22°

Parma

"Maestri del gusto" al posto dei docenti in alcune scuole? Esposto della Cisl all'Ispettorato del Lavoro

Ricevi gratis le news
12

Un esposto all’Ispettorato del Lavoro per la verifica dell’inquadramento professionale dei "maestri del gusto" chiamati a sostituire gli insegnanti durante il momento didattico del pasto in alcuni istituti parmigiani. Lo ha fatto la Cisl Scuola di Parma, che avrebbe riscontrato che il Comune, attraverso soggetti da esso incaricati, con criteri ed inquadramento professionale mai resi noti alle organizzazioni sindacali, avrebbe reclutato addetti che non rivestono la qualifica di docente di scuola statale e che gergalmente sono stati anche definiti "maestri del gusto".

L'episodio, scrive il sindacato in una nota inviata alla stampa, si sarebbe ripetuto negli istituti comprensivi Fra' Salibene-Sanvitale, Montebello e Micheli per effettuare, come detto, la funzione usualmente svolta dai docenti durante il momento didattico del pasto.

"Si ritiene grave - scrive ancora la Cisl Scuola di Parma - che i docenti statali vengano sostituiti, come se nulla fosse, da altri soggetti la cui assunzione è fuori da ogni procedura di reclutamento tramite graduatorie, questo solo per dare una parvenza di efficienza a fronte dei tagli inferti alla scuola pubblica e per far apparire che i tagli di insegnanti non sono avvenuti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • salvatore pizzo

    25 Gennaio @ 23.45

    A Parma ci vivo bene da oltre 10 anni, qui ho iniziato a lavorare quando ero più ragazzo, anzi mi sono trasferito in centro per viverla di più, solo che quando parlo tecnicamente forse sono eccessivamente distaccato, mi dispiace che ciò possa sembrare negativo. Per quanto riguarda la riforma Gelmini: 1) Non prevede alcun maestro del gusto; 2) Noi temiamo qualcosa di ancor più grave del lavoro nero usualmente noto, tolti gli insegnanti a causa dei tagli, si è forzata la mano per dare una parvenza di efficienza, dalla vox populi (dagli atti che abbiamo acquisito non si capisce...) diffusa pare che queste persone sono addirittura degli stagisti/laureandi di corsi di corsi di studio nemmeno relativi all'insegnamento. Ci auguriamo che così non sia, di certo non sono personale scolastico, eppure c'è gente a iosa con tanto di titoli di studio che poteva essere chiamata dalle graduatorie che esistono per questi bisogni. 3) Non abbiamo nulla contro di loro, ma non possiamo tollerare situazioni e dubbi di questo tipo, che per una questione di "immagine" perseverata in maniera estrema da qualche dirigente scolastico. Mi creda non risulta alcun reclutamento (bandi di concorso, selezioni o cose di questo tipo), è una cosa assai grave. Noi chiediamo semplicemente che l'autorità preposta controlli, abbiamo presentato due paginette dettagliate, mica un dossier, di un fatto che non ha riscontri simili (almeno nell'entità) in Italia. Parma in tre anni ha avuto 110 (circa) maestri elementari in meno...non è tollerabile che adesso la scuola appaia immutata con dei trucchi strani. Non a caso solo tre scuole si sono prese la responsabilità di accettare una cosa del genere. Adesso aspetto che l'Ispettorato del lavoro vada a controllare, speriamo lo faccia perchè dopo un mese dall'esposto non ci risulta siano andati a controllare... In altri luoghi su nostra proposta gli enti locali anzichè mandare personale di questo tipo, hanno dato le risorse economiche direttamente alle scuole che hanno provveduto da sole, con le modalità usuali. Cito l'esempio di Langhirano e Valmozzola, inoltre aiuti simili di cui non conosco i dettagli mi sono stati segnalati anche a Monchio. Salvatore Pizzo - attivista Cisl Scuola

    Rispondi

  • miky

    25 Gennaio @ 17.56

    Caro signor Pizzo se lei è tanto sicuro di avere ragione ha fatto bene ad andare a sollecitare l' intervento dell' Ispettorato del lavoro. Io non prendo le difese di nessuno,penso solamente che sia difficile che le scuole statali assumano personale in nero. La figura citata è stata inserita nella scuola dopo la riforma Gelmini che nei Moduli non conteggia le ore di mensa come ore didattiche con conseguente recupero sulle ore in classe con gli alunni, ne viene tenuto conto solo nel Tempo Pieno,ma questo lei lo dovrebbe sapere è un attivista della CISL scuola. Comunque lei ha diritto come cittadino e non solo come sindacalista ad andare nella sede del tribunale e fare un esposto alla Procura della Repubblica. Se vi sono irregolarita' loro vedranno e interverrranno. Su Bernini potevate contestare legalmente il suo lavoro e chiedere ispezioni piu' accurate a chi di dovere, ma nessuno lo ha fatto,non mi riferisco solo alla CISL ma anche ad altri ovviamente. Le ricordo anche il bellissimo rinnovo contrattuale dei metalmeccanici a 35 EURO LORDI IN 3 ANNI...e crepi l' avarizia!!! Le ricordo che per questo diversi delegati sono stati cacciati malamente da fabbriche e officine meccaniche. Il lavoro abusivo di solito non è sotto contratto,di qualunque genere esso sia,se i contratti in questione non sono molto regolari questa sta anche a voi sindacati verificarlo e fate bene ad indagare ma senza avere pregiudizi di luogo come mi sembra trapeli dalle sue parole. Poi mi spieghi una cosa lei a Parma non ci vive?non la sente sua come citta'? Perchè vedo parecchi "voi" nei suoi discorsi e mi sembra che lei parli della citta' come una cosa astratta alla sua vita. Cordiali saluti anche a lei.

