11°

17°

Parma

Zorandi contro Bernazzoli: "In due anni e mezzo persi quasi due milioni"

Ricevi gratis le news
5

 "In attesa delle primarie del Pd e del congresso del Pdl – dichiara Andrea Zorandi segretario cittadino della Lega Nord Padania in una nota stampa - è interessante notare quanti modelli si stiano creando in politica.  Dopo il fallimentare modello Parma, quello che si sta proponendo con maggior vigore sembra il modello Bernazzoli; è necessario fare un preambolo".
"Molti enti locali italiani hanno acquistato dalle banche prodotti finanziari ad altissimo rischio, chiamati comunemente “derivati”, perché sembravano la cura prodigiosa per comuni, province e regioni soffocati dai propri debiti. A causa di quest’atteggiamento semplicista e poco lungimirante, l’uso di tali strumenti è dilagato. Le banche si sono trovate a “piazzare” prodotti finanziari, per loro altamente lucrativi, ad amministratori che, mal consigliati, si sono fatti abbagliare dall’immediata disponibilità economica, non considerando che nel lungo periodo le perdite avrebbero potuto essere ben superiori rispetto ai profitti e non quantificando l’ammontare del rischio che le banche stavano trasferendo nelle casse pubbliche. Anche gli amministratori della Provincia di Parma – prosegue Zorandi - si sono lasciati allettare, scegliendo di investire in strumenti finanziari derivati (cosiddetto "interest rate swop (I.R.S.), sottoscrivendoli, guarda caso, con Banca Monte dei Paschi di Siena, allora proprietaria al 49% di Banca Monte Parma. Alla Provincia di Parma la scommessa è andata male perché, se fino alla fine del 2008 il flusso di entrata è stato positivo, dal 1° semestre 2009 al 1° semestre 2011, vale a dire in due anni e mezzo, l’Ente ha perso la bellezza di 1.916.207 euro: e il futuro si presenta alquanto nero. In qualità di rappresentante  politico – continua il segretario Zorandi - mi sorge spontaneo chiedere al Presidente Bernazzoli nella sua duplice veste di Presidente della Provincia e futuro candidato sindaco:
non Le è sembrato poco democratico procedere, per quella sottoscrizione, mediante determina dirigenziale e non mediante delibera del Consiglio Provinciale? Non le sembra che ci fosse conflitto di interessi visto che Monte Paschi Siena fungeva anche da consulente dell’Ente oltre cha da controparte tramite una controllata? Non sarebbe bastato un po’ di buon senso e un minimo di senso di responsabilità, che deve avere chi amministra, per comprendere quanto fossero azzardate e inadeguate queste operazioni? E’ questo il modello che intende trasferire nell’amministrazione del Comune di Parma?
Il Presidente Bernazzoli – conclude Zorandi - ha praticamente giocato alla roulette (russa) con i soldi dei contribuenti sperando che gli andasse bene: ma, ovviamente, nessuno pagherà di persona per questa scelta sbagliata che ha causato importanti danni alle casse pubbliche; in realtà, come sempre, pagheranno i cittadini. Gli stessi cittadini a cui ora chiede il voto per essere eletto sindaco di Parma.
 
Andrea Zorandi
Segretario sezione di Parma città della Lega Nord Padania
Parma 11/01/12

