-1°

Parma

Negozi aperti giorno e notte? Per ora regna la confusione

Negozi aperti giorno e notte? Per ora regna la confusione
Ricevi gratis le news
24

Per ora, in merito alla liberalizzazione degli orari di apertura e chiusura di negozi e pubblici esercizi, in vigore dal 2 gennaio, c’è solo tanta confusione.
L’unica certezza sono le nuove regole: su tutto il territorio nazionale, commercianti al dettaglio, grande distribuzione, bar, ristoranti, pub, locali potranno restare aperti anche 24 ore su 24, senza alcun obbligo di chiusura domenicale, festiva e senza dover rispettare la mezza giornata di chiusura infrasettimanale.  Una norma che vale per tutti, senza più distinzioni tra «comuni turistici» e «città d’arte». Per il resto, Regioni ed enti locali, stando alla lettera della norma contenuta del pacchetto «Salva Italia», hanno 90 giorni per adeguare i propri ordinamenti al nuovo provvedimento. In realtà si tratta di un atto formale, dal momento che ogni regolamentazione locale, in contrasto con la normativa nazionale, non avrebbe alcuna efficacia.  Quindi, un negozio aperto 24 su 24, oggi, non incapperebbe in alcuna sanzione. Le amministrazioni, intanto, prendono tempo. Anche il Comune di Parma: telefonando in Municipio, in due giorni diversi, è stato impossibile reperire un responsabile del settore Commercio per avere delucidazioni in merito alle mosse del Comune. Trapela soltanto un «stiamo studiando la normativa», un «modificheremo i regolamenti per renderli coerenti con le nuove misure» e un «lavoreremo tramite un tavolo istituzionale». (L'articolo completo è sulla Gazzetta di Parma in edicola)

LA REGIONE E' CONTRARIA, NON E' ESCLUSO UN RICORSO ALLA CORTE COSTITUZIONALE. La Regione Emilia-Romagna dà un giudizio negativo sulla liberalizzazione degli orari degli esercizi commerciali decisa dalla manovra del Governo Monti e non esclude a priori un ricorso alla Corte Costituzionale contro il provvedimento, anche se la Giunta guidata da Vasco Errani attenderà l’esito dell’incontro che ci sarà per la prossima settimana a Roma per decidere la linea di azione.
Un orientamento di viale Aldo Moro esplicitato dalle parole dall’assessore regionale al commercio Maurizio Melucci: «La prossima settimana ci sarà un incontro tecnico sul tema con il Governo. Vedremo quale sarà l’orientamento prevalente tra le Regioni su un eventuale ricorso e poi anche noi decideremo il da farsi» ha detto. La soluzione migliore, afferma, è che «l'esecutivo torni sui suoi passi».
Melucci dà voce ai timori di una parte consistente dei commercianti emiliano-romagnoli, cioè che la liberalizzazione porti una forte concorrenza dei centri commerciali a danno delle attività dei centri storici. «Non vedevamo la necessità di una ulteriore liberalizzazione. In Emilia-Romagna abbiamo raggiunto un equilibrio virtuoso, soprattutto nelle città turistiche, dove c'è già una flessibilità consistente attraverso il sistema delle deroghe».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • claudio marziani

    05 Gennaio @ 10.05

    Forse vista da un'altra prospettiva, potrebbe essere questa normativa, rientri in un progetto di sicurezza ben più ampio. Sicuramente Il tutto andrà adeguato, più forze dell'ordine come punto primo, ma il dare vita alla notte, potrebbe anche essere un deterrente a certe attività criminose.

