Parma

Englaro: ho liberato mia figlia

Englaro: ho liberato mia figlia
Ricevi gratis le news
0

Margherita Portelli
Vent’anni e un giorno dopo quella fatidica data, Beppino Englaro è a Parma. Ospite di «Sinistra Studentesca Universitaria» e «Libertà e giustizia», ieri pomeriggio, ha incontrato gli studenti e i cittadini nell’aula dei filosofi dell’Università di Parma.
 I posti a sedere non bastano, si sta in piedi in fondo alla sala (presente, tra gli altri, anche il candidato alle primarie del centrosinistra Giuseppe La Pietra). Parla con tono calmo, ma persuaso, il papà di Eluana. Parla della battaglia portata avanti dal giorno dell’incidente che, il 18 gennaio del 1992, inchiodò sua figlia a quel letto dal quale non si sarebbe mai più alzata. Il perché, lo spiega con una parola: «Disinformazione». «Ancora oggi , in troppi, parlano di eutanasia. Quando la nostra vicenda non ha niente a che vedere con l’eutanasia» afferma con convinzione. E la argomenta con un nome: «Pulitzer»: «Come diceva il famoso giornalista: “Un’opinione pubblica bene informata è già una corte suprema”».
Introdotto dal presidente di Ssu, Mirko Petronelli, e dal referente per Parma di «Libertà e giustizia», Edoardo Fregoso, Englaro ha ripercorso la lunga storia umana e giudiziaria di cui si è reso protagonista per diciotto anni, con l’intenzione di dare voce alla volontà della figlia. «A chi non ha conosciuto Eluana, e il suo fortissimo desiderio di libertà, risulta difficile capire al meglio la vicenda - spiega -: circa un anno prima del suo incidente, era andata a trovare un amico in ospedale, Alessandro, che si trovava nelle condizioni che sarebbero state poi le sue. Ecco perché questi temi (vita, morte, libertà e dignità) erano già stati affrontati in famiglia e lei aveva avuto modo di esporre la sua idea. E anche di scrivere una lettera a riguardo. Eluana era una ragazza forte, determinata, per questo noi abbiamo ritenuto doveroso dare voce alle sue convinzioni. Io non potevo non liberare mia figlia, ma mi ci sono voluti 6233 giorni».
 Non ha senso parlare di eutanasia, secondo Englaro: «Perché il lasciarsi morire è differente dal far morire – spiega -. Si tratta della libertà di cura, della libertà di dire no. Quando una persona è in grado di intendere e di volere, può dialogare col medico, può dire “no grazie” ad un’offerta terapeutica. E una cosa deve essere chiara: dal 18 gennaio 1992 al 9 febbraio del 2009 (giorno della sua morte, ndr), Eluana ha avuto le migliori cure che uno si può augurare di avere in quella situazione. Le migliori cure, però, col peggior risultato».
 Critico nei confronti della legge sul testamento biologico passata alla Camera, che pende al Senato, Englaro spiega «che va nella direzione opposta rispetto ai principi costituzionali, perché in fondo lascia al medico l’ultima parola», e sul futuro, non si esprime in termini di speranze: «Non parlerei di speranze, è questione di tempo. Vent’anni fa ero un randagio che abbaiava alla luna, non avevo interlocutori. Oggi la gente vuole capire, dimostra di voler decidere per sé».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé

STATI UNITI

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé Foto

La Royal Mail ha preparato i francobolli dedicati al Trono di spade

filatelia

Royal Mail, francobolli dedicati al Trono di spade

Rotonde, piste ciclabili ma non solo:

GAZZAFUN

Rotonde, piste ciclabili ma non solo: ecco i quiz per la patente

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopriamo le 9 donne dell'isola: Eva Henger

L'INDISCRETO

Scopriamo le 9 donne dell'isola

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

Emergenza

Maleducazione, inciviltà e bullismo: quei ragazzini che invadono il centro

10commenti

CARABINIERI

Furti a Monticelli e nel Reggiano: due arrestati, sequestrata una pistola

I due stranieri sono accusati di numerosi furti e di ricettazione 

BOLOGNA

Grano duro, firmato l'accordo fra Barilla e i produttori: 120mila tonnellate in Emilia-Romagna

1commento

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

GUIDA

Gambero Rosso dà i voti alle gelaterie: vince l'Emilia-Romagna, anche grazie a Parma

"Tre coni" anche a Ciacco e Sanelli di Salsomaggiore. A Treviso il cioccolato migliore

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

gazzareprter

Piazzale Buonarroti, un salotto o una discarica?

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

INTERVISTA

Il prefetto: "Migranti, a Parma numeri destinati a calare" Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani tra i candidati supplenti. Capofila in Toscana 2 un giovane universitario della Scuola europea di Parma

DIPENDENZA

Droga: il racconto di chi ne è uscito 

Una sera con i Narcotici Anonimi

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

8commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Un anno di Trump, il presidente che divide

di Marco Magnani

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Abusivo caricava ragazze davanti alle disco e le violentava Il video che lo incastra

CASSINO

Abusa della figlia 14enne: trovato impiccato davanti a una chiesa

SPORT

Norvegia

Stella della pallamano: “Colleghi hanno diffuso mie foto intime”

lutto

Addio a Franco Costa, volto mitico di 90° minuto. Celebri le interviste all'avvocato Agnelli

SOCIETA'

FESTE PGN

Open Bar al castello di Felino Foto

Portogallo

Onde gigantesche come nel film Point break

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

LA MOTO

Yamaha MT-09 SP: la prova