22°

Parma

Bossi-Maroni, la Lega "slegata"? Parma minimizza e sta col Senatùr

Bossi-Maroni, la Lega "slegata"? Parma minimizza e sta col Senatùr
Ricevi gratis le news
0

 Nonostante il tentativo di ieri di rasserenare il clima, la tensione ai vertici della Lega nord dopo il «caso Cosentino» rimane alta, con lo scontro fra il leader Umberto Bossi e il primo dei suoi «colonnelli», Roberto Maroni, al quale era stato vietato di partecipare ai comizi del Carroccio. Dopo lo sfogo dell'ex ministro dell'Interno («mi sento umiliato e offeso, ma non mollo»), ieri la precisazione del Senatùr: «Nessun veto». Ma la ferita c'è.  E a livello locale come reagiscono i principali esponenti del partito? Il deputato Fabio Rainieri minimizza: «Da quello che so, al direttivo della Lombardia non è stato deciso nulla di quello che si è letto. Si è parlato di altri problemi, quelli relativi ad alcuni investimenti del partito fatti in modo non chiaro. Ma non di Maroni. Fra lui e Bossi ci sono state diversità di pensiero, ma nessuno scontro». Quanto al divieto a Maroni di fare comizi, Rainieri spiega che in assenza di comunicazioni ufficiali del partito, rimane confermato l'incontro nel Parmense con l'ex ministro, già deciso da tempo. E comunque, aggiunge, «non credo che si possa vietare a qualcuno di andare ai comizi». Più severo con Maroni il senatore Giovanni Torri, che non approva le dichiarazioni critiche che Bobo ha affidato a Facebook: «Se uno ha dei problemi non lo scrive su internet, se ne discute nelle sedi opportune. Il partito ha delle regole che vanno rispettate e se a qualcuno non vanno bene deve trarne le conseguenze». E ricorda i trascorsi di Maroni, quando lasciò la Lega per poi rientrarvi: «Ha già avuto un po' di confusione nel '94, pensavo che gli fosse passata. Uno può sbagliare una volta, ma due no». Il segretario provinciale della Lega, Roberto Corradi, guarda più all’unità del partito, almeno a livello locale, cercando di non lasciarsi coinvolgere dalla spaccatura fra maroniani e bossiani. «Le divisioni del partito non mi interessano - chiarisce Corradi -, non voglio entrare nel gioco di chi sta con l’uno o di chi sta con l’altro. Mi interessa preservare l’unità del partito. Di tutto il partito».  Andrea Zorandi, segretario cittadino della Lega, dice invece la sua, soprattutto in riferimento all'atteggiamento del Carroccio di fronte alla richiesta di arresto del deputato del Pdl Cosentino». «L'ex ministro Maroni aveva dato un’indicazione molto chiara - spiega Zorandi -. Dal momento in cui la giunta per le autorizzazioni a procedere della Camera aveva confermato che non esisteva fumus persecutionis, l’onorevole poteva essere giudicato». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

9commenti

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

Economia

Rinnovato il contratto tra Number1 logistics Group e Barilla

"Obiettivi aziendali ma anche condivisione di valori"

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 9

IL CASO

Parchi, bagni «vietati» ai disabili

BORGOTARO

Venturi: «Punto nascita, chiusura inevitabile»

1commento

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

E' da rivedere per il 66% dei tifosi che hanno risposto al nostro sondaggio

1commento

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

4commenti

E' al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

monchio

Cade da una balza rocciosa: grave un cercatore di funghi 88enne

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

Tra viale Vittoria e via Gulli

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

rapimento

Alfano: "Liberato in Nigeria don Maurizio Pallù"

OMICIDI

Morto il serial killer delle donne di Bolzano

SPORT

Moto

Marquez vuole tornare a vincere

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

SOCIETA'

FOTOGRAFIA

Percezione e realtà negli scatti di Volumnia Fontana

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»