natalizia si mantiene entro i 100 euro, e questo anche per merceologie come l’abbigliamento, le calzature e la gioielleria che di solito richiedono un impegno economico maggiore.

Cristina Mazza, Direttore Area Organizzativa di Ascom Parma

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • skiaffo

    06 Gennaio @ 09.51

    questo è il governo dei banchieri e dei professori con essi implicati. La grande distribuzione è in gran parte proprietà delle banche. L'equazione è semplice: distruggendo la piccola impresa, capillare, familiare ed accogliente con il consumatore, si orienta quest'ultimo verso la grande distribuzione, proprietà dei banchieri, ed il gioco è fatto! SVEGLIATEVI !!!

    Rispondi

  • Francesco

    28 Dicembre @ 16.12

    SIGNORA MAGA MAGO' ha letto il mio messaggio, prima di rispondere ? Io , di penne, ne avrò poche, ma le ho sempre denunciate tutte.

    Rispondi

  • fabrizio ferrari

    28 Dicembre @ 15.52

    Caro vercingetorige non si è accorto che da dieci anni a questa parte i negozi stanno chiudendo? Cosi i quartieri muoiono e il popolino è obbligato ad andare nei supermercati ( quelli che a differenza dei negozi hanno la tassazione ridotta e agevolata ...chissà perchè?), dove vengono spennati come le oche ,senza farli piangere. Mi sa che lei di penne ne ha poche!!

    Rispondi

  • Mauro

    28 Dicembre @ 14.06

    Certo che se non lo diceva la Sig.ra Cristina Mazza mica noi ci saremmo arrivati. Complimenti Signora e Felice anno nuovo.

    Rispondi

  • Francesco

    28 Dicembre @ 12.00

    Signor "VALERIO THE FIRST" , sono d' accordo con lei che gli "studi di settore" sono spesso ingiusti . Ci sono molti piccoli negozianti che sono nati e cresciuti nel loro modesto negozietto , che, di affari, ne fanno ormai pochi , purtroppo, grazie ai grandi centri commerciali, che, personalmente , io detesto. Molti sono stati costretti a chiudere , e , per loro, essere senza il loro negozio è come essere senza casa. PERO' SI PUO' ANCHE DENUNCIARE UN REDDITO INFERIORE ALLO STUDIO DI SETTORE , SOTTOPONENDOSI AD UN' APPOSITA VERIFICA. PERCHE' NESSUNO CHIEDE LA VERIFICA ? SE SI E' IN REGOLA NON C' E' NIENTE DA TEMERE , SE, INVECE, SI HA LA "CODA DI PAGLIA".... ma non si può pretendere che lo Stato tuteli le "code di paglia".............. LO STRUMENTO , ANTIPATICO, E, QUALCHE VOLTA , INGIUSTO , DEGLI "STUDI DI SETTORE" SI E' RESO NECESSARIO PERCHE' MOLTI DI VOI COMMERCIANTI, DENUNCIAVANO ( e denunciano ) REDDITI INFERIORI A QUELLI DI UN LORO COMMESSO.................

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Incidente Corcagnano

Incidente

15enne investita a Corcagnano sulla Massese è in gravi condizioni

1commento

protezione civile

L'Enza fa paura: il ponte di Sorbolo resterà chiuso fino a domani (Paura a Vignale: il video)

5commenti

ordinanze

Ghiaccio, maltempo e zone in Appennino senza luce: ecco le scuole che resteranno chiuse

MALTEMPO

Ghiaccio (le foto) e black-out, Lucchi: "Berceto in ginocchio" Video: il Baganza fa paura

autostrada

Auto si capovolge in A1 a Campegine: conducente illeso Foto

squadra mobile

Vicofertile, quattro kg di droga in casa del pusher "impenitente" Video

3commenti

legambiente

La Brescia-Parma tra le peggiori linee ferroviarie d'Italia con la Circumvesuviana e l'Agrigento-Palermo

3commenti

ieri sera

Lupo investito da un'auto in via Emilio Lepido

28commenti

San Prospero

«La Vela» in stato di abbandono

4commenti

GAZZAFUN

Dagli ex alle coppe vinte: 10 quiz per sapere tutto del Parma

SENZATETTO

Il Natale lontano di chi vive sotto i ponti

1commento

tg parma

Guerra: "Per Fedez nessuna location bocciata. In settimana l'annuncio"

FORNOVO

Polemiche sull'albero di Natale

1commento

SALSO

Ancora furti: due case messe a soqquadro

1commento

sos animali

Sospetto avvelenamento di un cane in Cittadella

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

L'ESPERTO

Naspi cumulabile con altri redditi? Sì, ma solo in determinati casi

ITALIA/MONDO

sondrio

Passanti travolti al mercatino di Natale: "Ne dovevo uccidere di più"

birmania

Metodici stupri dell'esercito sulle donne Rohingya: l'indagine dell'Ap Le foto-simbolo

1commento

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

cultura

L’Arabia Saudita riaprirà i cinema. Dopo 35 anni...

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS