12°

23°

Parma

Bravo De Falco, ma gli eroi di ogni giorno sono anche tra noi

Ricevi gratis le news
5

Pino Agnetti

 Ce la ricorderemo tutti a lungo, quella telefonata fra i due comandanti. Il “buono”, cioè l’ufficiale della Capitaneria di Porto di Livorno, Francesco Maria De Falco. E il “cattivo” Francesco Schettino. Colui che figurerà per sempre negli annali del disonore di tutti i mari. L’uomo al quale – chissà come poi – era stata affidata la più grande nave da crociera italiana. Quattro volte il “Titanic”, il cui comandante fra l’altro si inabissò insieme all’allora “oggetto semovente più grande del mondo” non prima di essersi prodigato nel tentativo di salvare quanti più passeggeri possibile. Alcuni dei quali raccontarono in seguito che, prima di salutarli, Edward J. Smith (così si chiamava) esclamò: “Addio, gente. Seguirò la mia nave!”. Insomma, un eroe. Come un eroe,  appunto, è apparso il De Falco del “Vada a bordo, cazzo!” indirizzato al responsabile numero uno (ma la lista non finisce e non deve finire certo qui) della tragedia della “Costa Concordia”.

Cosa c’è, allora, dietro la popolarità addirittura travolgente (la furibonda intimazione è già diventata una T-shirt di culto e un inno risonante da un capo all’altro del web) conquistata, suo malgrado, dal comandante “buono”? C’è un Paese alla disperata ricerca di gente seria, competente e onesta. Che abbia sgobbato, partendo da lontano e spinta solo dal merito, per guadagnarsi una posizione dignitosa nella vita. E che si farebbe ammazzare, pur di non tradire la fiducia di chi ha creduto in lei. C’è, dietro i “Santo subito” e i “De Falco for president” postati a valanga su Twitter e su Facebook, una domanda profonda di qualcuno di cui fidarsi e al quale affidarsi. Senza dover poi scoprire, magari proprio nei frangenti peggiori come nel maledetto venerdì 13 consumatosi a meno di cinquanta metri dall’isola del Giglio, che a quello di te non gliene importava un fico secco di nulla. E che sei stato un vero pirla a farti abbindolare dai suoi modi furbeschi e accattivanti (infatti, pare che la specialità del comandante Schettino fosse di presentarsi al pubblico plaudente in smoking bianco e microfono da consumato chansonnier).
Ora, dato che anche da queste parti ci siamo fatti una certa qual cultura in materia, verrebbe quasi da dire: “Ma sì, tanto sono tutti uguali…”. Invece, c’è un sacco di gente che anche a Parma non ha mai smesso di fare, ogni santo giorno, il proprio dovere. Esattamente come il comandante De Falco, o il commissario di bordo della “Concordia” Manrico Giampedroni (quello che si è rotto una gamba per salvare donne e bambini). Li conosciamo, li conoscete bene: infermieri, volontari della Pubblica Assistenza, carabinieri, finanzieri, medici, vigili del fuoco, poliziotti, assistenti di malati terminali. E, ovviamente, un sacco d’altri ancora. Sono la Parma di cui non possiamo, e non potremmo, fare assolutamente a meno. E che non ci chiede né lodi sperticate, né ricompense d’alcun genere. Anche perché la loro massima aspirazione risiede nel poter continuare a fare il mestiere che amano. Solo una cosa ci chiedono, pur senza pretenderla: di fare anche noi la nostra parte. Per vedere di riuscire, tutti insieme, a mettere in sicurezza la nave. Invece di contribuire, dopo averla portata da criminali irresponsabili sugli scogli, a lasciarla andare vigliaccamente a fondo. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • lele

    20 Gennaio @ 15.01

    Il vero problema e' che in giro c'e' pieno di gente come Schittino.Questa e' l'unica cosa da sottolineare!Nelle politica,nelle professioni e nella vita quotidiana.

    Rispondi

  • lorenzo

    20 Gennaio @ 14.08

    SCHETTINO E' STATO UN EROE E DE FALCO 'E' SOLO UN MISERO SUPERBO VILE CAPITANO. SCHETTINO COMMISE UN GRANDE ERRORE MA QUANTI ERRORI SI COMMETTE NELLA VITA : GENTE CHE SI TOGLIE LA CAUSA MONTI,AUTISTI DI PULMAN CHE TAMPONANO I TIR , TRENI CHE DERAGLIANO APPARECCHI CE PRECIPITANO. SGETTINO RUSCI A SALVARE PIU' DI 4000 PERSONE E MERITA LA MEDAGLIA D'ORO.

    Rispondi

  • CARMELOG.

    20 Gennaio @ 12.04

    io non sono convinto che de falco sia un eroe; era facile fare l'eroe al suo posto, ne conosco tanti che fanno i de falco di fronte a tanti schettino... mmmhh schettino paga per tutti... ma se dipendesse da me... de falco sarebbe uno dei primi!!! PERCHE' NON HA DENUNCIATO IL PASSAGGIO DI NAVI COSì RAVVICINATE ALLA COSTA NEI GIORNI PASSATI? NELLE SETTIMANE PRECEDENTI??? mi viene solo da pensare una cosa: COSPIRAZIONE!!! tutti salvi per il resto, assicurazioni, costa/carnival, a.d., chief... bla bla bla... W SCHETTINO E L'AGNELLO SACRIFICALE!!!!!! CORAGGIO SU CHE DOPO FESTEGGIAMO!!!! e intanto i morti e i dispersi sono ancora lì...

    Rispondi

  • franco

    20 Gennaio @ 03.38

    E SE POSSO AGGIUNGERE.... NON SOLO LASCIARLA ANDARE A FONDO, MA "GUARDARLA ANDARE A FONDO!"

    Rispondi

  • lele

    19 Gennaio @ 23.22

    Mai letto niente di piu' retorico!Talvolta e' meglio rinunciare al verbo,si possonodire dire cose inutili alla ricerca di ridondanza di seconda classe!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

Via libera della Giunta al progetto esecutivo di valorizzazione e recupero del limite Nord-Est del Parco Ducale. Sarà demolito il muro su viale Piacenza. Stanziati 1.281.000 euro

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

4commenti

monchio

Cade da una balza rocciosa: grave un cercatore di funghi 88enne

Anteprima Gazzetta

Intervista all'avvocato parmigiano che sparò ai ladri

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

Tra viale Vittoria e via Gulli

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

E' da rivedere per il 66% dei tifosi che hanno risposto al nostro sondaggio

1commento

trasporto pubblico

Il Tar annulla gara vinta da Busitalia. Rizzi: "Ricorso, investimenti bloccati" Video

E' al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

carabinieri

Colpo in villa sventato a Langhirano grazie ad un vicino: ladri in fuga

Regione

Bagarre sulla chiusura dei punti nascita

1commento

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

6commenti

SALUTE

Dire addio ai malanni di stagione seguendo semplici suggerimenti

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

1commento

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

10commenti

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: è Willy l'ottavo finalista

inquinamento

Bollino rosso al nord, 24 città "fuorilegge" per smog. Anche Parma

Legambiente, Torino maglia nera. E a Milano prime misure traffico

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

LAMPEDUSA

Donna denuncia: tentata violenza da parte di 5 migranti

2commenti

SIRIA

Raqqa è stata liberata Il video

SPORT

CHAMPIONS

Napoli battuto a Manchester: recrimina per un rigore sbagliato

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

SOCIETA'

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

USA

California, cane-eroe resta col gregge, lo salva dal fuoco

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»