    Rispondi

  • salvatore pizzo

    24 Gennaio @ 22.19

    Caro Signor Miky, 1) Su questa questione noi Bernini lo abbiamo diffidato formalmente, poi se dovevamo chiedere con lui un confronto mentre era in Via Burla questo mi pare francamente assurdo; 2) Potrei capire amicizie "importanti", ma un sindacato con milioni di isciritti come la Cisl certamente non vede perchè dovrebbe essere "amico" di politici locali, di Parma poi; 3) Da che mondo e mondo la scuola la fanno i docenti, inoltre non mi risulta che siano stati assunti dei nutrizionisti al posto dei docenti. La qualifica di "maestro del gusto" non è contemplata nell'ordinamento, perchè non dite che anche a Parma ci sono stati i tagli dei docenti ed avete preso del personale mal pagato (o stagisti?) dandogli una denominazione elegante: io lo chiamo lavoro abusivo a che titolo questa gente sostituisce gli insegnanti ( gli insegnanti controllano i bambini, pare abbiano studiato per stare con i bambini, poi se ci può andare chiunque. Per giunta in maniera non conforme ad alcuna regola del diritto del lavoro ed a quanto apre senza un rapporto professionale... questo lo si vede solo a Parma. Forse non è chiaro che formalmente i bambini mangiano a scuola perchè si ritiene opportuno che vengano formati anche socializzando a tavola...la scuola "sulla carta" non è il tappabuchi dei tempi in cui i genitori lavorano, non è un catering per bambini) 4) Mi dica un contratto firmato dalla Cisl scuola, anche di quelli a livello decentrato che a Parma stiamo sottoscrivendo con gli amici di altri sindacati, che sia peggiorativo di quelli precedenti; 5) Lei mi parla di lavoro fatto bene, ma è sicuro che questi signori abbiano un rapporto di lavoro....? Questo chiediamo all'Ispettorato del Lavoro, di verificare... 6) Non ci risultano selezioni, concorsi, bandi, sorteggi....ma le pare un qualcosa accettabile. Già ma noi chiniamo la testa, siamo sadici ci piace andare contro i nostri iscritti, che essendo per passione autolesionisti in svariati milioni si iscrivono alla Cisl. Cordiali saluti Salvatore Pizzo - attivista Cisl

    Rispondi

  • miky

    24 Gennaio @ 18.27

    Per Salvatore Pizzo. Nel caso specifico della vicenda era piu' che lecito sparare su Bernini e visto la persona che si è dimostrato,non vedo la necessita' di certi scrupoli. In secondo caso chi dovrebbe e potrebbe dare direttive alimentari per i bambini si chiamano Nutrizionisti e di solito sono medici,non tocca certo ai docenti delle scuole. I cosi' detti maestri del gusto( nome a mio parere improprio) si limitano ad accompagnare e a controllare che i bambini mangino senza problemi,cosa che prima facevano gli insegnanti. Poi che in alcuni casi il lavoro sia fatto bene o male questo è un altro discorso. Per quanto riguarda le amicizie della CISL mi sembra che il sindacato piu' di una volta abbia chinato la testa su rinnovi contrattuali discutibili e si sia lamentato molto poco di iniziative discutibili,questo in linea di massima. Poi sullo specifico conosco bene cio' che riguarda piu' la mia categoria lavorativa. Saluti.

    Rispondi

  • Massimo

    24 Gennaio @ 08.55

    A me non interessa che chi segue mia figlia nel servizio mensa sia o meno un docente. Quello che mi interessa è che sappia fare il suo lavoro. Da quest'anno alla scuola dove va mia figlia la sorveglianza è affidata a chi gestisce la mensa. Non è il loro lavoro e si vede. Ho ritirato mia figlia da scuola al posto di mia moglie, nessuno mi aveva mai visto, nessuno mi ha controllato, potevo entrare e portare via due bambini a caso e non avrei avuto problemi. L'addetta era tranquillamente a fumare in cortile mentre i bamibi entravano e uscivano da scuola con e senza giubbotto nell'anarchia piú totale.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

ambiente

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

4commenti

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

Appello

La mamma di Tommy: "Alessi deve rimanere dentro, devono pagare" Video

1commento

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

anteprima gazzetta

Evasione e soldi all'estero: ancora Parma nel mirino Video

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

1commento

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

RUGBY

Rugbista colpito in faccia: sviene e va all'ospedale

Il terza linea Belli è rimasto svenuto per 15 minuti. Ora la società presenterà ricorso

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

16commenti

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

44commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

lazio-roma

Vergogna nel mondo ultrà: insulti razzisti con Anna Frank Gallery

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

2commenti

SPORT

serie b

Le pagelle in dialetto

calcio

Modificato lo statuto di serie B: cambia l'elezione del presidente

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

1commento

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro