Parma

Riorganizzazione del Comune, i sindacati: "Perplessità sull'aumento di Irpef e Imu"

Ricevi gratis le news
4

A margine dell’incontro di ieri con il commissario straordinario, Mario Ciclosi, i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil provinciali, Patrizia Maestri, Federico Ghillani e Mario Miano, mettono in chiaro quello che si aspettano dal nuovo corso dell’amministrazione cittadina, e si impegnano a vigilare affinché la situazione attuale trovi nella riorganizzazione annunciata dal Commissario una soluzione la più possibile equa e trasparente,pur sapendo che i lavoratori e i cittadini dovranno pagare il fallimento di un “modello Parma rappresentato dalla precedente amministrazione basato in gran parte sui proclami e gli annunci di facciata e in realtà nutrito, in alcuni settori di corruzione e illegalità ". "Tra gli aspetti che Cgil, Cisl e Uil tengono a segnalare - si legge in un comunicato stampa -  vi è la conferma che le ripetute e preoccupate contestazioni avanzate da diversi anni, e con più frequenza negli ultimi mesi, circa la mancanza di trasparenza nella gestione degli atti amministrativi, non solo erano fondate, ma addirittura eufemistiche: dietro la più volte evocata “opacità” della precedente amministrazione vi era addirittura una “sovrastruttura”, con sdoppiamenti di incarichi, dispersioni e sprechi ancora difficili da quantificare, tali da non permettere in molti casi di sapere chi dovesse fare cosa". "Naturalmente questa “operazione trasparenza” avviata dal Commissario è necessaria e ineludibile, secondo i sindacati confederali, che tuttavia temono che il processo di razionalizzazione annunciato da Ciclosi possa mettere a rischio occupazione e qualità dei servizi, nonostante l’impegno dichiarato dal commissario stesso ad evitare qualsiasi licenziamento. Cgil Cisl e Uil chiedono anche di aprire un confronto sui temi degli appalti e della legalità, argomenti sui quali tutte le principali istituzioni e le forze sociali sono oggi impegnate. E’ tempo che il Comune di Parma ritorni ad essere protagonista su questi terreni lasciandosi alle spalle una triste stagione. Si aggiunge inoltre la preoccupazione relativa al mancato confronto sul bilancio preventivo, che dovrà essere approvato per motivi di urgenza ,anche per liberare risorse per saldare i fornitori entro il 31 dicembre. A tale proposito le perplessità più significative riguardano l’aumento prevedibile della tassazione sui cittadini (IRPEF e IMU), i rincari di tariffe e rette, la possibile cancellazione o riduzione di una serie di provvedimenti a sostegno delle famiglie e delle fasce sociali più deboli, interventi che i sindacati vorrebbero poter discutere, ritenendo di essere portatori delle istanze di chi, sarà chiamato a rimediare agli errori di una classe dirigente inadeguata e inaffidabile".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Anna

    30 Dicembre @ 11.32

    C'era da aspettarselo: non ci sono soldi, perchè ex sindaco e soci hanno fatto bella la città senza però darci niente di concreto, e ora dobbiamo pagare. E ovviamente chi paga? chi dichiara tutto, chi lavora onestamente, chi non cerca trucchetti per fregare il Comune e quindi tutti gli altri. A me il Comune toglierà il quoziente Parma per le rette di 3 figli, non avrò la riduzione sulla tariffa rifiuti promessa e mai fatta, non avrò dirittto agli sconti per le famiglie numerose. E invece il mio vicino, che ha il SUV e un figlio solo, fa il commercialista e non dichiara tutto, non è sposato e risulta che la compagna l'ha abbandonato per andare a vivere da un'altra parte (mentre abita con lui) e lui vive con un nonno disabile (che abita altrove con badante clandestina) magari paga la tariffa minima perchè "è in una situazione difficile". E poichè non ci sono soldi, non ci saranno neanche controlli su queste situazioni così frequenti. Vabbè, rimbocchiamoci le maniche e lavoriamo, dichiarando ovviamente tutto quello che abbiamo. Grazie a chi ci ha lasciato in questa condizione. Non tanto chi, come Monti o Ciclosi, sta cercando di farci riemergere dal pantano, ma chi nel pantano ci ha spinto per farsi bello con tante parole e tante conferenze stampa, con un gran spendere per pubblicizzare "Parma un modo di vivere".

    Rispondi

  • kgb

    30 Dicembre @ 05.53

    non e possibile che paghino sempre i soliti gia i servizi alla persona fanno pena , poi aumentano ancora le tariffe e, proprio una vergogna ,ma andate a vedere come sono assistite le persone vi rendete conto che pagano gia abbastanza per quello che hanno,ma noi italiani siamo diventati dei veri pecoroni.grazie monti grazie ciclosi

    Rispondi

  • LOTTICI

    29 Dicembre @ 21.17

    Concordo. Devono pagare il sindaco e tutti coloro che hanno portato il comune in questo disastro. Non possono sempre farla franca. Noi cittadini dobbiamo ribellarci.Non dobbiamo sempre accettare tutto quello che ci viene imposto mentre loro dormono tranquilli i loro sonni. Chissà perchè Vignali non si vede più in giro per la città!

    Rispondi

  • gianluca

    29 Dicembre @ 19.20

    COME HO DETTO ALTRE VOLTE FATE PAGARE IL CONTO AL EX SINDACO VIGNALI E SOCI.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

Intervista

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

2commenti

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

parmense

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

1commento

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Continuano le segnalazioni di black-out

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

3commenti

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

7commenti

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

28commenti

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

PARMA

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno  

1commento

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

4commenti

Sport USA

NBA, altro infortunio per Gallinari

SOCIETA'

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS