11°

Parma

La Fondazione Tommasini chiede gli arresti domiciliari per Tanzi

La Fondazione Tommasini chiede gli arresti domiciliari per Tanzi
Ricevi gratis le news
20

Comunicato stampa

La Fondazione Mario Tommasini, a nome del suo presidente Bruno Rossi, ricordando le battaglie di Tommasini contro le iniquità della situazione carceraria italiana, fa un appello alle autorità per la concessione degli arresti domiciliari a Calisto Tanzi.
“Per quanto pesanti siano i reati imputanti a Tanzi” dichiara Rossi, “essi non possono comportare, in una società civile, una condanna alla tortura o alla pena di morte. Naturalmente lo stesso appello riguarda anche tutte le altre persone, che non godono della notorietà di Tanzi, ma che stanno vivendo la stessa disumana condizione”.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • bea

    18 Febbraio @ 22.37

    Prima di stendere queste poche righe ho riflettuto parecchio, poi ho deciso di scriverle per affermare la mia indignazione, nel dovere assistere all’utilizzo del nome di Mario Tommasini, in questi ultimi anni, a volte a proposito, ma spesso a sproposito. Finche l’utilizzo a sproposito, o per interessi di bottega veniva fatto, per esempio dall’ex Assessore Comunale Bernini, che presentava le sue iniziative affermando “come diceva il mio amico Mario”; o come ha fatto il Sindaco di Bercelo intitolandogli un reparto di una casa di riposo, poi bacchettato giustamente dalla figlia di Tommasini, Barabara, di quelle cose non posso che adirarmi, ma se l’iniziativa senza senso è presa dalla Fondazione che porta il suo nome, permettetemi di gridare la mia rabbia come commento all’articolo in questione. Presidente Rossi, sicuramente lei ha conosciuto bene Mario Tommasini, e può permettersi quindi di utilizzare la sua Fondazione per divulgare le idee che egli ha perseguito tutta la sua vita, ma quest’ultima credo sia proprio una grande forzatura. Se mi permette, io ho lavorato e collaborato con Mario del 1968 al 1975 e sono stato suo amico sino alla sua morte, se va a leggersi le Gazzette degli anni ’75 – ’80, quando la Gazzetta era contro la Giunta Comunale di allora, questa mi elencava fra i Tommasiniani e per queste ragioni, mi posso permettere di dire che lei e la Fondazione, in questo caso, ha forzato parecchio la mano di Mario. Tanzi, sarà sicuramente malato, ma a stabilirlo non può essere ne lei, ne la Fondazione, ma per questo ci sono i Giudici, i Medici e i fior d’Avvocati, che Tanzi utilizza a sua difesa. Mario, per quel che ricordo io, faceva la battaglia contro le istituzioni totali, in generale, non difendendo il caso singolo. La sua era una battaglio di principio, non ad personam. Con lui, io dipendente dell’Amministrazione Provinciale, ho partecipato al ritiro dagli istituti per minori, di oltre 400 ragazzi "con dei problemi", nei primi tempi avendo contro tutti o quasi, compresa la Gazzetta di Parma. Allora Mario non ha mai scelto una persona da aiutare, ma ha aggredditio, ripeto, l’istuzione totalizzante, cosi, come i manicomi, il brefotrofio, le carceri e le case di riposo. Non voglio dilungarmi, ma chiedo alla Fondazione di fare iniziative nel senso generale, diversamente, chiuda bottega. Tanzi non ha bisogno di Voi. Ha dimostrato che sa come cavarsela per anni e anche ora purtroppo ce la farà, sa difendersi da solo. Saluti da Arnaldo Ziveri

    Rispondi

  • Errico

    18 Febbraio @ 14.16

    Ma ci rendiamo conto che non ha scontato nemmeno 10 mesi di reclusione e già si sene male..?? E per la gente che ha sofferto e soffre per una vita di risparmi che il pregiudicato gli ha tolto..??

    Rispondi

  • oberto

    18 Febbraio @ 09.48

    Come sempre i soldi fanno la differenza, il morto di fame che ha rubato due galline e si suicida in carcere non fa muovere nessuno, uno che ha rubato una valanfga di soldi fa compassione e richiama l'intervento della fondazione Tommasini.

    Rispondi

  • GABRIELE

    18 Febbraio @ 09.44

    sono d accordo, il carcere lo ucciderebbe e sinceramente mi pare una pena eccessiva in un paese come l' Italia dove c è gente ben peggiore a piede libero. Però gli arresti domiciliari il Cavaliere non li dobvrebbe scontare nella villa dorata ma in un appartamentino popolare del Comune in una periferia urbana

    Rispondi

  • Russo Giorgio

    18 Febbraio @ 09.19

    Lui qualcosa di buono lo ha fatto. Ha messo in piedi un'azienda con un prodotto che è sempre stato di qualità facendo lavorare centinaia di persone.Non ha ucciso nessuno e sta pagando oltremodo.Dietro c'erano le banche, la politica, gli uomini che dovrebbero pagare quanto lui. Bondi ha avuto la fortuna di poter tagliare i rami secchi e poi ? Ha venduto ai francesi. La parentesi poi del figlio di Monti dal 2009 in Parmalat e appena ceduta ha cambiato aria. Solo coincidenza? Percè Bondi se Parmalat aveva utili da MLN di euro ha dovuto per forza cedere a Lactallis ? Tanzi oggi è irriconoscibile. C'è gente che ha ucciso e fatto altre cose peggiori e viene trattata meglio.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

ALLUVIONE

Ruspe al lavoro sull'Enza: via al ripristino dell'argine

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

Colorno

Il libraio Panciroli: «Mai vista tanta acqua in Reggia»

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

AVEVA 52 ANNI

Langhirano piange Tarasconi, per anni gestore del bar Aurora

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

Meteo: le previsioni comune per comune

MALTEMPO

Corniglio, staffetta solidale nelle stalle

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

Sicilia

Perquisizioni nelle case dei fiancheggiatori di Messina Denaro: impegnati 200 agenti

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS