Parma

Il presidente del Parlamento europeo a Parma: "La crisi si supera con l'integrazione dei mercati europei"

Il presidente del Parlamento europeo a Parma: "La crisi si supera con l'integrazione dei mercati europei"
Ricevi gratis le news
4

La manovra varata dal governo Monti, contenente diverse riforme di struttura sono «un passo molto importante» tuttavia, non si può pensare di «uscire dalla crisi senza una strategia condivisa sulla crescita». Lo ha detto il presidente del Parlamento Europeo, Jerzy Buzek, oggi a Parma per l’apertura dell’anno accademico del Collegio europeo, che si svolge questa mattina.

«Le riforme strutturali italiane del governo Monti - ha osservato - sono sicuramente un passo molto importante: dall’innalzamento dell’età pensionabile alla liberalizzazioni del mercato. Ci sono state decisioni importanti anche per quanto riguarda il pareggio di bilancio ed il debito pubblico. Penso che queste misure si riveleranno efficaci nel futuro ma - ha ammonito - non possiamo pensare di uscire dalla crisi senza una strategia condivisa sulla crescita. Tutti i traguardi per l'aumento della crescita sono sicuramente i più importanti».
Per questo, ha proseguito Buzek, «l'orizzonte che dobbiamo darci è quello dell’Europa del 2020. In questo direzione il vostro Primo Ministro è quello che ha dato maggiore impulso. Riforme importanti dovranno esserci pure a livello comunitario come ad esempio nel settore dell’energia e della ricerca per poter garantire competitività ai singoli mercati e nuovi posti di lavoro».
Quanto al futuro dal presidente del Parlamento europeo, arriva una ventata di ottimismo. «Sono sicuro che la sfida più importante che dobbiamo affrontare adesso è come prevenire nuove crisi di questa portata ma anche aiutare quelle nazioni che sono in difficoltà e prevenire il contagio della crisi del debito. Penso - ha chiosato - che il 2012 possa essere, passo dopo passo, meglio del 2011. Parlando in linea generale sono insomma ottimista».

IN EUROPA SERVONO EQUILIBRIO E AUSTERITA' NELLA CRESCITA. LA CRISI SI SUPERA CON L'INTEGRAZIONE DEI MERCATI EUROPEI. Rilanciare il mercato unico, soprattutto per quanto riguarda la politica energetica. E' questo uno dei temi che ha più volte sottolineato il presidente Buzek durante il suo intervento a Parma per l’apertura dell’anno accademico del Collegio europeo.
In particolare Buzek ha sottolineato come «il successo nel superamento di questa crisi sarà raggiunto solo nell’aumento dell’interdipendenza dei mercati dei vari paesi». Per questo motivo va «rilanciato il mercato unico europeo. L’Europa deve continuare ad essere un luogo dove i confini sono abbattuti, non eretti. Sono poi preoccupato per le nuove barriere, quelle psicologiche. Sento parlare di vecchia e nuova Europa, di nord e sud, di est ed ovest, di centro e periferia, se si vogliono vedere delle divisioni le occasioni certo non mancano. Ma dobbiamo lottare per un destino futuro più comune. E se però un paese o più paesi vogliono fare un passo indietro, tirarsi fuori, devono essere liberi di farlo anche se sono sicuro che le prospettive comuni eviteranno questi tipi di provvedimenti».
«Paradossalmente - ha concluso su questo tema il presidente del Parlamento europeo - la crisi ha creato gli europei. Ora tutti hanno capito come ci sia una forte interdipendenza fra tutti i nostri paesi».
Su una nuova politica energetica, Buzek ha spiegato invece di stare battendosi per «una maggiore interconnessione energetica fra i vari paesi dell’Unione. Il nostro obiettivo deve essere quello di creare una comunità economica europea dell’energia».

«Non credo che in Europa si sia ancora raggiunto il giusto equilibrio fra austerità e crescita. In molti Paesi si è concentrata l’attenzione sugli aspetti fiscali e non su nuove fasi di crescita. Abbiamo bisogno invece di più investimenti su ricerca ed infrastrutture. Non possiamo favorire l’austerità a discapito della crescita», ha detto inoltre Buzek parlando al pubblico del Collegio europeo. «Dove trovare però le risorse visto che in questo momento di denaro ce n'è poco? La mia risposta - ha spiegato Buzek - è che dobbiamo lavorare di più e più a lungo, cioè andremo in pensione tutti più tardi. E poi servono nuove riforme strutturali. Dobbiamo tagliare quelle spese che non danno risposte efficaci sul fronte umano e sociale. Lo so, la mia è una risposta semplice ma molto difficile da attuare ma è la nostra unica possibilità di uscire da questa situazione».

