10°

20°

Parma

Pm10: sforamento numero 38 - Blocco del traffico: 28 contravvenzioni - Oggi il Comune annuncia nuovi provvedimenti

Pm10: sforamento numero 38 - Blocco del traffico: 28 contravvenzioni - Oggi il Comune annuncia nuovi provvedimenti
Ricevi gratis le news
11

QUALITA' DELL'ARIA - Ancora dati negativi, sul fronte dell'aria in città.I dati dell'Arpa sul sito dell'agenzia regionale hanno registrato un ulteriore sforamento (il 38° dall'inizio dell'anno) nella centralina di via Montebello, così come nella centralina di Colorno.

NUOVI PROVVEDIMENTI - Oggi, venerdì 17,  alle ore 17.30 nella Sala di Rappresentanza del Municipio, il commissario straordinario del Comune di Parma Mario Ciclosi presenterà le ulteriori misure del piano antismog.

LE MULTE DI OGGI - A seguito del blocco del traffico in vigore oggi, i veicoli controllati sono stati 80 e le sanzioni elevate, relative all’ordinanza antismog, sono state 28

I controlli sono stati effettuati, sia al mattino sia al pomeriggio, nei pressi di ponte Verdi, viale Toscanini, via XXII Luglio, viale Maria Luigia, piazzale Picelli.

 

IL BLOCCO DEL TRAFFICO - Oggi, giovedì 16 febbraio, ci sarà il consueto blocco totale del traffico, dalle 8.30 alle 18.30, all’interno dell’area delimitata dalle seguenti strade e piazze, che manterranno la transitabilità:

Viale Bottego;
Via Garibaldi (Barriera Garibaldi);
Viale Mentana;
Piazzale Vittorio Emanuele II;
Viale San Michele;
Piazza Risorgimento;
Stradone Martiri della Libertà;
Viale Berenini;
Ponte Italia;
Piazzale Marsala;
Viale Caprera;
Piazzale Barbieri;
Viale Vittoria;
Piazzale Santa Croce;
Via Kennedy;
Viale Pasini;
Viale Piacenza;
Ponte Delle Nazioni.

Sarà consentito di usufruire dei parcheggi Toschi e Goito, percorrendo rispettivamente Via IV Novembre, Viale Toschi e Viale Berenini, Via Camillo Rondani e Borgo Salnitrara.
Sono esclusi dalle limitazioni della circolazione della presente ordinanza i seguenti veicoli:

-         autoveicoli alimentati a benzina o ad accensione spontanea (diesel) omologati euro 5;
-         autoveicoli alimentati a benzina o ad accensione spontanea (diesel) omologati euro 4;
-         ciclomotori e motoveicoli euro 2 ed euro 3;
-         autoveicoli ad alimentazione elettrica o ibrida;
-         autoveicoli ad alimentazione a gas metano o GPL;
-         veicoli diesel Euro 3 dotati di filtri antiparticolato al momento dell’immatricolazione del veicolo, dei quali risulti annotazione sulla carta di circolazione ovvero da apposita autocertificazione rilasciata dal concessionario che ha venduto il veicolo;
-         veicoli diesel di tipo M2, M3, N1, N2 o N3 omologati Euro 3 ovvero che dalla carta di circolazione risultino dotati di sistema di riduzione della massa di particolato con marchio di omologazione e inquadrabili, ai fini dell’inquinamento da massa di particolato, quali Euro 3 o categoria superiore;
-         veicoli diesel che dalla carta di circolazione risultino dotati di sistema di riduzione della massa di particolato con marchio di omologazione e inquadrabili ai fini dell’inquinamento da massa di particolato almeno Euro 4;
-         auto condivisa (car sharing);
-         mezzi di emergenza e di soccorso, compreso il soccorso stradale;
-         mezzi per la sicurezza pubblica, della procura, veicoli adibiti a servizi di Stato, veicoli di istituti di Vigilanza;
-         veicoli per trasporto persone immatricolate per trasporto pubblico (Taxi, le auto a noleggio con conducente con auto e/o autobus, autobus di linea, scuolabus, ecc.)
-         veicoli delle testate radiotelevisive e degli organi di stampa;
-         carri funebri, mezzi di appoggio e veicoli al seguito;
-         veicoli di servizio di Enti Pubblici limitatamente ad interventi di emergenza;
-         autoveicoli diretti agli alberghi della città;
-         veicoli di paramedici ed assistenti domiciliari in servizio di assistenza domiciliare con attestazione rilasciata dalla struttura pubblica o privata di appartenenza, veicoli di medici/veterinari in visita domiciliare urgente muniti di contrassegno rilasciato dal rispettivo ordine, esclusivamente nel tragitto casa-ambulatorio-paziente;
-         veicoli attrezzati per il pronto intervento di impianti pubblici e privati, a servizio delle imprese e della residenza;
-         veicoli:

o       adibiti alla manutenzione di pozzi neri e condotti fognari limitatamente ad interventi di emergenza;
o       adibiti al trasporto di farmaci e prodotti per uso medico (gas terapeutici ecc.);
o       adibiti al trasporto di prodotti deperibili (pane, frutta, ortaggi, carni e pesci, fiori, animali vivi, latticini, sementi, latte, acqua, ecc.);
-         veicoli che trasportano attrezzature e merci per il rifornimento di strutture pubbliche e di assistenza socio-sanitaria, scuole e cantieri;
-         veicoli di lavoratori in servizio presso aziende, o presso Enti Pubblici, o di lavoratori autonomi, in cui l’orario di servizio abbia inizio o fine in periodi non coperti dal trasporto pubblico, limitatamente ai percorsi casa-lavoro. La deroga riguarda, altresì, i lavoratori in pronta reperibilità o disponibilità per chiamate d’urgenza. I lavoratori interessati dovranno essere muniti di certificazione rilasciata dal datore di lavoro o di tessera di riconoscimento dell’attività svolta, attestante la tipologia e/o la articolazione della turnazione o della pronta reperibilità. Qualora si tratti di lavoratori autonomi sarà sufficiente l’autocertificazione. Non sono valide certificazioni o autocertificazioni  per percorsi casa-lavoro inferiori a due chilometri;
-         mezzi ufficialmente adibiti al servizio di portatori di handicap e mezzi privati con a bordo portatori di handicap, in possesso di apposito contrassegno arancione;
-         veicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili ed indifferibili per la cura di malattie gravi (o per visite o trattamenti sanitari programmati) in grado di esibire la relativa certificazione medica e attestato di prenotazione della prenotazione sanitaria;
-         veicoli di autoscuole muniti di logo identificativo durante lo svolgimento delle esercitazioni di guida (almeno due persone a bordo);
-         veicoli per il trasporto dei bambini da/per gli asili nido, le scuole materne, le scuole elementari, mezz'ora prima e mezz'ora dopo l'orario di ingresso e di uscita degli alunni (previa esibizione dell'orario scolastico vistato dall'istituto), limitatamente ai mezzi non compresi nel provvedimento di “divieto temporaneo alla circolazione dei veicoli particolarmente inquinanti”;

Alla Polizia Municipale è consentito il rilascio di eventuali deroghe per casi di emergenza.
Al Servizio Mobilità e Ambiente è consentito il rilascio di eventuali deroghe per casi di comprovata necessità.
In caso di inosservanza delle disposizioni del presente provvedimento è prevista la sanzione amministrativa, in misura ridotta, di 155 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Angelo

    17 Febbraio @ 16.54

    In Strada D'Azeglio transitano 850 mezzi pubblici in circa 12 ore ogni giorno, più della metà sono vecchi autobus a gasolio con 25-30 anni di onorato servizio. Ognuno di questi mezzi inquina come 250 autovetture euro 2-3 è come se in questa strada transitassero circa 115000 auto inquinanti in 12 ore.Ma gli autobus a metano su che linee vengono utilizzati? Esiste un divieto nel farli trasitare sull'asse est-ovest? Alla TEP e all'Amministrazione Comunale la risposta.

    Rispondi

  • Giorgio

    17 Febbraio @ 15.47

    Mmmmhhhh che strano arriva l'inverno ed aumenta l'inquinamento, ah ma gia è colpa dei suv e delle 10 auto lasciate in doppia fila.Gia,scemo io a non pensarci.oppure aprendo gli occhi e smettendola di sparare a destra e a manca sui suv (chissà perchè proprio loro,porsche ferrari lamborghini e via dicendo che consumano 5 volte tanto,no quelle non c'entrano) non si comincia a fare con gl'impianti di riscaldamento ciò che si è fatto con le auto? Guardate bene in giro ci sono impianti a gasolio,che inquinano come un migliaio di macchine da soli,oppure obsoleti impianti a metano che son peggio del tubo di scappamento di un cammion diesel anteguerra,ma a questo nessuno bada....

