Parma

Inquinamento dell'aria: Parma è maglia nera in regione

Inquinamento dell'aria: Parma è maglia nera in regione
Ricevi gratis le news
13

Nel primo giorno dell’anno Legambiente Emilia-Romagna ha voluto ricordare che «il 2011 si è chiuso con un ennesimo periodo di sforamenti dei limiti sulla qualità dell’aria. Il numero di giorni di superamento dei limiti delle PM10 (le polveri sottili) - ha sottolineato - quest’anno sono giunti a valori astronomici, ben più alti del 2009 e del 2010 e le ultime settimane sono state caratterizzate da continua emergenza».

In testa alla classifica negativa (stilata da Legambiente sula base di dati Arpa) c'è Parma, con 92 giornate di sforamento (contro le 61 del 2010 e le 62 del 2009), seguita da Modena con 89 (82 e 78 nei due anni precedenti) e da Reggio Emilia con 84 (84 e 80). Piacenza è quarta con 79, ma è l’unica ad aver migliorato rispetto al 2010, quando le giornate "nere" furono 83 (63 nel 2010). Quinta è Rimini con 73 (ma con un peggioramento notevole, come Parma, sui due anni precedenti: 58 e 36). Poi Ferrara con 71 (59 e 66), Bologna con 68 (62 e 50) e Ravenna con 67 (47 e 37). Ultima, quindi nella situazione migliore, è Forlì con soltanto 47 giornate con troppe polveri sottili, ma anche lei in leggero peggioramento sulle 45 del 2010 e le 37 del 2009.
 
«Purtroppo le reazioni dei comuni e della Regione sono state ancora una volta deboli e contraddittorie - ha criticato Legambiente - con blocchi del traffico programmati, poi revocati ai primi segnali di pioggia, per poi essere riattivati poco dopo. Un comportamento che non è coerente con la gravità del fenomeno e con gli effetti sulla salute. È bene ricordare, come cita anche il sito dell’Arpa, che l’aumento delle concentrazioni delle PM10 è direttamente correlabile a aumento di ricoveri ospedalieri e di patologie per cause respiratorie e vascolari».
 
Per questo l’associazione ambientalista ha chiesto «che il 2012 si apra con una maggiore fermezza e con la capacità della regione e dei sindaci di mettere in atto azioni di emergenza serie e continuative assieme ad azioni strutturali sul traffico. Se i blocchi del traffico episodici non risolvono il problema a monte - ha ribadito -, è necessario comunque un forte segnale culturale che l’uso dell’auto privata deve diventare sempre più ridotto nelle nostre città. Quindi i blocchi devono essere mantenuti ed estesi ad ampie aree delle città, riducendo al minimo le deroghe. In questo, una menzione di coraggio va al comune di San Lazzaro di Savena, alle porte di Bologna, che pur avendo meno di 50mila abitanti dal 2004 ha aderito all’Accordo di Programma sulla qualità dell’aria, e che quest’anno ha emanato un’ordinanza prevedendo per una settimana intera e su tutti i giorni la regolamentazione più restrittiva sulla circolazione dei veicoli, tipica dei giovedì di gennaio. Inoltre ha aggiunto la disposizione ad abbassare la temperatura massima di esercizio del riscaldamento, e riducendone il funzionamento di un’ora al giorno». 
 
Quanto alle azioni strutturali, per Legambiente, «è necessario destinare i fondi per gli investimenti con priorità assoluta al trasporto pubblico cittadino e pendolare e alla rete delle piste ciclabili. Al contrario la nostra Regione - altra critica - sembra avere una particolare predilezione per strade e autostrade. Anche sul versante delle abitazioni l’urgenza è quella di mettere mano alla riqualificazione delle città riducendo i consumi del patrimonio edilizio costruito dal dopoguerra agli anni '90, individuando gli strumenti urbanistici ed economici per farlo. Insomma se nell’immediato i blocchi del traffico sono la soluzione da applicare - è stata la conclusione di Legambiente -, nel lungo termine la lotta allo smog si fa con i piani regolatori e sulla scelta degli investimenti infrastrutturali».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • mirco

    02 Gennaio @ 15.00

    Vai Emiliano....così, continua così...ragiona pure ma prima informati....

    Rispondi

  • Emiliano

    02 Gennaio @ 12.55

    Probabilmente in vece sarebbe il contrario, con l' inceneritore come lo chiamate voi, e che invece si chiama termovalorizzatore, che almeno da progetto inziale, fornisce riscaldamento ed energia al posto delle tante e vetuste caldaie dei condomini, specie di quelli comunali, l ' inquinamento non potrà che calare. la gente deve capire che non sono ne le auto ne i termovalorizzatori a sporcare l' aria, in quanto tecnologicamente avanzati e rispettosi delle severe norme italiane ed europee, ciò che inquina sono le caldaie delle case e in un certo quantitativo alcune industrie, prova ne è il fatto che in estate quando le auto circolano ugualmente, ma i riscalamenti sono spenti, il problema non si presenta. Per favore gente ragionate!!!!!!

    Rispondi

  • Gio

    02 Gennaio @ 11.58

    Si diceva a Parma si sta bene ...e via tutti qui ....ora Parma è caotica piena di gente che non si muove altro che in auto x piccoli spostamenti. Case su case palazzi assurdi in luoghi dove prima c'era l'erba o insediamenti che portavano meno traffico e caos. Uno schifo!!

    Rispondi

  • Gio

    02 Gennaio @ 11.56

    Si è costruito a dismisura e troppa gente va in auto anche per piccoli spostamenti cittadini. La camorra e la malavita hanno costruito ma senza muovere l'economia come accadeva anni or sono. Sono stufo di vedere cose assurde.

    Rispondi

  • mirco o.

    02 Gennaio @ 11.40

    e se prima eravate in 3 adesso siamo in 4 a pensare la stessa cosa

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Rotonde, piste ciclabili ma non solo:

GAZZAFUN

Rotonde, piste ciclabili ma non solo: ecco i quiz per la patente

Via Ugolotti: i compleanni del Bang

PGN FESTE

Via Ugolotti: i compleanni del Bang Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

In manette la banda delle spaccate: 2 giovani arrestati dai carabinieri

CARABINIERI

Furti a Monticelli e nel Reggiano: due arrestati, sequestrata una pistola

I due stranieri sono accusati di numerosi furti e di ricettazione 

Emergenza

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

7commenti

BOLOGNA

Grano duro, firmato l'accordo fra Barilla e i produttori: 120mila tonnellate in Emilia-Romagna

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

INTERVISTA

Il prefetto: "Migranti, a Parma numeri destinati a calare" Video

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

DIPENDENZA

Droga: il racconto di chi ne è uscito 

Una sera con i Narcotici Anonimi

INTERVISTA

La regista Emma Dante: così in scena la bruttezza diventa bellezza

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

7commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

INSERTO

Speciale Sposi: guida al giorno del «sì»

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Neve: centinaia di turisti bloccati in Val Senales, situazione critica in Alto Adige

VENEZIA

Conto da 1.100 euro: i turisti giapponesi denunciano alla Finanza

SPORT

manifestazione

Bimbi e tifosi abbracciano il Felino (contro tutte le mafie) Gallery

posticipo

L'Avellino espugna Brescia tra mille emozioni La classifica di serie B

SOCIETA'

GIOCATTOLI

I mitici mattoncini Lego compiono 60 anni Video

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

LA MOTO

Yamaha MT-09 SP: la prova