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Raffaele

    12 Gennaio @ 13.47

    Balla spaziale Nel corso di un’assemblea organizzata dal comitato IREN, nato per sostenere la candidatura di Vincenzo Bernazzoli, l’attuale presidente della provincia ha rimarcato il valore strategico che Iren rappresenta per il nostro territorio; inoltre ha auspicato il mantenimento «di una società con dimensioni tali che le permettano di operare sul mercato e allo stesso tempo di guardare con attenzione alle esigenze del territorio». Queste dichiarazioni, pur condivisibili, appaiono stonate e contraddittorie se pronunciate da un politico appartenente alla fazione più accentratrice e dispotica del PD regionale; stiamo parlando della stessa corrente di partito che ha bloccato lo sviluppo di parma negli anni 80-90. Chi conosce un poco la materia dei servizi pubblici locali sa benissimo che il PD bolognese di cui Bernazzoli è il candidato ufficiale ha nei fatti appoggiato la costituzione di società multiutilities sempre più grandi e lontane dal territorio, in cui le amministrazioni locali non contano nulla e le decisioni sono prese altrove, su logiche prettamente economico-finanziarie; oltretutto è ormai chiaro il disegno di fusione tra Iren e Hera per dare vita ad una società ancora più grande; questo disegno è appoggiato dall’apparato dirigenziale del PD regionale. Come se non bastasse la Regione Emilia Romagna ha da poco approvato una legge che accentra a Bologna la quasi totalità delle competenze in materia di governo del Servizio Idrico Integrato, con il chiaro obiettivo di favorire le grandi Multiutilities come Iren ed Hera a discapito dei piccoli gestori locali. Bernazzoli è un esponente di punta di quell’apparato dirigenziale del PD che ha sempre dimostrato disinteresse nei confronti delle autorità locali, spesso anche in aperto contrasto con i propri esponenti locali. Per questo motivo le dichiarazioni di Bernazzoli sono da annoverare tra le Balle Spaziali. In ultimo, il fatto che sia nato un comitato IREN a sostegno della sua candidatura, dimostra come l’attuale presidente della provincia non sia la persona più adatta per parlare di salvaguardia delle realtà locali e del territorio. L’enorme contraddizione tra uomo di apparato e dei poteri forti (vedi tema inceneritore fra tutti) e la base territoriale del PD non mancherà di manifestarsi anche in altre occasioni. Come sempre chiaro e onesto ! Grande Zorandi ! e non ti curar della feccia che commenta con cazzate giusto per dare un pò di ossigeno al neurone che gli è rimasto nel cervello bacato !! ilpensieroverde http://unpensieroverdeperparma.blogspot.com

    Rispondi

  • Paolo

    12 Gennaio @ 10.49

    Ottimo Zorandi (come sempre). C'é bisogno di idee valide, persone oneste e di un gruppo serio, mai invischiato in questi giochetti. Aria nuova con la LEGA NORD! Se é vero che a Parma siete al 18% in ascesa ci sarà da divertirsi alle prssim elezioni!

    Rispondi

  • Nicola

    11 Gennaio @ 22.32

    ... e pensare che c'è gente che vota personaggi come questo!!Poi ci chiediamo perchè il paese va a rotoli!!Povra Italia e povra Pèrma.A gum propia di bei persunag:Villani,Vignali, Zorandi e Moine, e laseme le se no ghe da cridèr!!!!!

    Rispondi

  • LA VOCE DELL'ARLIA

    11 Gennaio @ 18.33

    ZORANDI TIENI DURO ... E DENUNCIA SEMPRE QUELLO CHE VEDI INTORNO CHE QUESTI QUA' L?AFRICA CE LA PORTANO QUA' ... E NON IL COLORE DELLA PELLE .... MO LA MISERIAAAA ... MENO POLITICI E PIU' IDEALI .... E IL BERNAZZA LA PROSSIMA VOLTA IL PD PER CHE COSA LO CANDIDA ... DA VESCOVO ... VISTO CHE ORMAI LE CARICHE LE HA PASSATE TUTTE .... MA IL RICAMBIO NELLE ISTITUZIONI AVVIENE SOLO AL CAMPOSANTO ....

    Rispondi

  • Francesca

    11 Gennaio @ 18.12

    Zorandi, la prossima volta consigli meglio Bernazzoli chiedendo a lui di fare come voi della Lega che i soldi dei contribuenti li ha investiti in Zambia e Cipro !! Ah ah ah ah !! Ma per favore !!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

Best: tutti i compleanni

FESTE PGN

Best: tutti i compleanni Foto

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Danneggia un'auto e fugge: preso

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

1commento

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

LIRICA

Festival Verdi: incassi oltre il milione, stranieri 7 spettatori su 10

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

1commento

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

Rubiera

Rubava le bici agli anziani: denunciato pensionato 80enne

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va