BUZEK SUI PROBLEMI DELL'UNGHERIA: "IL PRESIDENTE PORTO' IL PAESE ALLA DEMOCRAZIA". DUBBI SULLA STRATEGIA ECONOMICA. «Dobbiamo ricordarci che il presidente dell’Ungheria Pat Schmitt, che è in carica adesso, è lo stesso che condusse il paese alla democrazia venti anni fa». Così il presidente del parlamento europeo Jerzy Buzek, ha risposto a chi gli chiedeva un giudizio sulla situazione democratica dell’Ungheria.
Il presidente ungherese, ha proseguito Buzek durante la sua giornata a Parma, «è stato sempre molto coraggioso, si è battuto per una economia di mercato e per soluzioni democratiche nelle istituzioni. Purtroppo adesso il contesto economico è cambiato ed i governi precedenti non hanno fatto molto bene».
Proprio in tema di economia, ha sottolineato, «sono abbastanza preoccupato per la durezza delle misure che sono state prese dal governo di Budapest. Dobbiamo comunque vedere tutto ciò in un’ottica positiva e augurare al popolo ungherese di poter superare la crisi perché un contagio sarebbe molto pericoloso per i paesi limitrofi. Abbiamo comunque ancora qualche dubbio che - ha concluso - l'approccio del governo ungherese su questi temi sia il migliore possibile».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Mauro

    08 Gennaio @ 00.14

    Ecco un altro sapientone con la sua ricetta. E noi paghiamo.

    Rispondi

  • massimo

    07 Gennaio @ 15.30

    Si e con un sano protezionismo nei confrondi della Serbia, Cina, India, Lituania...gli imprenditori che se ne sono andati devono pagare il costo sociale della gente lasciata senza lavoro e non lo stato.

    Rispondi

  • Daniele Tanzi

    07 Gennaio @ 11.44

    Molti eminenti studiosi, fra cui sociologhi, filosofi ed economisti, hanno messo in guardia, nel secolo scorso, contro i pericoli cui andrebbe incontro la stessa specie umana e il pianeta Terra, in caso di una crescita economica illimitata e indiscriminata. Credo che all'umanità odierna serva una crescita morale e sociale, soprattutto.

    Rispondi

  • pamela

    07 Gennaio @ 11.36

    VOTATE LA NOSTRA BELLISSIMA CITTA' PARMA AL SONDAGGIO; Quale città italiana ritieni più idonea ad ospitare l'Eurovision Song Contest? (massimo 2 preferenze) ECCO IL SITO, http://esc-time.com/2012/01/02/nuovo-sondaggio-quale-citt%C3%A0-italiana-per-leurofestival/

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

allarme maltempo

L'Enza e il Taro fanno paura: vertice notturno. Sorbolo, ponte chiuso fino a domani (Paura a Vignale: il video)

5commenti

Incidenti

Corcagnano e via Spezia: due pedoni investiti, sono in gravi condizioni Video

ordinanze

Ghiaccio, maltempo e zone in Appennino senza luce: ecco le scuole che resteranno chiuse

MALTEMPO

Ghiaccio (le foto) e black-out, Lucchi: "Berceto in ginocchio" Video: il Baganza fa paura

anteprima Gazzetta

Un altro grave incidente sulla Massese

San Prospero

«La Vela» in stato di abbandono

Ladri, rifiuti, droga: non c'è pace. Ma qualcuno "resiste". Parlano i commercianti

4commenti

autostrada

Auto si capovolge in A1 a Campegine: conducente illeso Foto

ieri sera

Lupo investito da un'auto in via Emilio Lepido

28commenti

squadra mobile

Vicofertile, quattro kg di droga in casa del pusher "impenitente" Video

3commenti

legambiente

La Brescia-Parma tra le peggiori linee ferroviarie d'Italia con la Circumvesuviana e l'Agrigento-Palermo

3commenti

GAZZAFUN

Dagli ex alle coppe vinte: 10 quiz per sapere tutto del Parma

SENZATETTO

Il Natale lontano di chi vive sotto i ponti

1commento

tg parma

Guerra: "Per Fedez nessuna location bocciata. In settimana l'annuncio"

FORNOVO

Polemiche sull'albero di Natale

1commento

SALSO

Ancora furti: due case messe a soqquadro

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

UNIVERSITA'

Smart Production Lab 4.0 al servizio del futuro

di Katia Golini

ITALIA/MONDO

COREA DEL NORD

Pyongyang prepara la guerra batteriologica?

manhattan

Esplosione a New York: "Bombardano il mio Paese (Bangladesh) volevo vendetta" Mappa - Foto - Il momento dell'esplosione

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

Ministero

Farmaci più cari di notte: raddoppia il supplemento

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS