Parma

"Maestri del gusto" al posto dei docenti in alcune scuole? Esposto della Cisl all'Ispettorato del Lavoro

Ricevi gratis le news
12

Un esposto all’Ispettorato del Lavoro per la verifica dell’inquadramento professionale dei "maestri del gusto" chiamati a sostituire gli insegnanti durante il momento didattico del pasto in alcuni istituti parmigiani. Lo ha fatto la Cisl Scuola di Parma, che avrebbe riscontrato che il Comune, attraverso soggetti da esso incaricati, con criteri ed inquadramento professionale mai resi noti alle organizzazioni sindacali, avrebbe reclutato addetti che non rivestono la qualifica di docente di scuola statale e che gergalmente sono stati anche definiti "maestri del gusto".

L'episodio, scrive il sindacato in una nota inviata alla stampa, si sarebbe ripetuto negli istituti comprensivi Fra' Salibene-Sanvitale, Montebello e Micheli per effettuare, come detto, la funzione usualmente svolta dai docenti durante il momento didattico del pasto.

"Si ritiene grave - scrive ancora la Cisl Scuola di Parma - che i docenti statali vengano sostituiti, come se nulla fosse, da altri soggetti la cui assunzione è fuori da ogni procedura di reclutamento tramite graduatorie, questo solo per dare una parvenza di efficienza a fronte dei tagli inferti alla scuola pubblica e per far apparire che i tagli di insegnanti non sono avvenuti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • salvatore pizzo

    25 Gennaio @ 23.45

    A Parma ci vivo bene da oltre 10 anni, qui ho iniziato a lavorare quando ero più ragazzo, anzi mi sono trasferito in centro per viverla di più, solo che quando parlo tecnicamente forse sono eccessivamente distaccato, mi dispiace che ciò possa sembrare negativo. Per quanto riguarda la riforma Gelmini: 1) Non prevede alcun maestro del gusto; 2) Noi temiamo qualcosa di ancor più grave del lavoro nero usualmente noto, tolti gli insegnanti a causa dei tagli, si è forzata la mano per dare una parvenza di efficienza, dalla vox populi (dagli atti che abbiamo acquisito non si capisce...) diffusa pare che queste persone sono addirittura degli stagisti/laureandi di corsi di corsi di studio nemmeno relativi all'insegnamento. Ci auguriamo che così non sia, di certo non sono personale scolastico, eppure c'è gente a iosa con tanto di titoli di studio che poteva essere chiamata dalle graduatorie che esistono per questi bisogni. 3) Non abbiamo nulla contro di loro, ma non possiamo tollerare situazioni e dubbi di questo tipo, che per una questione di "immagine" perseverata in maniera estrema da qualche dirigente scolastico. Mi creda non risulta alcun reclutamento (bandi di concorso, selezioni o cose di questo tipo), è una cosa assai grave. Noi chiediamo semplicemente che l'autorità preposta controlli, abbiamo presentato due paginette dettagliate, mica un dossier, di un fatto che non ha riscontri simili (almeno nell'entità) in Italia. Parma in tre anni ha avuto 110 (circa) maestri elementari in meno...non è tollerabile che adesso la scuola appaia immutata con dei trucchi strani. Non a caso solo tre scuole si sono prese la responsabilità di accettare una cosa del genere. Adesso aspetto che l'Ispettorato del lavoro vada a controllare, speriamo lo faccia perchè dopo un mese dall'esposto non ci risulta siano andati a controllare... In altri luoghi su nostra proposta gli enti locali anzichè mandare personale di questo tipo, hanno dato le risorse economiche direttamente alle scuole che hanno provveduto da sole, con le modalità usuali. Cito l'esempio di Langhirano e Valmozzola, inoltre aiuti simili di cui non conosco i dettagli mi sono stati segnalati anche a Monchio. Salvatore Pizzo - attivista Cisl Scuola

    Rispondi

  • miky

    25 Gennaio @ 17.56

    Caro signor Pizzo se lei è tanto sicuro di avere ragione ha fatto bene ad andare a sollecitare l' intervento dell' Ispettorato del lavoro. Io non prendo le difese di nessuno,penso solamente che sia difficile che le scuole statali assumano personale in nero. La figura citata è stata inserita nella scuola dopo la riforma Gelmini che nei Moduli non conteggia le ore di mensa come ore didattiche con conseguente recupero sulle ore in classe con gli alunni, ne viene tenuto conto solo nel Tempo Pieno,ma questo lei lo dovrebbe sapere è un attivista della CISL scuola. Comunque lei ha diritto come cittadino e non solo come sindacalista ad andare nella sede del tribunale e fare un esposto alla Procura della Repubblica. Se vi sono irregolarita' loro vedranno e interverrranno. Su Bernini potevate contestare legalmente il suo lavoro e chiedere ispezioni piu' accurate a chi di dovere, ma nessuno lo ha fatto,non mi riferisco solo alla CISL ma anche ad altri ovviamente. Le ricordo anche il bellissimo rinnovo contrattuale dei metalmeccanici a 35 EURO LORDI IN 3 ANNI...e crepi l' avarizia!!! Le ricordo che per questo diversi delegati sono stati cacciati malamente da fabbriche e officine meccaniche. Il lavoro abusivo di solito non è sotto contratto,di qualunque genere esso sia,se i contratti in questione non sono molto regolari questa sta anche a voi sindacati verificarlo e fate bene ad indagare ma senza avere pregiudizi di luogo come mi sembra trapeli dalle sue parole. Poi mi spieghi una cosa lei a Parma non ci vive?non la sente sua come citta'? Perchè vedo parecchi "voi" nei suoi discorsi e mi sembra che lei parli della citta' come una cosa astratta alla sua vita. Cordiali saluti anche a lei.

    Rispondi

  • salvatore pizzo

    24 Gennaio @ 22.19

    Caro Signor Miky, 1) Su questa questione noi Bernini lo abbiamo diffidato formalmente, poi se dovevamo chiedere con lui un confronto mentre era in Via Burla questo mi pare francamente assurdo; 2) Potrei capire amicizie "importanti", ma un sindacato con milioni di isciritti come la Cisl certamente non vede perchè dovrebbe essere "amico" di politici locali, di Parma poi; 3) Da che mondo e mondo la scuola la fanno i docenti, inoltre non mi risulta che siano stati assunti dei nutrizionisti al posto dei docenti. La qualifica di "maestro del gusto" non è contemplata nell'ordinamento, perchè non dite che anche a Parma ci sono stati i tagli dei docenti ed avete preso del personale mal pagato (o stagisti?) dandogli una denominazione elegante: io lo chiamo lavoro abusivo a che titolo questa gente sostituisce gli insegnanti ( gli insegnanti controllano i bambini, pare abbiano studiato per stare con i bambini, poi se ci può andare chiunque. Per giunta in maniera non conforme ad alcuna regola del diritto del lavoro ed a quanto apre senza un rapporto professionale... questo lo si vede solo a Parma. Forse non è chiaro che formalmente i bambini mangiano a scuola perchè si ritiene opportuno che vengano formati anche socializzando a tavola...la scuola "sulla carta" non è il tappabuchi dei tempi in cui i genitori lavorano, non è un catering per bambini) 4) Mi dica un contratto firmato dalla Cisl scuola, anche di quelli a livello decentrato che a Parma stiamo sottoscrivendo con gli amici di altri sindacati, che sia peggiorativo di quelli precedenti; 5) Lei mi parla di lavoro fatto bene, ma è sicuro che questi signori abbiano un rapporto di lavoro....? Questo chiediamo all'Ispettorato del Lavoro, di verificare... 6) Non ci risultano selezioni, concorsi, bandi, sorteggi....ma le pare un qualcosa accettabile. Già ma noi chiniamo la testa, siamo sadici ci piace andare contro i nostri iscritti, che essendo per passione autolesionisti in svariati milioni si iscrivono alla Cisl. Cordiali saluti Salvatore Pizzo - attivista Cisl

    Rispondi

  • miky

    24 Gennaio @ 18.27

    Per Salvatore Pizzo. Nel caso specifico della vicenda era piu' che lecito sparare su Bernini e visto la persona che si è dimostrato,non vedo la necessita' di certi scrupoli. In secondo caso chi dovrebbe e potrebbe dare direttive alimentari per i bambini si chiamano Nutrizionisti e di solito sono medici,non tocca certo ai docenti delle scuole. I cosi' detti maestri del gusto( nome a mio parere improprio) si limitano ad accompagnare e a controllare che i bambini mangino senza problemi,cosa che prima facevano gli insegnanti. Poi che in alcuni casi il lavoro sia fatto bene o male questo è un altro discorso. Per quanto riguarda le amicizie della CISL mi sembra che il sindacato piu' di una volta abbia chinato la testa su rinnovi contrattuali discutibili e si sia lamentato molto poco di iniziative discutibili,questo in linea di massima. Poi sullo specifico conosco bene cio' che riguarda piu' la mia categoria lavorativa. Saluti.

    Rispondi

  • Massimo

    24 Gennaio @ 08.55

    A me non interessa che chi segue mia figlia nel servizio mensa sia o meno un docente. Quello che mi interessa è che sappia fare il suo lavoro. Da quest'anno alla scuola dove va mia figlia la sorveglianza è affidata a chi gestisce la mensa. Non è il loro lavoro e si vede. Ho ritirato mia figlia da scuola al posto di mia moglie, nessuno mi aveva mai visto, nessuno mi ha controllato, potevo entrare e portare via due bambini a caso e non avrei avuto problemi. L'addetta era tranquillamente a fumare in cortile mentre i bamibi entravano e uscivano da scuola con e senza giubbotto nell'anarchia piú totale.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta

LONDRA

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta Video

Dal Crazy Horse alla tivù, il passo di Deborah Lettieri

SPETTACOLI

Dal Crazy Horse alla tivù, il passo di Deborah Lettieri

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

SEMBRA IERI

Gimmi Ferrari e i suoi corvi (1996)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Dove investire nel 2018? 5 domande e 5 risposte

ECONOMIA

Dove investire nel 2018? 5 domande e 5 risposte

Lealtrenotizie

Nera 3

carabinieri

Razzia alla Salvo D'Acquisto: ladri costretti ad abbandonare l'auto rubata

incidente

Viale Piacenza, 73enne in bici travolto da un'auto: è grave

2commenti

SCANDALO SANITA'

«Pasimafi», altri 8 medici indagati: sotto accusa anche Mutti e Caspani

CALCIO

Ecco Marcello Gazzola con la maglia del Parma

Una storia iniziata da bambino... Ecco la foto "storica" di Gazzola piccolo giocatore del Parma

A MEDESANO

Pioggia di lettere anonime a luci rosse

Il caso

«Io, musulmano, sono contro la chiusura delle "Luigine"»

2commenti

DEGRADO

Parma, quei 18 luoghi abbandonati in cerca di futuro: foto-storia

4commenti

fiere

Cibus 2018 scalda i muscoli: attesi 80mila visitatori

carabinieri

Capodanno rovinato: l'appartamento in affitto a Madonna di Campiglio era una truffa

INSTAGRAM

Fotografa la città dalla tua... prospettiva

Ecco il nuovo "tema del mese" di IgersParma, in collaborazione con Gazzetta di Parma

tg parma

Novità in casa Tep: arrivano tre nuovi autobus lunghi 10 e 12 metri Video

1commento

HA SCIPPATO DUE ANZIANE

Rapinatore incastrato da una foto

2commenti

FIDENZA

Auto in fiamme nella notte: incendio doloso?

BORGOTARO

Tornano odori e disagi, Rossi interpella Arpae per nuovi controlli

Il sindaco: «Non vogliamo si ripeta la situazione dell'anno scorso»

m5s

Cominciate le parlamentarie. Per Parma Ferraroni, Distante, D'Alessandro e...?

1commento

Gioco

Busseto, vinti 64mila euro al lotto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché l'atomica torna a fare paura

di Paolo Ferrandi

LA BACHECA

Ecco 66 nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

BORGAMO

Cade in una tomba: 74enne muore sul colpo

alimentare

Ferrero acquista i dolci Usa di Nestlé per 2,8 mld di dollari

SPORT

GAZZAFUN

Ceresini o Pedraneschi: chi il miglior presidente?

Calciomercato

Nainggolan, la Roma frena. Tifosi in rivolta sul web

SOCIETA'

Economia

Più ortofrutta confezionata per non pagare i sacchetti bio Video

gran bretagna

18enne italiana mette la verginità all'asta per poter studiare a Cambridge: offerto un milione

2commenti

MOTORI

DETROIT

Mercedes, ecco la nuova Classe G

IL TEST

Nissan X-Trail, i segreti del Suv che piace a tutti