    Rispondi

  • stefano

    05 Gennaio @ 09.18

    si vuole tenere aperto anche la notte ok ? l'importante e' che le persone che lavorano vengano retribuite nella giusta maniera , adesso funziona cosi' i lavoratori non vengono retribuiti se non con una piccola maggiorazione la domenica . X le festivita' si recupera mi spiego meglio chi lavora domani giorno dell'epifania sta a casa dopodomani se si terra' aperto x pasqua si sta a casa il primo giorno libero x recuperare , mi chiedo come mai si autorizzano queste aperture senza tenere conto che chi lavora deve essere retribuito . cari giornalisti xche' non vi informate su queste cose certo mi rendo conto che non conviene infatti le aziende sborsano decine di migliaia di euro x acquistare una pagina pubblicitaria.

    Rispondi

  • Francesco

    05 Gennaio @ 08.51

    Leggo che molti sono favorevoli, mi dite se poi di notte andrete a fare la spesa? Anche perchè io continuo a non capire cosa dobbiate fare di notte...shopping? Evidentemente di giorno non lavorate perchè, altrimenti, non avreste molta voglia di uscire nei giorni feriali...A chi parla di nuovi posti di lavoro nella grande distribuzione porto l'esempio dell'Esselunga: non assumono nuove persone ma fanno giostrare quelle giá esistenti una domenica a testa. In Germania ci sono negozi aperti tutta la notte, sono piccoli minimerket gestiti da arabi, turchi o marocchini e frequentati da chi sta fuori la notte per fare piccoli acquisti...inutile dire che a Parma non servono a nulla. Fosse per me non terrei aperto nemmeno la domenica perchè la gente che lavora (davvero, ovvero piega la schiena in fabbrica) alla domenica si riposa e la spesa la fa al sabato....altrimenti perchè non tenere aperti anche sabato e domenica le banche, gli uffici comunali, le poste e tutti quei posti che servirebbero davvero aperti anche nei festivi? Se dobbiamo lavorare 24/7 facciamolo tutti, dal commesso al banchiere.

    Rispondi

  • francesco brundo

    05 Gennaio @ 03.01

    Fanno come al solito norme che neppure loro conoscono, le devo studiare prima, BUFFONI, siamo amministrati da dei BUFFONI ! vogliono risolvere la crisi scannnando e prendendo per il collo la gente, BUFFONI

    Rispondi

  • Emiliano

    04 Gennaio @ 23.27

    Cara Pasquina, sono nato e cresciuto in oltretorrente e quindi conosco bene i problemi di cui parli. La mia opinione è però che sia un po troppo scontato dare la colpa ai supermercati, anche perche come dici tu stessa nei piccoli negozi trovi qualità che altrove non esistono, come ad esempio una gentilezza e una disponibilità sconociute ai supermercati. La mia opinione e che il centro di parma , come quello di altre città purtroppo stia morendo per colpa dei residenti stessi. Quelli che prima non hanno voluto le auto, poi non hanno voluto i bar e i negozi perche fecevano "rumore" ore non vogliono la movida perche alle dieci vogliono dormire, tra parentesi senza nemmeno sapere cosa sia una vera movida... e cosi la vie del centro si svuotano, perche le abitudini della gente non si cambiano, la gente si sposta e basta, e al posto dei parmigiani arrivano i delinquenti, l' insicurezza ad uscire di notte, i ladri ecc. Magari riaccendere la città anche nelle ore notturne potrebbe servire più del previsto...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani l'inserto economia: focus sull'Ape Social

GAZZETTA

L'inserto economia: focus sull'Ape Social

Lealtrenotizie

Ogni parmigiano spende 1.525 euro in azzardo

LUDOPATIA

Ogni parmigiano spende 1.525 euro in azzardo

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto di Nicola Riccò

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

E giovedì c'è la partita con il Bari

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

COLLECCHIO

Tanto verde nella nuova scuola: progetto degli studenti

Prevenzione

Lesignano investe sulla sicurezza

FIDENZA

Salsesi e fidentini protagonisti al programma tv «Le Superbrain»

FONTEVIVO

Furto di gasolio: romeno sorpreso e arrestato

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La sfida degli anolini: ecco quali sono i più buoni a Parma

In gara dieci gastronomie della città

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5