10°

22°

Parma

Moschea: denuncia di Piazza nei confronti della comunità islamica

Ricevi gratis le news
28

Comunicato stampa

Nella mattina di oggi mi sono recato presso la Procura della Repubblica ed ho depositato una denuncia/querela nei confronti dell’Associazione Comunità Islamica di Parma e Provincia, oltre ad una richiesta di intervento inibitorio e sanzionatorio alla Polizia  Municipale.

E’ mia opinione che il comportamento della Comunità Islamica si possa considerare un atto di prepotenza in quanto continua ad utilizzare l’immobile in totale spregio delle sentenze del TAR e Consiglio di Stato e dell’ordinanza del Comune di Parma.
A mio avviso, il Dr Mazzoni, i sig.ri La Pietra, Dall’Olio, Bernazzoli e tutti quelli che si sono uniti a loro, con il loro tentativo di impedire la chiusura della moschea, incoraggiano di fatto la Comunità Islamica a non rispettare gli atti dei tribunali amministrativi e dall’Amministrazione che gli impongono di cessare l’uso della moschea, con l’inevitabile conseguente querela per l’inosservanza delle sentenze e dell’ordinanza del Comune che oggi ho depositato.
Il Dr Mazzoni ed i suoi seguaci, continuano a chiedere alle varie Autorità di non permettere la chiusura della moschea ma, ad oggi, non esiste nessuna Autorità che abbia il potere di invalidare o derogare queste sentenze.
Né del resto potrebbero derogarvi gli artigiani, malgrado siano stati parte vittoriosa delle relative controversie giudiziarie.
Di conseguenza, a mio avviso, il continuo intervento del Dr Mazzoni ecc, non sortisce altro effetto se non quello di alimentare il clima di tensione e di indurre la Comunità Islamica a non rispettare le regole, senza tener conto del fatto che, oltre a non servire a nulla se non ad aggravare la loro posizione, li mette anche in cattiva luce di fronte all’intera cittadinanza, e probabilmente li danneggia anche per quanto riguarda i loro rapporti con le Istituzioni.
Sempre secondo la mia opinione, se gli islamici pensano di essere stati danneggiati dall’Amministrazione, la legge gli consente di procedere in ambito amministrativo, civile e penale, nei confronti dei soggetti che hanno causato loro il danno, per ottenerne il risarcimento, ma sempre e soltanto nel rispetto delle leggi e delle sentenze.
Cesare Piazza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    23 Gennaio @ 16.29

    Tutti accusano il signor Piazza e gli altri oppure chi usufruisce della moschea ma non credete che la colpa sia della passata amministrazione? Andiamo con ordine, a parma esisteva una moschea di cui nessuno si è mai lamentato, la passata amministrazione la sposta in un capannone con destinazione d’uso diversa e dopo anni chi aveva denunciato ha finalmente ragione. Secondo voi è colpa degli artigiani o della comunità islamica o di chi ha creato tutto questo? Ascoltate bene quello che dicono gli artigiani, ascoltate bene quello che dicono quelli della moschea e vedrete che hanno posizioni che convergono su una cosa, in mezzo a mio parere ci sono razzisti e antirazzisti incapaci di leggere l’ovvio e dare la colpa a chi effettivamente ha causato questo

    Rispondi

  • Russo Giorgio

    22 Gennaio @ 13.48

    Mauro paghi lei la Moschea a costoro che uccidono 1600 Cristiani all'anno (infedeli). Non vediamo mai manifestazioni da parte degli Islamici "moderati" che condannano certeazioni !! Gente che non fa lavorare la donna per scelta e sono poveri anche per questo e hanno diritto ad avere la casa pagata da noi. e le scuole gratis ai numerosi figli. basta !! Venite dal vostro paese perchè stavate male e venite qui con le vostre paturnie consuetyudini di miseria. Basta

    Rispondi

  • mauro

    22 Gennaio @ 10.55

    ci ho ripensato, ho torto: Cesare Piazza non si fa gli affari suoi ma quelli degli altri, ma allora anche GIO sbaglia.

    Rispondi

  • shark

    22 Gennaio @ 09.25

    Sig. Mauro, se la moschea la fosse stata in via Montanara, avrebbero già imparato l'educazione...

    Rispondi

  • Gianluca Pasini

    22 Gennaio @ 09.23

    I discorsi del sig. Lorenzo e Mauro contengono insulsaggini; è da ammirare la perseveranza del Sig. Piazza. Spero che il Comune fra un po' trovi un pretesto qualunque per conferirgli il premio Sant'Ilario. Soggiungo che, quanto a diritti e doveri, gli immigrati hanno il dovere di rispettare le nostre usanze e leggi e il diritto di mantenere le loro, diritto però subordinato e condizionato; noi, che siamo nati qui, abbiamo il diritto e il dovere in egual misura di rispettare le nostre leggi e tradizioni. Una badante, per quanto meritorio sia il suo lavoro, è pur sempre ospite e non sarà mai alla pari del datore di lavoro italiano.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Andrea Spigaroli

Andrea Spigaroli

MUSICA

X Factor, il parmigiano Andrea Spigaroli va avanti (Con polemica)

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

55 offerte di lavoro

OPPORTUNITA'

55 nuove offerte di lavoro

Lealtrenotizie

Furto in vialla a Langhirano

carabinieri

Colpo in villa sventato a Langhirano grazie ad un vicino: ladri in fuga

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

5commenti

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

2commenti

trasporto pubblico

Il Tar annulla gara vinta da Busitalia. Rizzi: "Ricorso, investimenti bloccati" Video

ricoverato al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

tg parma

Cassa di espansione sul Baganza: il progetto Video

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

1commento

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

9commenti

Monticelli

Obbligo di firma, ma scappa con scooter rubato

1commento

inquinamento

Bollino rosso al nord, 24 città "fuorilegge" per smog. Anche Parma

Legambiente, Torino maglia nera. E a Milano prime misure traffico

4commenti

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

Inchiesta

I ragazzi a scuola da soli? tutti d'accordo

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: è Willy l'ottavo finalista

serie B

Sondaggio: momento "opaco" del Parma, dove migliorare?

5commenti

Lutto

Neviano piange il sarto Daniele Mazza: vestì tutto il paese

Fidenza

I ladri si ripresentano alla Pinko

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

LAMPEDUSA

Donna denuncia: tentata violenza da parte di 5 migranti

giallo

Ritrovata Dafne Di Scipio, la ventenne scomparsa a Varese

SPORT

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

Calcio

Spareggi Mondiali: Italia con la Svezia

SOCIETA'

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

meteo

Ophelia (polveri del Sahara) colora di rosso Londra e l'Inghilterra

MOTORI

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»

EMISSIONI

Slovenia, dal 2030 stop ad auto benzina o diesel