-3°

Parma

"Revisione dei vitalizi: Perché ho fatto ricorso"

"Revisione dei vitalizi: Perché ho fatto ricorso"
Ricevi gratis le news
14

L'ex deputata di Forza Italia Paola Martinelli interviene per alcune precisazioni riguardanti l’articolo comparso venerdì sulla Gazzetta di Parma che riguardava la presentazione dei ricorsi sulla vicenda dei vitalizi parlamentari da parte di 26 fra deputati delle scorse legislature e ancora in carica. «È falso - scrive la Martinelli - che mi sia opposta alla norma che eleva da 50 a 65 anni l’età per la corresponsione del vitalizio, per la semplice ragione che tale norma non esisteva, così come è  falso che già da anni beneficio del vitalizio in quanto mi sarebbe stato corrisposto solo nel 2016». «È invece vero - prosegue la nota  - che anni fa per vedermi corrisposto, dopo i 60 anni, il vitalizio (di ammontare comunque modesto, poco più di 1.500 euro) ho versato alla Camera dei deputati rilevanti somme, con ciò stipulando  un contratto assimilabile ad una polizza assicurativa con liquidazione periodica del premio a decorrere dal 2016. Mi sono quindi opposta a che l’assicurazione (Camera dei deputati) tenuta al versamento decidesse unilateralmente di differire di 5 anni (al 2021) l’esecuzione dei pagamenti che, come da contratto, avrebbero  dovuto avvenire a decorrere dal 2016 e a quella che per me è una violazione di fondamentali regole di uno Stato di diritto ed in particolare a che chiunque possa essere privato, anche temporaneamente, di diritti senza che il debitore sia tenuto ad alcunché in violazione di elementari principi costituzionali». «Mi sono opposta alla violazione di queste regole - conclude la Martinelli - perché credo che in uno Stato democratico non sia accettabile che uno si alzi al mattino e, per demagogia ed opportunismo politico, possa cambiare retroattivamente le regole del gioco (come se cambiando le regole del fuorigioco le si applicassero retroattivamente al campionato già concluso, cambiando la squadra vincitrice dello scudetto) e  perché credo nel diritto di ciascuno di far valere davanti al giudice le proprie ragioni (fondate o meno che siano lo dirà la sentenza definitiva), e ciò nonostante sapessi che vi sarebbe stata la “berlina mediatica”, fondata sulla disinformazione e la facile demagogia, come avvenuto anche con l’articolo di ieri». Paola Martinelli prosegue sottolineando che «mi sono opposta nonostante la consapevolezza che il giudice tenuto a decidere la causa sia un giudice politico che, com’è successo, a mio avviso violando elementari regole di tutela della privacy e di riservatezza, ha ritenuto di comunicare alla stampa i nominativi dei ricorrenti, innestando la gogna mediatica e demagogica  e anche  perché ritengo che principi fondamentali non possano essere travolti per motivi demagogici e di opportunismo politico della maggioranza di turno (di qualsiasi colore politico si ammanti), innestando poi - è la conclusione - indebite forme di pressione mediatica (basate sulla disinformazione e non informazione), per indurre le persone a non far valere i propri diritti o per rinunciarvi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gavina

    06 Febbraio @ 19.00

    lei dice "di ammontare comunque modesto, poco più di 1.500 euro" lo sa che è uno stipendio???? inviato da alfio il 06/02/2012 alle 15:21 io aggiungerei e nemmeno tanto modesto se vogliamo proprio dirla tutta!

    Rispondi

  • Giovanni

    06 Febbraio @ 15.21

    lei dice "di ammontare comunque modesto, poco più di 1.500 euro" lo sa che è uno stipendio????

    Rispondi

  • Dani

    06 Febbraio @ 14.17

    Se le notizie recuperate in internet sono corrette la Sig.ra Martinelli è stata stata parlamentare dal 21 aprile 1994 all'8 maggio 1996 ...per cui per due anni di "onorato servizio" avrebbe diritto a 1500 euro AL MESE a partire dai 50 anni fino alla morte....mi piacerebbe conoscere l'ammontare delle rilevanti somme di cui parla la Sig.ra pagate per poter riuscire con SOLI due anni di carica a recepire 1500 euro al mese per il resto della vita, quando noi cittadini se dovessimo riscattare gli anni dell'università pagheremmo quella che una volta si definiva "lira di dio" e solo per avere dei contributi di 4 anni lavorativi ...quindi senza grandi cambiamenti al fine della somma recepita come pensione. Proprio vero che "il bel tacer non fu mai scritto".

