Parma

Tg Parma - "Io, cieco, abbandonato durante il terremoto"

Ricevi gratis le news
29

Alle 9.06 è scattato regolarmente il piano di evacuazione nella sede della Provincia di Parma in piazzale della Pace; dipendenti, visitatori ed amministratori hanno lasciato l’edificio per recarsi nel luogo di raccolta ma lui è invece rimasto in ufficio, al suo posto, perchè nessuno si è ricordato di lui. È la brutta vicenda che ha vissuto questa mattina, in occasione della forte scossa di terremoto, un dipendente dell’Amministrazione provinciale parmigiana. L’uomo, Andrea Bolzoni, centralinista non vedente, ha atteso che qualche collega, in particolare gli addetti alla sicurezza, lo venissero a prendere nella sua postazione per uscire all’aperto, ma nessuno si è fatto vivo e per quasi un’ora è rimasto tutto solo all’interno dello stabile.
«Nelle esercitazioni di evacuazione dell’edificio – ha raccontato a Tv Parma il protagonista della vicenda – l'addetto alla sicurezza mi aveva intimato, nonostante sia autosufficiente, di non muovermi da solo e di lasciare la mia postazione solo assieme ad un incaricato del personale. Oggi ho sentito, come tutti, la scossa, mi sono spostato sotto un’architrave per evitare pericoli ed ho aspettato che arrivasse qualcuno. Ho sentito uscire i colleghi, ma mi sono ritrovato alla fine tutto solo. Ho chiamato aiuto ma era troppo tardi. Nessuno si era ricordato che c'ero anch’io».
Solo nella sua postazione per un’ora, poi quando l’emergenza è rientrata i colleghi hanno fatto ritorno negli uffici, «come se niente fosse! – ha concluso Andrea Bolzoni – Io ho finito il mio turno alle 14, ma dentro di me avevo solo tanta rabbia e tanta solitudine».

Guarda il servizio del Tg Parma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Maganuco

    26 Gennaio @ 17.23

    Dispiace per questa genreralizzazione sugli italiani e sul menefreghismo. Ieri mentre tutto scrollava "darazoninino" nella ditta dove sono dipendente privilegiata a Chiozzola, una collega era rimasta chiusa nell'ascensore che era uscito dalle guide. Solo grazie a me (mentre i due miei colleghi uomini dell'ufficio sono scappati a gambe levate ) sotto i pannelli di controsoffitto che crollavano copiosamente, sono riuscita a sbloccare i meccanismi ed ad estrarla fortunatamente sana e salva anche se piangente come una vite tagliata. Povera Simona... che brutto spavento.... Mi sento nel mio piccolo non una menefreghista ma una ragazza brava e responsabile (ed anche bona, che non sta mai male...)...

    Rispondi

  • claudio

    26 Gennaio @ 17.02

    vorrei riportare la discussione sul fatto su toni piu' reali e tranquilli. quello che penso io è che quanto successo in provincia debba fare riflettere e bene ha fatto la redazione a parlarne. puo' essere che non sia tutto dovuto a menefreghismo ma anche a quell'aspetto di non organizzazione per cui ognuno pensa sempre che siano gli altri ad occuparsi di qualcosa, in particolare nelle strutture pubbliche. Ma al signor Andrea poco importerà se è stato abbandonato per trascuratezza o per disorganizzazione: Dare una valenza politica a quanto successo in provincia è stupido e puerile. Bernazzoli cosa c'entra??Con tutti i difetti dell'amministrazione provinciale nessuno puo' dire che sia un'amministrazione che alimehta un messaggio di menefreghismo nei confronti dei piu' svantaggiati. Mi sembra che il problema riguardi i colleghi di Andrea che dovranno chiedersi perchè se lo sono dimenticato. Lasciamo stare schettino, è un'altra cosa. In quanto a quello che ha scritto Carmelo, non credo che se quelli che scrivono cavolate si firmassero con nome e cognome darebbero piu' senso a quello che dicono. a PROPOSITO, A ME NON INTERESSA, ma Lei di cognome come fa???

    Rispondi

  • angela.

    26 Gennaio @ 14.42

    mi dipiace molto credimi, ma come fa certa gente a pensare solo a se stessi. cosa ci possiamo aspettare da certa gente nulla . bello esempio che da sta gente , lo posso capire come ti sei sentito tu non sei stato solo credimi dio era con te non avere solitudine in te sei un grande , l oro si devono vergoniare che ti hanno lasciato solo ciao

    Rispondi

  • spiritosi

    26 Gennaio @ 14.10

    sicuramente anche il terremoto è tutta colpa di bernazzoli.. ma non dimentichiamoci neppure della fame del mondo che il suddetto non contribuisce a fare sparire!!

    Rispondi

  • Maria Elena

    26 Gennaio @ 13.58

    Se per quello non mi sembra che il piano di emergenza sia scattato tanto bene. A parte aver dimenticato un non vedente nella sede centrale di piazzale della Pace il quel di Palazzo Giordani sede operativa della Provincia di Parma un malore o uno scivolamento che ha coinvolto una signora nelle scale antincendio usate per l' evacuazione ha bloccato il flusso delle persone tra gente che dava una mano e gente che soltanto stava a curiosare con intanto la coda di gente che aspettava di defluire. Se c'era da correre per scappare e mettersi al riparo stavamo tutti belli freschi.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene record, perché e come è succeso

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è succeso

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perchè Parma non capì il suo talento?

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS