Parma

"Per 21 anni preda di usurai. Finché li ho denunciati"

"Per 21 anni preda di usurai. Finché li ho denunciati"
Ricevi gratis le news
0

Alessia De Rosa
«Il giorno della settimana che preferivo era il sabato. Quello che odiavo, invece, il lunedì: l’inizio della settimana mi ricordava i problemi non risolti e le cambiali da pagare». Bastano due fascicoli pieni di fogli a raccontare la vita di una persona. Quelli di Luciano, ex artigiano di Parma, hanno un peso che è difficile da mandar via. Il primo raccoglie oltre trecento cambiali, una piccola parte di quelle che Luciano ha pagato nella sua vita, in totale sono duemila. Il secondo, invece, contiene articoli di giornali ritagliati: storie di vite strozzate dall’usura, proprio come la sua. L’ultimo articolo «collezionato» risale a qualche giorno fa, pubblicato sulla Gazzetta: la storia di un piccolo imprenditore caduto nelle mani degli usurai per pagare i debiti dell’azienda. Ed è stata proprio quella testimonianza a spingere Luciano a voler raccontare la sua storia. Anche lui ha fatto parte dell’Italia rovinata dagli usurai. Un’Italia vecchia però, in cui a governare c'era ancora la lira. Il primo usuraio l’ha pagato nel 1974, l’ultimo nel 1995. «Per più di vent'anni mi sono destreggiato tra banche, finanziarie e strozzini – racconta –. Non avendo le garanzie giuste, le banche rifiutavano di farmi il credito di cui avevo bisogno e ogni volta non restava altro che rivolgermi anche ai privati». Una vicenda chiusa da tempo ma che, nonostante gli anni passati, ancora fa rabbia: «Mi hanno rovinato le banche – accusa l’ex artigiano –. Il mio problema non era il lavoro, quello andava bene, ma per acquistare il materiale necessario spesso mi serviva denaro liquido che non riuscivo a procurami se non con piccoli prestiti ottenuti qua e là. E’ così che si entra nel vortice dell’usura: una volta che sei dentro hai costantemente bisogno di soldi, c'è sempre un buco da tappare». Nel 1995 Luciano ha deciso di porre la parola fine e ha denunciato l’ultimo usuraio al quale si era rivolto. «Ormai non riuscivo più ad andare avanti – racconta –. Ero stanco, lavoravo giorno e notte per pagare i debiti. Dopo qualche anno ho anche perso l’unico bene di mia proprietà, la casa, portata via dalle banche». Oggi Luciano ha  66 anni e già da qualche anno è in pensione. Una vita tranquilla senza più le ansie del passato, eppure lui tranquillo non ci riesce a stare. «Ho lavorato una vita intera per non ritrovarmi nulla – dice – perfino la macchina non è di mia proprietà». Tutte le volte che legge di vite spezzate dall’usura si arrabbia, ritaglia gli articoli e li conserva, in modo quasi ossessivo: «Il motivo per cui lo faccio? Perché questa è stata la mia vita – continua –. Mia moglie mi dice di lasciar perdere, che per fortuna ci siamo lasciati tutto alle spalle, ma io non riesco a farlo. Fino a cinque anni fa ancora avevo gli incubi per tutto questo». In ognuno di quegli articoli ritagliati Luciano rivede un po' della sua storia. «Il modo in cui si finisce nelle mani degli usurai è sempre lo stesso: le banche ti negano il prestito, i debiti aumentano e la disperazione fa il resto – spiega –. In tutta la mia vita ho fatto solo sei giorni di assenza dal lavoro, tutti giustificati da motivi di salute. Se ripenso a quel periodo l’unica cosa che mi viene in mente è la smania di produrre per guadagnare, ho lavorato giorno e notte per saldare i debiti. Questa non è vita».

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Poliziotti americani presi in un "fuoco incrociato"

usa

I bambini fanno a palle di neve coi poliziotti Video

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Arrestato insegnante di musica: i due anni da incubo di un'allieva

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

1commento

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

1commento

colorno

Approfittano del caos dovuto alla piena per svaligiare due case Video

solidarietà

"Chi vuole ospitare sfollati di Lentigione?": Sorbolo e Mezzani aprono uno sportello

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

5commenti

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

usa

Il democratico Jones sconfigge Moore, schiaffo per Trump

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS