Parma

Editoriale - Un nome per Ciclosi

Editoriale - Un nome per Ciclosi
Ricevi gratis le news
20

Giuliano Molossi

Il commissario straordinario del Comune di Parma, Mario Ciclosi, ha invitato i parmigiani a segnalare i cittadini più meritevoli di ricevere i premi Sant'Ilario 2012. Ciclosi, che in una delle sue prime uscite pubbliche aveva assicurato che la festa del Patrono sarebbe stata onorata dal Comune nonostante l'assenza del sindaco e della giunta (per i noti motivi), ha messo a disposizione la sua mail che è stata ovviamente intasata di richieste, suggerimenti, proposte serie e strampalate. Quest'anno, ha pensato Ciclosi, il Sant'Ilario facciamolo scegliere ai parmigiani. Un'ottima idea che sarà senz'altro apprezzata dalla gente, stanca di nomine dall'alto e di indicazioni «politiche». A scorrere il «palmarès» del Sant'Ilario, accanto ai nomi illustri di grandi parmigiani che tanto hanno fatto per la loro città (molti purtroppo ormai scomparsi) ci sono anche i nomi di coloro che saranno ricordati più per le condanne penali che per le onorificenze civili. Qualcuno obietterà: già ma allora, quando, vennero premiati, chi avrebbe mai potuto immaginare che un giorno sarebbero finiti dietro le sbarre o che, una volta liberi, avrebbero dovuto camminare rasenti ai muri con gli occhi bassi per non incrociare lo sguardo di qualcuno? Sarà, ma restano comunque presenze quantomeno imbarazzanti in quello che dovrebbe essere il fiore all'occhiello della città, l'albo d'oro dei grandi di Parma. Tra questi grandi, e arriviamo finalmente al punto, dal 13 gennaio prossimo meriterebbe di starci a pieno titolo anche il signor Pietro Mare, 48 anni, abitante in via Pasubio. Un nome che dirà poco o nulla ai più, ma che dice invece moltissimo a un bambino di otto anni e alla sua mamma. La sera di Santo Stefano quel bambino era rimasto, da solo, intrappolato nella sua casa divorata dal fuoco. Senza il coraggioso intervento di Pietro Mare che prima ha dato l'allarme e poi si è gettato tra le fiamme, molto probabilmente non ce l'avrebbe fatta. Quel bambino può ringraziare il suo angelo custode che gli ha fatto trovare per vicino di casa un ex parà della Folgore, uno che vent'anni fa stava in Libano col generale Angioni, uno che sa come affrontare le situazioni di pericolo. Un uomo che conosce di sicuro la paura come tutti noi e che sa anche come vincerla, quando ce n'è bisogno. Un uomo che probabilmente non ama essere definito un eroe, uno che dirà di aver fatto solo il suo dovere. Ecco, commissario Ciclosi, la nostra segnalazione per il premio Sant'Ilario. Pietro Mare ha salvato una vita umana, la vita di un bambino. Chi, più di lui, merita questo riconoscimento?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • andy

    30 Dicembre @ 13.33

    aggiungo GIESUE' Bonsu

    Rispondi

  • massimo

    30 Dicembre @ 10.57

    come dico da alcuni anni a questa parte, EMMANUEL BONSU

    Rispondi

  • Gianluca Pasini

    29 Dicembre @ 23.48

    Non sono proprio sicuro che lo Scaccaglia 'applichi' il Vangelo: credo che costui da sempre sia più in cerca di protagonismi che non d'altro. Tappezzare una chiesa e un altare di bandiere della pace, trasformare il luogo di culto in un salone parrocchiale, benedire in nome del padre, della madre e dello s.santo, ecco, tutto ciò non farebbe pensare che egli sia poi tanto pensoso del sacro. Egli è' talmente occupato in quella che a suo avviso è la dimensione orizzontale della fede, da trascurare quella verticale.

    Rispondi

  • alberto1948

    29 Dicembre @ 21.57

    credo che il sig, enrico61 abbia non una ma mille ragioni per suggerire il nome di don luciano come meritevole del premio s.ilario. anzitutto mette in pratica alla lettera l'insegnamento del vangelo, creando molto malcontento negli ambienti tradizionalisti e ottusi di certa parte del clero che ovviamente si dissocia da un simile comportamento "scandaloso",. potrebbe addirittura essere considerato un "profeta dei nostri tempi" condivido anche l'idea di assegnare un premio al sig, Mare per il gesto eroico compiuto e anche al sig. Mattioli per avere perso la vita nell'adempimento del dovere.

    Rispondi

  • Ultimo romantico

    29 Dicembre @ 18.59

    sinceramente,non se' ne' puo piu'.il sig molossi,propone il sig mare.giustamente e' una azione meritoria,ma vorrei dire al sig molossi che ogni giorno ci sono cittadini che in silenzio compiono il loro dovere.gent.sig molossi,il premio s.ilario quest'anno io personalmente non lo assegnerei in quanto non vedo cittadini all'altezza di essere menzionati.dopo tanti anni forse,ci viene risparmiato il solito sermone del sindaco,pieno di ipocrisie.ricordo che sono stati premiati(negli anni scorsi) cani e porci.le propongo un nome che forse a lei dara' fastidio:don luciano scaccaglia.la motivazione:applica il vangelo.dimenticavo:forse don scaccaglia ha un difetto:e' troppo vicino a chi soffre.buon anno sig molossi

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

Intervista

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

2commenti

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Colorno, arriva la piena. "Via dai piani bassi delle case". Piazza allagata Video

emergenza

Colorno, arriva la piena. "Via dai piani bassi delle case". Piazza allagata Video 1-2

La sindaca: "State lontani dagli argini"

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

ospedale

Arresto cardiaco durante l’ora di ginnastica: 15enne salvato al Maggiore

1commento

maltempo

Emergenza elettricità: tante frazioni isolate nel parmense

1commento

ferrovia

Enza esondato: chiuse le linee Parma-Brescia e Parma-Suzzara

1commento

PIENA

Enza, a Casaltone il peggio è passato. "Ma restate lontano dagli argini" Foto

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

4commenti

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

17commenti

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

AVEVA 46 ANNI

Fidenza, stazione più triste senza Luca, il suo giornalaio

La storia

«Il mio viaggio da incubo sull'Intercitynotte»

San Prospero

«I lupi? Ci fanno più paura i ladri nelle case»

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

austria

Esplosione impianto di gas: interrotto il flusso tra Russia e Italia. Calenda: "Oggi stato d'emergenza"

sudafrica

Rissa in carcere, ferito Pistorius

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

4commenti

Sport USA

NBA, altro infortunio per Gallinari

SOCIETA'

fidenza

Coduro, 25 mici a rischio sfratto

Ministero

Farmaci più cari di notte: raddoppia il supplemento

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole