11°

Parma

Tg Parma - Ciclosi: commissione d'inchiesta sul termovalorizzatore

Ricevi gratis le news
6

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Comitato La Pietra

    11 Gennaio @ 14.50

    Per utente SERIETà: Al problema dell’inceneritore e della gestione dei rifiuti la risposta non può essere “solo istituzionale”, ma deve anche essere il risultato di un’azione largamente condivisa e partecipata dai cittadini. Ecco le dieci cose da fare: (1) Estendere la raccolta domiciliare a tutta la città e introdurre la raccolta familiare “spinta” ovunque sia possibile. (2) Incentivare economicamente tutti i comportamenti che massimizzano la raccolta differenziata e minimizzano la produzione complessiva di rifiuti. (3) Attivare la tariffazione puntuale sulla base della misurazione dei quantitativi di rifiuto raccolti e dei conferimenti presso i Centri di Raccolta. (4) Avviare iniziative di sostegno economico per cittadini ed aziende disposti a modificare il proprio stile di vita, adottando comportamenti virtuosi (acquisto di beni sfusi, utilizzo dei pannolini lavabili, installazione di erogatori di acqua potabile, etc…). (5) Intervenire sulle attività produttive e commerciali obbligandole a modificare il proprio approccio alla gestione dei rifiuti, attraverso un sistema di incentivazione per chi introduce cambiamenti innovativi e penalizzazione per chi non si impegna. (6) Avviare un piano di formazione e informazione sugli stili di vita sostenibili, a partire dalle scuole e coinvolgendo la città attraverso le realtà associative, i gruppi e i comitati di cittadini. (7) Attivare i Centri di Riuso, assegnandone la gestione ad associazioni o comitati di cittadini. (8) In prima battuta, verificare la effettiva possibilità di ridurre la portata dell’impianto di Ugozzolo riportandola ai quantitiativi inizialmente previsti dal Piano Provinciale di Gestione dei Rifiuti (65.000 ton/anno vs gli attuali 130.000 ton/anno). (9) Valutare concretamente la sostenibilità tecnico-economica di un piano di riconversione delle strutture del Polo Ambientale Integrato di Parma, allo scopo di sostituire l’inceneritore con altre tipologie impiantistiche di trattamento e recupero dei rifiuti. (10) Sostenere con determinazione a livello regionale una drastica riforma del sistema di gestione dei rifiuti, tesa a penalizzare fortemente chi produce il rifiuto residuo e chi produce beni con materiali non recuperabili. L’Amministrazione Comunale deve fare ovviamente la sua parte. Ma queste proposte saranno tanto efficaci quanto i cittadini di Parma e provincia saranno disposti a modificare le loro abitudini, mettendo in moto quel cambiamento culturale che ci impone di modificare anche tante nostre piccole azioni quotidiane. Alla questione dell’inceneritore, la risposta non può quindi essere “solo istituzionale” ma deve anche essere largamente partecipata! La “termovalorizzazione” del rifiuto bruciato, verrà così sostituita dalla “ecovalorizzazione” dell’agire quotidiano di ognuno di noi.

    Rispondi

  • gerospot

    11 Gennaio @ 09.20

    BUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH!

    Rispondi

  • cia

    11 Gennaio @ 08.36

    deve essere una commissione per accertare la verita' ??? o per cosa ??

    Rispondi

  • pier luigi

    10 Gennaio @ 19.28

    '....puntiamo alla riconversione dell'inceneritore.............che sostituisca la termovalorizzazione del rifiuto bruciato con l'eco-valorizzazione'. Cioè?

    Rispondi

  • Comitato La Pietra

    10 Gennaio @ 16.16

    Giuseppe La Pietra - Ben venga la decisione del Commissario Mario Ciclosi di incaricare una commissione per fare chiarezza e trasparenza sulle procedure che hanno portato al via libera al termovalorizzatore di Ugozzolo e coinvolto la precedente giunta. La nostra volontà è che sia fatta luce sui processi che hanno portato all’autorizzazione del Polo Ambientale integrato, accertando che tutto si sia svolto nella legalità. Qualora vengano riscontrati gli illeciti contestati, il progetto va immediatamente fermato. Se invece non emergeranno irregolarità tali da pregiudicarne l'attivazione, puntiamo alla riconversione dell’inceneritore, con altre tipologie impiantistiche di trattamento e recupero, e a lavorare su un progetto che sostituisca la termovalorizzazione del rifiuto bruciato con l’eco-valorizzazione.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

E' morta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I rilievi dopo l'incidente

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

BASSA

Fracasso (Fai): "La grande bellezza di Colorno va tutelata"

polizia

Via Pelizzi, i ladri narcotizzano il cane e minacciano con le mazze il padrone di casa

Tre furti compiuti, uno tentato e due cassaforti sparite in un solo pomeriggio

1commento

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

polizia municipale

Irregolarità e cibi avariati: 11 sospensioni di attività e 100 persone identificate in tre mesi Video

Due esercizi sono stati chiusi definitivamente, per altri 9 è scattata la chiusura temporanea

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

parma calcio

Verso Parma-Cesena, D'Aversa si affida a difesa e Insigne Video

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS