-1°

Parma

L'infinita notte dei volontari tra i clochard: panni e pasti caldi

L'infinita notte dei volontari tra i clochard: panni e pasti caldi
Ricevi gratis le news
0

Chiara Pozzati

Il camper si ferma sempre all’angolo della stazione, verso viale Piacenza. E quando i volontari di «Pane e vita» arrivano insieme ai City Angels, c’è già la fila.
 E’ un martedì siberiano con neve e aria affilata: dopo aver preso pasti e coperte si rifugiano tutti nella sala d’attesa della stazione. Spunta anche una pizza calda, offerta dai volontari nella lunga notte di buio e contraddizioni. Quelle di una città in cui centinaia di persone dormono su giacigli di fortuna, senza un tetto sulla testa. Quelle di chi non riesce ad accettare la mano tesa: di andare in dormitorio proprio non ne vuol sapere.
 E non serve raggiungere i ponti più isolati, basta affacciarsi nel centro storico, scegliendo le viuzze più strette e meno di passaggio per incontrare Igor (il nome è di fantasia) o Mohamed. Igor è ucraino, ha 30 anni di cui gli ultimi 8 trascorsi in Italia. Lui è uno degli irriducibili della strada, nei letti caldi del Cant e del Cornocchio non ci vuole stare. «Questo freddo mi ricorda casa», dice l’ucraino annusando l’aria, con un sorriso a trentadue denti stampato in faccia. «Lavoricchio in un bar e prima dell’una di notte non sono mai fuori. Gli orari dei dormitori sono troppo rigidi» continua il ragazzone con la cuffia calcata in testa (un lusso per pochi). Così passa le notti in stazione. Insieme agli altri «fratelli della sala d’attesa», come li chiamano i volontari, cinque ragazzi di Pane e Vita e 6 angeli col casco blu. In realtà, però, tutto fila liscio grazie anche ai poliziotti-custodi della Polfer. Un bel miscuglio di umanità e giustizia, professionalità e solidarietà quello che si respira nella saletta riscaldata. L’odore di vissuto non manca, certo, ma si fa finta di nulla: pian piano si impara a conoscersi. Madre e figlio del parmense sono ancora lì, «questa notte forse è l’ultima»: ripetono il ritornello a cui non credono più. C’è qualche parmigiano ma sono soprattutto stranieri i ragazzi della stazione. Gli homeless di lungo corso si riconoscono dallo zaino da campeggio, più un numero indefinito di borse e sacchetti in cui sono infilati pezzetti di vita e oggetti utili a sopravvivere. Poi ci sono i nordafricani sbarcati da Lampedusa, pelle ambrata e nulla in mano, per dormire basta un cartone. La convivenza non è facile e la tensione in strada inizia a essere palpabile: l’alcol accende animi e amarezze. Sono gli angeli della strada a stemperare la tensione. «Faccio un appello agli uomini di buona volontà – attacca Luigi Martuscello di Pane e Vita – chi dovesse avere indumenti o cibo da donare può rivolgersi a noi o ai City Angels, al numero 331 2949737». Un appello che non deve cadere nel vuoto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

IL CASO

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

I «casi» di via Abbeveratoia, via Zarotto e via Montebello

1commento

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

Economia

Tecnologia sotto l'albero a Natale, il gadget è "low-cost"

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5