    Rispondi

  • Paolo Reggiani

    06 Febbraio @ 12.46

    Senti, senti, senti chi sta parlando di «violazioni di fondamentali regole dello Stato di diritto» e «che chiunque possa essere privato, anche temporaneamente, di diritti senza che il debitore sia tenuto ad alcunché in violazione di elementari principi costituzionali»: e tutto ciò in relazione al differimento dell’età pensionistica, della casta a cui appartiene, da 50 a 65 anni! È una di quelle persone che un paio di mesi fa hanno votato, quindi accettato e ratificato, gli stessi abusi di cui sta sbraitando per sé stessa (e suoi consimili) quando sono stati applicati a milioni di pensionati con cambio immediato del sistema (da retributivo a contributivo), perdita del piccolo adeguamento annuale a partire da assegni di valore molto modesto, accelerazione dell’avanzamento dell’età pensionistica, in particolare delle donne e simili sconcezze; ed anche in questo caso senza che gli interessati fossero a loro volta «tenuti ad alcunché». Una situazione uguale, anzi gemella a quella che ha fatto inorridire e reagire i nostri super privilegiati rappresentanti. O siamo in presenza di un delirio oppure la signora ha ragione. Ma se ha ragione -e la sua posizione di parlamentare qualcosa dice- che cosa aspettiamo a fare i nostri bravi ricorsi e via dicendo? Ha parlato di «violazione di elementari principi costituzionali» … ragazzi, c’è trippa per gatti. Ops, salvo che la signora sia inciampata sulle parole ed abbia detto cose a sua insaputa, è ormai lo sport abituale di quella “bella gente”! Allora: ha detto il giusto o no? Abbiamo fretta di saperlo ci aspetta almeno una “class action” contro la piangente Fornero!

    Rispondi

  • falco just

    06 Febbraio @ 11.51

    Questi sono i politici che ci governano o ci hanno governato , vedi gli ultimi del comune di PARMA ,nn ce ne frega nulla dei cittadini pensano solo al loro portafogli.Non meritano nulla forse qualche pedata nel fondo schiena.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

GAZZAFUN

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

La top 7 delle bellezze da cinepanettone: Belen Rodriguez

L'INDISCRETO

La top 7 delle bellezze da cinepanettone

Notiziepiùlette

Ultime notizie

“Il dolore del cuore” di Giovanni Scialpi (Shalpy) si trasforma in un messaggio universale d’amore

MUSICA

“Il dolore del cuore”: ecco il nuovo singolo di Scialpi Video

Lealtrenotizie

Incendio in una casa a Siccomonte: foto

FIDENZA

Incendio in una casa a Siccomonte Foto

Diverse squadre dei vigili del fuoco sono intervenute nella frazione di Fidenza

PARMENSE

Un caso di meningite a Fidenza: si tratta di un professore dell'Itis Berenini

Il 60enne ha contratto una forma non contagiosa della malattia: non è prevista quindi una profilassi a scuola

REGIONE

Cassa di espansione del Baganza e Colorno: 55 milioni di euro per il Parmense

Intesa fra Regione e ministero dell'Ambiente

PARMA

Sorpreso su un'auto rubata, fa cadere un carabiniere e tenta la fuga: arrestato 41enne

A casa del pregiudicato albanese c'erano arnesi da scasso, profumi e cosmetici, probabilmente rubati

PARMA

I ladri fuggono a mani vuote: l'appartamento è già stato svaligiato 40 giorni fa

In via Orzi, una coppia sorprende un ladro in camera e lo fa fuggire

MEZZANI

Magazziniere rubava cosmetici in ditta: arrestato 28enne

Il giovane è stato condannato a un anno e sei mesi, con pena sospesa

TG PARMA

Urta un ciclista e se ne va: caccia all'auto pirata Video

BRESCELLO

Si schianta al limite del coma etilico: denuncia e multa da 10mila euro per un 50enne parmense

L'uomo aveva un tasso alcolico di 5 volte superiore il limite consentito: per lui, addio a patente e auto

BASSA

Alluvione, 5 giorni dopo: Colorno e Lentigione viste dal cielo Foto

Foto aeree di Fabrizio Perotti (Obiettivo Volare)

VOLANTI

Chiede a un'anziana di custodire i suoi gioielli e la deruba

Una giovane, di corporatura robusta e con un trucco vistoso, è riuscita a entrare nell'appartamento di un'anziana in via Emilia est

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

In lizza dieci gastronomie della città: la panetteria di via XXII Luglio si aggiudica la vittoria

9commenti

IL CASO

Invalida al 100%, con la pensione minima, si trova una retta Asp di 650 euro

1commento

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

1commento

LUDOPATIA

Gioco d'azzardo, allarme a Parma: spendiamo in media 1.525 euro a testa (neonati compresi)

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

BOLOGNA

Imola: 15enne muore dopo l'allenamento di calcio

APPENNINO

Il divano prende fuoco: muore un'anziana a Villa Minozzo

SPORT

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

CALCIO

Milan in ritiro fino a data da definirsi

SOCIETA'

RICERCA

Matrimonio: per calabresi e siciliani è per sempre

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5

1commento