-1°

Parma

Abbonato da 59 anni: "Ho imparato a leggere sulla Gazzetta di Parma"

Abbonato da 59 anni: "Ho imparato a leggere sulla Gazzetta di Parma"
Ricevi gratis le news
0

Laura Ugolotti


E’una storia che dura da tutta una vita, e non è un modo di dire. E’ quella che lega Saverio Boselli alla Gazzetta di Parma; una storia che racconta di uomini e tempi che sembrano lontani secoli, più che decenni. E’ il 27 febbraio del 1953 quando, in un podere a San Martino Sinzano, Saverio viene al mondo, primogenito di papà Allegro e mamma Bice. Con loro, nel podere in cui la famiglia vive dal 1922 - e in cui i discendenti risiedono ancora oggi - abita il prozio Giovanni, classe 1879, «personaggio tenace e intraprendente - così lo descrivono Saverio e il fratello Marco -. Amico fraterno di Alceste De Ambris, con cui Giovanni lavorava alla Camera del Lavoro di Parma, il fratello di nostro nonno fu uno degli artefici degli scioperi del 1908 e convinto repubblicano». Curioso, attento, è proprio Giovanni Boselli a scegliere per il nipotino appena nato un regalo insolito per l’epoca: l’abbonamento alla Gazzetta di Parma. «Nel 1953 - racconta Saverio - non c’era ancora la televisione ed era raro anche solo trovare qualcuno che leggesse i giornali, figuriamoci in abbonamento. Eravamo praticamente gli unici di San Martino Sinzano ad avere la Gazzetta, e i vicini venivano da noi per leggere le notizie e controllare i necrologi. Ci mettevamo tutti sotto al portico o, se era inverno, nella stalla, per stare al caldo». «Il mio prozio aveva sempre due giornali in tasca: la Gazzetta di Parma e la Voce repubblicana. Nei pomeriggi estivi sedeva sotto i filari, leggeva la Gazzetta ad alta voce, e io con lui. Provava a spiegarmi cosa accadeva nel mondo, e anche se ero troppo piccolo per capire cosa fosse la politica, mi ha insegnato la voglia di conoscere, di capire». E non solo quello. «Con la Gazzetta ho imparato a leggere. Partendo dalla testata, che era scritta in grande. La G, la A; con le doppie facevo fatica e le prime volte storpiavo il nome, ma quando ho iniziato la scuola conoscevo già tutto l’alfabeto». Quando Saverio cresce e può sfogliare da solo il giornale a cui ancora è abbonato, è al fratello più piccolo, Marco, che il prozio legge le notizie. Poi gli anni passano; la strada che porta a casa Boselli viene asfaltata, «con grande sollievo della postina che ci consegnava il giornale ogni giorno tra buche e pozzanghere», e nel 1971 il prozio Giovanni viene a mancare. «La Gazzetta c’è sempre stata. Anche nel giorno più triste, il 18 agosto 1990, quando quando il Charlie Alpha, l’elicottero del 118, si schiantò sul Ventasso. I membri dell’equipaggio erano colleghi e cari amici di mio fratello (oggi coordinatore della centrale 118 di Parma, ndr). Fu una tragedia, e la notizia che non avremmo mai voluto leggere». Le storie che durano una vita sono così: attraversano alti e bassi ma corrono lungo un filo che non si spezza. «Sono affezionato alla Gazzetta perché racconta il mondo che ho vicino. Le pagine che leggo con più piacere sono quelle che parlano del nostro territorio, e spero che la Gazzetta continui a raccontarlo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

IL CASO

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

I «casi» di via Abbeveratoia, via Zarotto e via Montebello

1commento

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

Economia

Tecnologia sotto l'albero a Natale, il gadget è "low-cost"

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5