10°

22°

Parma

Ascom: la crisi si fa sentire nei comportamenti dei consumatori

Ricevi gratis le news
8

Comunicato stampa

“La crisi si fa sentire anche a Parma. Lo rileva una prima indagine sui consumi pre-natalizi condotta dal Centro Studi Ascom Confcommercio Parma che sarà completata a metà gennaio con la consueta ricerca annuale riportante i dati complessivi e definitivi di fine anno. Dalle prime stime, supportate anche dal dato regionale evidenziato dalla Confcommercio Emilia Romagna su un campione di imprese commerciali, si evidenzia quanto segue:
Più della metà degli imprenditori intervistati dice che la crisi sta condizionando i comportamenti di acquisto per il Natale.
Il cliente approccia gli acquisti natalizi valutando innanzitutto se l’acquisto è compatibile con le proprie disponibilità, poi si pone il problema di ottimizzare il rapporto qualità prezzo.
Per il 59% degli operatori intervistati la clientela è sempre più attenta al prezzo. Questa attenzione alla convenienza si esprime parallelamente anche con la riduzione della spesa per i regali (28%), la scelta di regali utili (16%) e con la diminuzione degli acquisti non strettamente natalizi (11%).
In base all’indagine regionale, circa la metà dei commercianti intervistati ha indicato come “complessivamente discreto” l’andamento delle vendite del periodo, l’altra metà riporta una diminuzione della spesa rispetto al 2010. Anche per Parma si registrano situazioni differenti per tipologie di imprese, anche se mediamente e comunque ancora indicativamente, le sensazioni relative alle percentuali di variazione delle vendite Natale 2011 rispetto a Natale 2010 si attestano in un range compreso tra -30% e +5%.
In particolare risulta stabile il settore delle gastronomie specializzate con punte però negative nel settore alimentare anche pari a -10%; calo più evidente invece nel settore abbigliamento e calzature dove la sensazione di diminuzione media delle vendite va da un -4% ad un -30% nelle calzature; anche nelle profumerie si registrano percentuali diverse da negozio a negozio in un range che va da -8% a un +5% con alcune punte negative pari anche a -20%.
La spesa pro-capite (confermata anche dalla media regionale) si mantiene ad un livello piuttosto contenuto. Per la grande maggioranza dei operatori la soglia massima di spesa della clientela per l’acquisto della strenna natalizia si mantiene entro i 100 euro, e questo anche per merceologie come l’abbigliamento, le calzature e la gioielleria che di solito richiedono un impegno economico maggiore.

Cristina Mazza, Direttore Area Organizzativa di Ascom Parma

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • skiaffo

    06 Gennaio @ 09.51

    questo è il governo dei banchieri e dei professori con essi implicati. La grande distribuzione è in gran parte proprietà delle banche. L'equazione è semplice: distruggendo la piccola impresa, capillare, familiare ed accogliente con il consumatore, si orienta quest'ultimo verso la grande distribuzione, proprietà dei banchieri, ed il gioco è fatto! SVEGLIATEVI !!!

    Rispondi

  • Francesco

    28 Dicembre @ 16.12

    SIGNORA MAGA MAGO' ha letto il mio messaggio, prima di rispondere ? Io , di penne, ne avrò poche, ma le ho sempre denunciate tutte.

    Rispondi

  • fabrizio ferrari

    28 Dicembre @ 15.52

    Caro vercingetorige non si è accorto che da dieci anni a questa parte i negozi stanno chiudendo? Cosi i quartieri muoiono e il popolino è obbligato ad andare nei supermercati ( quelli che a differenza dei negozi hanno la tassazione ridotta e agevolata ...chissà perchè?), dove vengono spennati come le oche ,senza farli piangere. Mi sa che lei di penne ne ha poche!!

    Rispondi

  • Mauro

    28 Dicembre @ 14.06

    Certo che se non lo diceva la Sig.ra Cristina Mazza mica noi ci saremmo arrivati. Complimenti Signora e Felice anno nuovo.

    Rispondi

  • Francesco

    28 Dicembre @ 12.00

    Signor "VALERIO THE FIRST" , sono d' accordo con lei che gli "studi di settore" sono spesso ingiusti . Ci sono molti piccoli negozianti che sono nati e cresciuti nel loro modesto negozietto , che, di affari, ne fanno ormai pochi , purtroppo, grazie ai grandi centri commerciali, che, personalmente , io detesto. Molti sono stati costretti a chiudere , e , per loro, essere senza il loro negozio è come essere senza casa. PERO' SI PUO' ANCHE DENUNCIARE UN REDDITO INFERIORE ALLO STUDIO DI SETTORE , SOTTOPONENDOSI AD UN' APPOSITA VERIFICA. PERCHE' NESSUNO CHIEDE LA VERIFICA ? SE SI E' IN REGOLA NON C' E' NIENTE DA TEMERE , SE, INVECE, SI HA LA "CODA DI PAGLIA".... ma non si può pretendere che lo Stato tuteli le "code di paglia".............. LO STRUMENTO , ANTIPATICO, E, QUALCHE VOLTA , INGIUSTO , DEGLI "STUDI DI SETTORE" SI E' RESO NECESSARIO PERCHE' MOLTI DI VOI COMMERCIANTI, DENUNCIAVANO ( e denunciano ) REDDITI INFERIORI A QUELLI DI UN LORO COMMESSO.................

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

55 offerte di lavoro

LAVORO

55 nuove offerte

Lealtrenotizie

Via libera della Giunta al progetto esecutivo di valorizzazione e recupero del limite Nord-Est del Parco Ducale. Sarà demolito il muro su viale Piacenza. Stanziati 1.281.000 euro

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

3commenti

monchio

Cade da una balza rocciosa: grave un cercatore di funghi 88enne

Anteprima Gazzetta

Intervista all'avvocato parmigiano che sparò ai ladri

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

Tra viale Vittoria e via Gulli

SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato, i tifosi: "Tattica da rivedere"

Nel mirino soprattutto lo staff tecnico (da rivedere per il 66% dei tifosi che hanno risposto al sondaggio)

1commento

trasporto pubblico

Il Tar annulla gara vinta da Busitalia. Rizzi: "Ricorso, investimenti bloccati" Video

ricoverato al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

carabinieri

Colpo in villa sventato a Langhirano grazie ad un vicino: ladri in fuga

Regione

Bagarre sulla chiusura dei punti nascita

1commento

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

6commenti

SALUTE

Dire addio ai malanni di stagione seguendo semplici suggerimenti

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

1commento

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

10commenti

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: è Willy l'ottavo finalista

inquinamento

Bollino rosso al nord, 24 città "fuorilegge" per smog. Anche Parma

Legambiente, Torino maglia nera. E a Milano prime misure traffico

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

LAMPEDUSA

Donna denuncia: tentata violenza da parte di 5 migranti

2commenti

giallo

Ritrovata Dafne Di Scipio, la ventenne scomparsa a Varese

SPORT

CHAMPIONS

Napoli battuto a Manchester: recrimina per un rigore sbagliato

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

SOCIETA'

USA

California, cane-eroe resta col gregge, lo salva dal fuoco

1commento

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»