11°

Parma

Iotti: "390 euro di tasse a testa" Pagliari: pulizia nelle partecipate

Ricevi gratis le news
0

 «Ogni componente delle famiglie parmigiane pagherà 390 euro di tasse in più nel 2012 per risanare il debito ereditato dalla Giunta Vignali. Debiti peraltro sottostimati sul versante delle partecipate». Il conto lo fa Massimo Iotti, ex consigliere comunale del Pd. E nelle stesse ore il suo ex capogruppo Giorgio Pagliari chiede massima trasparenza sulle partecipate. 
I conteggi di Iotti
«Definire di “rigore” il Bilancio è un eufemismo – spiega Iotti –. Emerge un’emergenza sui conti che solo un amministratore capace e d’esperienza potrà fronteggiare per scongiurare la paralisi del Comune. Ruolo per il quale vedo solo Vincenzo Bernazzoli», spiega Iotti. «Nel 2012 per avere gli stessi servizi ogni famiglia pagherà in media circa 390 euro in più per componente, oltre a quanto già versava prima. Tra le entrate che mancano, poi, figurano i proventi da attività edilizia: 44 milioni in meno nei prossimi 3 anni. E per fortuna che il Pdl ha sempre negato questo allarme. Per pareggiare i conti (e niente di più) e per estinguere i debiti pregressi avremo una addizionale Irpef al massimo, che porterà nelle casse 12 milioni in più all’anno – continua Iotti –. Una cifra pari alla quota di rimborso dei debiti pregressi. L’Imu, invece, sarà al massimo consentito, con pesantissimi costi per i proprietari di seconde case o immobili produttivi e terreni edificabili».  E il Comune? «Con le previsioni attuali l’Ente dovrà ridurre il personale per 4,3 milioni perdendo in operatività, accontentandosi di tenere aperti gli immobili per i servizi scolastici e sociali  ed eseguire le minime manutenzioni». Sul fronte debiti e partecipate, gli ultimi numeri diffusi «evidenziano solo il debito bancario (in ogni caso è di 269 milioni e 789 mila euro) cui, però, vanno aggiunti debiti con fornitori ed altri impegni scoperti per  un totale di 459 milioni e 717 mila euro». Iotti segnala quello che definisce «un clamoroso errore nel calcolo della quota di debiti consolidati delle partecipate a carico del Comune: i debiti in capo al Municipio assommano al 92% e non al 62%. Infatti, il debito reale pesa molto in società dove l’Ente ha l’intera proprietà. Quindi il debito è di 425 milioni 688 mila euro: a questi vanno aggiunti i 175 milioni 832 mila euro del bilancio comunale (dato dei revisori dei Conti), il rosso pari a 11 milioni del Teatro Regio – incredibilmente non considerato prima – e i 43 milioni emersi di debiti pregressi. Totale per difetto: 632 milioni di euro».
Pagliari e le partecipate
Una vera pulizia all'interno della struttura delle società partecipate del Comune. La chiede l'ex capogruppo del Pd  Pagliari.  «Illustrando il bilancio, il Commissario ha dato alcune indicazioni sulla voragine economico-finanziaria causata dalle Società partecipate (confermando le denunzie delle Opposizioni) e sul loro processo di riorganizzazione.  La necessità della riorganizzazione è sacrosanta, ma la stessa non può essere ridotta ad un’operazione meramente tecnica, priva di un’ “anima”, cioè non fondata su una precisa scelta in ordine alla funzione, che devono avere le Società partecipate nel contesto di Parma».  La scelta definitiva spetterà alla futura Amministrazione, dice Pagliari, ma «il ruolo delle Società partecipate deve essere puramente strumentale rispetto alla azione del Comune e deve aiutare la sinergia tra pubblico e privato su specifici obiettivi senza mai interferire  sulle dinamiche del mercato e della libera concorrenza: il Comune non può e non deve essere imprenditore “in proprio” neanche tramite le sue società». La riorganizzazione, secondo l'ex capogruppo Pd, «richiede l’azzeramento dei vertici nei termini indicati dal Commissario» ma - aggiunge - «non può prescindere, pregiudizialmente, dalla analisi e dalla soluzione di due altre questioni: da un lato, quella dirigenziale, e, dall’altro, quella delle consulenze e degli incarichi professionali. Quanto alla prima, è necessario che sia verificata la piena giustificabilità sul piano funzionale di tutti gli incarichi dirigenziali in essere e l’assoluta congruità dei compensi, compresi i benefit, riconosciuti ai Dirigenti. E, qualora si dovessero appurare situazione di “eccedenza” del corpo dirigenziale. l’abnormità dei compensi,  dei benefit, gli interventi conseguenti sarebbero doverosi e dovrebbero essere assolutamente tempestivi». Inoltre, secondo Pagliari, «è necessario verificare se il sistema partecipate non abbia prodotto consulenze ed incarichi professionali oggettivamente non necessari o caratterizzati da compensi difficilmente giustificabili»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Sei un esperto di... tutto! Rispondi ai nostri 10 quiz

GAZZAFUN

Pronto ad un nuovo ripasso di cultura generale? Provaci subito

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Striscioni per ricordare Giulia davanti al liceo Marconi: foto

PARMA

Striscioni per ricordare Giulia davanti al liceo Marconi Foto

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

VIA GORIZIA

Apre la portiera dell'auto e un uomo lo minaccia con un coltello: un arresto per rapina

Il giovane minacciato è fuggito e ha chiamato i carabinieri. In manette un tossicodipendente

tg parma

Fango, acqua, lavoro e tanta amarezza: parlano gli sfollati di Colorno Video

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

ENZA

Si lavora per il ripristino delle sponde di Enza e Parma Video

Colorno

Il libraio Panciroli: «Mai vista tanta acqua in Reggia»

1commento

GAZZAREPORTER

Problemi alle luminarie: vigili del fuoco in via D'Azeglio Foto

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

INFOMOBILITY

Sosta e transito nelle Ztl: ecco come rinnovare il permesso per il 2018 

AVEVA 52 ANNI

Langhirano piange Tarasconi, per anni gestore del bar Aurora

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

Rispettata la tradizione dell'iniziativa benefica a favore dei più piccoli

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

6commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

PARMA

I torrini del Battistero danneggiati: arrivano le impalcature Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

ECONOMIA

La Commissione Ue contro Ryanair: "Lo sciopero è un diritto fondamentale"

BOLOGNA

Peculato: condannato l'ex capogruppo Pd in Regione Marco Monari

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

RUGBY

Carlo Orlandi (Zebre): "Cerchiamo di migliorare il possesso palla" Video

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

CONSIGLI

Nozze rovinate: la sposa è allergica alla torta

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS