11°

17°

Parma

Ghiretti: "Le centrali biogas e biomasse sono un pericolo per la food valley"

Ghiretti: "Le centrali biogas e biomasse sono un pericolo per la food valley"
Ricevi gratis le news
14

“Negli ultimi mesi stiamo assistendo al proliferare sul nostro territorio di progetti per la costruzione di centrali biomasse e biogas. Un business senz’altro redditizio per il privato, reso agevole da numerosi contributi pubblici, ma sicuramente dal fortissimo impatto ambientale. Oltre agli inquinanti convenzionali, la letteratura mette in guardia anche da polveri sottili, formaldeide, idrocarburi policiclici aromatici e diossine prodotti da questi impianti. Tali sostanze mettono a repentaglio prima di tutto la Salute Pubblica, ma anche un intero territorio, come quello di Parma, riconosciuto in tutto il mondo come capitale della food valley, grazie ai suoi prodotti dop, Parmigiano Reggiano e Prosciutto di Parma su tutti, pilastri del ‘Made in Italy’”.

Roberto Ghiretti, candidato sindaco di Parma Unita, interviene in merito alla gestione dei rifiuti e dello sfruttamento delle energie rinnovabili: “Esiste una legge regionale (L. 51/2007) che stabilisce che nessun impianto biogas può spandere ‘digestato’ (gli scarti prodotti da queste centrali) su territori di produzione di prodotti dop. Eppure – precisa Ghiretti – da Felino a Sala Baganza, da Soragna a Trecasali, sono in fase di autorizzazione numerosi impianti; i cittadini, comprensibilmente, si indignano, mentre i vari Enti territoriali si rimpallano le responsabilità su un caso che può mettere a serio rischio la salute dei cittadini e l’eccellenza dei nostri campi: l’agricoltura è nel nostro dna, non possiamo correre il rischio di vedere i nostri terreni fertili trasformati in grandi letti dove far marcire i prodotti agricoli per alimentare queste centrali”.

“E’ evidente, quindi, che l’emergenza non è rappresentata dal solo termovalorizzatore di Ugozzolo, struttura sulla quale, peraltro, nutriamo vive perplessità - riflette Ghiretti -. La politica deve saper programmare e vigilare affinché il business dei privati non vada a scapito degli interessi di tutti. Oltre all’inderogabile divieto che andrà posto sulla combustione di rifiuti provenienti da fuori provincia e scarti plastici, l’attenzione dovrà essere rivolta soprattutto alla raccolta differenziata: se saremo capaci di lavorare bene, può salire fino al 70% nei prossimi cinque anni”.

“Abbiamo il diritto, da cittadini, e i il dovere, da amministratori, di vederci chiaro. La gestione dei rifiuti e lo sfruttamento delle energie rinnovabili rappresentano una sfida decisiva che la politica, ad ogni livello, globale e locale, è chiamata ad affrontare. Sono problemi che riguardano tutti, perché toccano la Salute Pubblica, ma in maniera particolare Parma, che rappresenta il meglio della tradizione agroalimentare italiana. Non siamo contro a prescindere, siamo per una politica del fare bene delle cose utili, nell'interesse di tutti e non di qualcuno. Tali problemi – conclude il candidato sindaco - vanno affrontati con competenza scientifica, analisi, studi e buon senso. E con l'ascolto dei cittadini".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ANDERSEN

    18 Febbraio @ 21.03

    @patty è un soggetto particolare che deve farei lI suo mestiere di blogger a buon mercato per screditare ben bene tutti. quelli non allineati al pensiero unico bernazzoliano . per documentarsi meglio patty si potrebbe leggere , ad esempio il comunicato di oggi del CGR dove puo gratuitamente trovare una interessante lezione gratuita di correttezza e serieta' . Certo Ghiretti da fastidio ed è piuttosto scomodo ,e per questo va diffamato arrivando adirittura ad elevare al rispetto Sommi , noto esponente di un cultura che a parma ha fatto piu' dani della grandine. . Alla fine l'argomento è sempre il solito ma sul contenuto al di la di poche contestazioni di maniera ,nessun problema. Da brividi il tutto ,come e piu' di sempre.

    Rispondi

  • Carlo Leoni

    17 Febbraio @ 15.57

    Essendo io l'Assessore all'ambiente e alla programmazione territoriale del Comune di Sala Baganza, mi interesserebbe avere dall'informatissimo (?!?) candidato sindaco di Parma maggiori dettagli sull'impianto a biomassa che Ghiretti afferma essere previsto nel mio Comune. Confesso la mia ignoranza sull'argomento. Ringrazio anticipatamente per le informazioni che potrà darmi !

    Rispondi

  • patty

    16 Febbraio @ 21.31

    allora Ghiretti è a favore delle centrali nucleari? non sono forse peggio?le centrali di biomassa non sono nocive, forse ci sono altri interessi commerciali che spingono a dire il contrario

    Rispondi

  • Luca G.

    16 Febbraio @ 16.52

    Ghiretti, per carità. Sei poi te quello che ha cazziato il povero Sommi perché ha deciso di mollare la Giunta tre giorni dopo gli arresti. Ghiretti sei poi te quello che è rimasto intruppato con Vignali fino all'ultimo giorno. Ghiretti sei poi te... che dici una valanga di balle. E dire che la Gazzetta di Parma dovresti leggerla tutti i giorni e conservarti i ritaglini delle corrispondenze dal parmense. Parli di rimpallo di responsabilità tra gli “Enti territoriali”. fai nomi e cognomi, scendi una volta tanto nel pratico e dimostra di conoscere quel che dici. Invece no, stai vago, lasci intendere... bell'esempio di civismo. Il tuo pressapochismo è devastante: SBAGLI PERFINO IL RIFERIMENTO NORMATIVO. Quella che citi non è una legge regionale ma una deliberazione del Consiglio emiliano-romagnolo. E non è del 2007, ma del luglio 2011. Parli di autorizzazioni come se stessero piovendo. E sbagli ancora. Sono istruttorie in corso e in capo ai Comuni sui cui territori sorgono impianti inferiori al megawatt. Tranne quello di Trecasali, per il quale la pratica è aperta in Regione, per la potenza elevata dell'impianto e per la specifica deroga a favore del saccarifero aperta nella delibera 51 del 2011. Si fa un gran parlare di Bernazzoli e della Provincia, e nel tentativo di gettare fango Ghiretti si è mosso come il più estremista dei talebani no-termo. Leggo sulla Gazzetta le battaglie del sindaco di Felino Barbara Lori, ad esempio, che con la Provincia è arrivata sino alla presidenza del Consiglio dei Ministri per fermare l'impianto di una nota azienda agricola locale. E sono quel sindaco e quella Provincia, ora, ad essere chiamati davanti al Tar per una causa di risarcimento danni da più di 30 milioni di euro. Ghiretti, avrei altre tremila cose da dirti ma ho l'impressione che la tua propensione al dialogo sia solo una balla colossale, come quelle che hai detto stavolta.

    Rispondi

  • Geronimo

    16 Febbraio @ 14.26

    Paolo però ha anche detto di pensarla come Bernazzoli sul fatto dell’inceneritore e cioè che non si può tornare indietro per i soldi spesi e in un certo senso ha ragione, a meno di chiedere i danni a chi ha voluto e richiesto (tra cui tra i due favorevoli di cui uno addirittura con tanto di firma in qualità di membro di giunta dell’amministrazione Ubaldi, sono tra le persone che lo appoggiano, una in particolare che prima di rassegnare le dimissioni dalla giunta Vignali ha addirittura inaugurato in pompa magna una stazione ecologica mai finita e mai entrata in funzione. Gazzetta, magari vi invito a fare un articoletto intervistando anche i soggetti interessati sulla famosa stazione ecologica, secondo l’ex assessore Sassi già in funzione e operativa, inaugurata a luglio 2011 al parcheggio scambiatore sud ma ancora da ultimare e soprattutto non in funzione) l’inceneritore che non è Bernazzoli e i documenti sono li a dimostrarlo, anche sul sito del CGCR. Preciso che non sono a favore o contro l’inceneritore, mi preme solo che i rifiuti di Parma restino a Parma e possibilmente se ne riduca la produzione (qui però siamo noi a doverlo fare, io ad esempio mi porto l’acqua al lavoro da casa riempiendo ogni volta le bottiglie, oppure in più di dieci anni ho comprato due risme di carta per stampante perché riciclo se possibile i fogli utilizzandoli fronte e retro) senza mandarli in altri inceneritori perché il problema in questo modo lo risolvi a Parma ma lo porti da un’altra parte. Si cita tanto il Veneto ad esempio e Vedelago come realtà virtuose ma quando si parla del Veneto si evita di dire che la maggior parte dei propri rifiuti li va a bruciare in Puglia, oppure che la Calabria mette i propri rifiuti in discarica mentre utilizza il proprio forno inceneritore per bruciare i rifiuti del settentrione. Il problema come si vede non riguarda solo Parma ed è per questo che mi aspetterei chiarezza sulla questione inceneritore, se non sbaglio gli unici a dire si sono stati Bernazzoli e Dall’Olio, poi c’è Ghiretti che prima dice si e poi nutre perplessità, legittime senza dubbio, e chiede chiarezza mentre l’unico finora ad essersi opposto veramente è stato Simone Rossi mentre tutti gli altri non si espongono per paura di perdere consensi o si nascondono dietro un finto no. Gazzetta, comunque quando farete interviste o confronti tv tra i candidati io avrei soltanto una domanda da fare a tutti, chiedere dove stanno andando attualmente i rifiuti di Parma perché nessuno finora ha risposto alla mia domanda, ne Vignali, ne Villani, ne la Sassi, ne Iren. Comunque detto questo signor Paolo rientro in tema e dico che non posso votare Ghiretti a meno di trasferirmi nel comune di Parma ma se potessi lo farei perché lo conosco e mi sembra una persona capace e soprattutto non è un politico, o meglio è come dovrebbe essere un politico, in tanti lo criticano per la precedente esperienza ma nessuno dei suoi detrattori è in grado di elencare una cosa negativa o sbagliata in qualità di assessore, io invece come tanti potrei elencare tutte le cose positive.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Best: tutti i compleanni

FESTE PGN

Best: tutti i compleanni Foto

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Danneggia un'auto e fugge: preso

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

1commento

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

STADIO TARDINI

Pazzo campionato: il Parma segna su azione, vince ed è a 3 punti dalla vetta

Guarda la classifica. Barillà:"Stiamo crescendo" (Video) - Scozzarella: "Iniezione di fiducia" (Video) - Grossi: "Tre punti pesanti" (Videocommento)

3commenti

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

via carducci

Insulta i clienti di un bar e i poliziotti. Denunciato slovacco 46enne

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

DA GENNAIO

E la Ue "sdogana" gli insetti a tavola

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va