    Rispondi

  • giampy

    17 Febbraio @ 11.34

    Per fortuna che il problema erano le auto vecchie !!! Ora in giro per il centro ci sono solo auto nuove ma il risultato non e' cambiato. Certo , finche' la maggior parte usa l'auto ( con tanto di permesso concesso dal comune ) per farsi vedere davanti al bar per fare colazione o per parcheggiare sotto l'ufficio in centro non c'e' blocco che tenga . Dimenticavo !!! Anche quelle mamme che decantano tanto la salute per i loro figli e poi li portano a scuola con il SUV lasciandolo parcheggiato in doppia fila e acceso perche' " tanto vado via subito " non e' certo di aiuto per abbassare ilPM10. Gia' , ma le regole devono rispettarle solo gli altri .....

    Rispondi

  • pier

    17 Febbraio @ 11.06

    Come al solito si fa demagogia...inquinamento -fuoristrada e discorsi che evidenziano la scarsa conoscenza in materia di motori,si perde tempo con la demagogia e non si risolvono i problemi,tipico di noi italioti.I motori dei tanto odiati suv sono montati anche sulle berline e station wagon,quindi non diciamo stupidate.E' la nostra visone dell'ecologia che è distorta.La nostra civiltà basata sul consumismo che inquina.tutto il resto è solo aria fritta e seghe mentali.

    Rispondi

  • rodolfo

    17 Febbraio @ 10.47

    Che paura! Chissà cosa avrà in mente il Terribile Commissario Ciclosi. Saranno provvedimenti epocali, tipo chiudere al traffico il centro alla domenica...Continuiamo pure così, freghiamocene tutti dell'inquinamento, l'importante è poter parcheggiare il Suv in via Repubblica per fare shopping al sabato pomeriggio e poi andare in montagna a prendere l'aria buona. Siamo la città più inquinata della regione, però abbiamo il Festival Verdi. E poi c'è ancora gente che scrive che le auto non inquinano. E' vero, come è vero che gli asini volano!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

1commento

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Trento doc «Etyssa», spumante di montagna nel nome dell'amicizia

IL VINO

Trento doc «Etyssa», spumante di montagna nel nome dell'amicizia

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

BLOCCO DEL TRAFFICO

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

3commenti

IL CASO

L'ex moglie smaschera il marito dalle mille identità

weekend

Castagne, musica e iniziative nei castelli: l'agenda

INCIDENTE

Scontro auto-moto a Langhirano: un ferito grave

Lo scontro è avvenuto in via Roma

TRIBUNALE

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

COLORNO

Ponte sul Po chiuso, tutti a piedi verso Casalmaggiore

1commento

FURTO

Salso, i ladri bucano la finestra e fanno razzia

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

SERIE B

Parma, batti un colpo

MONCHIO

Rubata un'auto, razzia di attrezzi da lavoro e tentato furto in un bar

PEDRIGNANO

Pitbull assale la padrona e un suo amico

Cultura

Cimeli verdiani, Ministero interessato

Si rafforza la possibilità che possano così diventare di proprietà pubblica

Appennino

Fra mucche e cavalli: i ragazzi del "Bocchialini" seguono la transumanza Foto

Discesa dal Monte Tavola a Ravarano

1commento

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

6commenti

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

9commenti

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Garani è presidente del gruppo fotografico Obbiettivo Natura

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La «Lunga marcia» della nuova Cina

di Domenico Cacopardo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

LUCCA

E' morto il bimbo di un anno caduto dal trattore

Como

Anche la quarta figlia è morta nell'incendio

SPORT

Moto

Phillip Island: super Marquez, Dovizioso indietro

serie b

Anticipi e posticipi : il calendario del Parma fino al 2 dicembre

SOCIETA'

Medicina

Boom delle malattie legate al sesso: sifilide +400%

PARMA

"Nessuno va abbandonato in mare": la testimonianza del capitano Gatti Video

1commento

MOTORI

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va

IL MINI SUV

Da oggi la nuova Citroën C3 Aircross: