-1°

Parma

Centro Antiviolenza: "Non sono solo casi privati. Dobbiamo lavorare tutti per un rapporto uomo-donna alla pari"

Centro Antiviolenza: "Non sono solo casi privati. Dobbiamo lavorare tutti per un rapporto uomo-donna alla pari"
Ricevi gratis le news
7
Rischia davvero di eguagliare il drammatico 2011, che ha visto 14 donne uccise per violenza di genere, questo inizio 2012, che già al 4 febbraio fa registrare il suo secondo femicidio. 
E’ infatti cronaca di queste ore l’omicidio-suicidio di Parma, con una giovane donna di soli 24 anni uccisa dall’ex fidanzato, che si è poi a sua volta tolto la vita. Da una settimana la ragazza aveva scelto di interrompere quel legame, ma nella mattinata di sabato 4 febbraio l’ex compagno l’ha aspettata sotto casa, l’ha seguita in auto mentre si recava al lavoro per poi spararle in strada e rivolgere infine l’arma contro se stesso.
Colpi di pistola, sparati a bruciapelo, per non voler accettare la fine della relazione: ancora una volta è l’incapacità di alcuni uomini di accettare le scelte di autonomia della propria compagna o la fine di una storia a dare origine al dramma. 
Non si tratta solo di “casi privati”, è un vero e proprio sistema generalizzato di pensiero, retaggio del passato, a portare alcuni uomini a non saper accettare e convivere con le scelte delle proprie mogli, figlie e compagne: non poter  “avere il controllo” sulla donna ancora oggi diventa ingestibile per chi non sa accettare un rapporto paritario. 
Non sappiamo se in passato ci fossero stati altri episodi di violenza: ciò che è certo è che non bisogna aspettare i segnali ma evitare proprio che questi fenomeni abbiano origine, lavorando fin dalle giovani generazioni per creare una cultura di pari diritti e opportunità. 
L’attività di sensibilizzazione, secondo il Coordinamento dei centri antiviolenza dell’Emilia Romagna, è assolutamente prioritaria e si affianca all’accoglienza delle donne vittime di violenza e dei loro bambini. Bisogna lavorare insieme per creare una comunità in cui ognuno, uomo o donna, possa compiere le proprie scelte in autonomia e con la certezza di essere rispettato e libero.   
 
 
Coordinamento dei Centri antiviolenza dell’Emilia-Romagna
 
Casa delle Donne per non subire violenza Onlus di Bologna 
SOS Donna Onlus di Faenza
Centro Donna Giustizia di Ferrara
Demetra Donne in aiuto Onlus di Lugo
Casa delle Donne contro la violenza di Modena
Centro Antiviolenza Onlus di Parma
La Città delle Donne di Piacenza
Linea Rosa Onlus di Ravenna
Rompi il Silenzio Onlus di Rimini
Nondasola - Reggio Emilia
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • sabcarrera

    06 Febbraio @ 10.58

    Alcuni? Lettera sciagurata scritta senza conoscere i fatti di Via Buffolara.

    Rispondi

  • giuliano

    05 Febbraio @ 19.12

    certo che se il comportamento non serio oppure di relazioni non conformi: come tradimenti: ,il tradimento è una cosa molto grave noi oramai ci siamo dovuti abituare. non è una carognata? la è indubbiamente c'è chi la sopporta chi no, siamo noi che siamo diventati poco seri oramai è tutto un puttanaio,la reazione è una cosa umana se non reagisci sei come un nulla che vive come una pianta,penso che queste cose esisteranno sempre, esistono delle regole nella vita se non le segui il rischio è sempre nel'lombra,non si deve uccidere ,come non si deve tradire,non si deve rubare,e via di seguito. vivi e lascia vivere bellissimo ma si sa la vita non è bella.

    Rispondi

  • Giorgio Ossimprandi

    05 Febbraio @ 15.52

    Quando le cure non guariscono,occorre amputare; .....(senza aspettare che il male sia già in cancrena!)

    Rispondi

  • sbairsda

    05 Febbraio @ 11.55

    Maria, hai ragione, peccato che denunciare degli uomini per stalking non serva a niente. La polizia si muove solo quando c'è il cadavere...esempio lampante è quella ragazza che è stata uccisa qualche anno da dal suo ex matto....lui era stato denunciato più e più volte, ma questo non gli ha impedito di ammazzarla a coltellate in mezzo alla strada.

    Rispondi

  • M

    05 Febbraio @ 11.11

    La mia famiglia sono DECENNI che vive una situazione a rischio. Abbiamo fatto denunce e un paio di processi. Ma non è servito a nulla. Non basta che un giudice dia 3 mesi con la condizionale, quando la persona mezz\'ora dopo il processo è di nuovo sotto casa tua a minacciarti. Queste persone vanno CURATE. La punizione del giudice non fa che incattivirli e poi vengono a prendersela con chi li ha denunciati. Vanno FORMATE anche le FORZE DELL\'ORDINE. I Carabinieri, che sono i primi a cui ti rivolgi, non ne sanno niente o fanno finta di non sapere. Prendono tutto sotto gamba. Ma loro non vedono al tv? Non leggono i giornale. Sembra che non sappiano che la maggior parte delle violenze avviene in famiglia. E poi vanno formati anche i MEDICI di famiglia. Che probabilmente hanno dimenticato che ogni tanto ci si deve aggiornare, e si deve andare a quanche conferenza. Anche loro sottovalutano il problema e si limitano a dire che le cure psichiatriche devono essere volontarie. Ma se io capisco che ho bisogno di uno psichiatra vuol dire che sto già guarendo...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

IL CASO

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

I «casi» di via Abbeveratoia, via Zarotto e via Montebello

1commento

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

Economia

Tecnologia sotto l'albero a Natale, il gadget è "low-cost"

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5