-1°

Parma

Iotti: "72,5 milioni di tasse e rette: ecco l'eredità di Vignali e Ubaldi ai parmigiani"

Ricevi gratis le news
9

Comunicato stampa

"72,5 milioni di tasse e rette: così i parmigiani pagano il disastro Ubaldi-Vignali". A dirlo è Massimo Iotti, ex consigliere comunale del Pd, nel rendere noti e commentare i dati relativi al bilancio di previsione 2012 del Comune di Parma, che presto dovrebbero essere accessibili a tutti. "Da un'analisi dei dati risulta che è propruio di 72,5 milioni l'entità delle nuove tasse che saremo chiamati a pagare per sanare i debiti del Municipio. Debiti contratti durante le amministrazioni Ubaldi-Vignali". Secondo Iotti, il bilancio di previsione 2012 rivela anche 11,4 milioni di euro attesi dalle multe e 2,7 milioni di potenziali debiti fuori bilancio

“Per trovare nuove risorse per risanare i conti del Comune, il Commissario punta a raccogliere 72,5 milioni attraverso le imposte locali. Una cifra che dedico all’ex Sindaco Elvio Ubaldi, prossimo alla discesa in campo, al suo ex delfino Pietro Vignali e anche all’ex vicesindaco di entrambi, Paolo Buzzi, che continua a negare il dramma che Parma sta vivendo”, incalza l'ex consigliere comunale del Pd.

“Senza scomodare fantomatiche commissioni pubbliche, i dati sono tutti nero su bianco nel bilancio di previsione per il 2012, affetto da 2,7 milioni di potenziali debiti fuori bilancio (oltre ai 610 mila euro già riconosciuti dal Commissario) e fatto quadrare con 3,8 milioni di avanzo e una previsione di 11,4 milioni incassabili dalle multe – spiega Iotti –. Una cifra molto difficile da incassare e punitiva per i parmigiani. Non sono previsioni. Sono numeri. Basta leggerli e avere l’onestà politica di accettarli senza raccontare altre frottole ai parmigiani”.
La realtà dei conti del solo Comune – delle partecipate l’ex consigliere si occuperà in un’altra, imminente, inchiesta – illustrerebbe, secondo Iotti, che “i cittadini sono costretti a pagare i disastri amministrativi di 14 anni di centrodestra, cominciati con Ubaldi e culminati con il candidato che lui ha voluto sullo scranno dei portici del Grano: Pietro Vignali. La mazzata che sta per abbattersi sui parmigiani è composta da Imu e addizionale Irpef, entrambe al massimo consentito. Misure che, insieme all’aumento delle rette e dei servizi, fanno mediamente 391,5 euro per parmigiano. Il che significa che alcune famiglie pagheranno nel 2012 un peso di almeno 1.500/2.000 euro. Voglio evidenziare che tasse e tariffe al massimo sono un chiaro indicatore di una situazione di dissesto finanziario”.

Ciò che renderebbe meglio, però, quella che l'ex consigliere del Pd definisce "la dimensione del disastro targato centrodestra" sarebbe il fatto che, su 72,5 milioni raccolti, “solo 26,1 milioni resteranno a disposizione del Comune per il suo risanamento. Perché? Perché un’altra manovra, quella Salva Italia, varata da Monti, deve mettere mano ai danni di un altro governo di centrodestra – quello guidato da Berlusconi – e pesca, così, nelle tasche dei contribuenti. Dei 26,1 milioni restanti ben 12 milioni di euro sono il famoso fondo di riserva costituito per coprire le potenziali passività (debiti fuori bilancio, potenziali cause, ecc.) e 14 milioni rappresentano la restituzione della quota annuale dei mutui e Boc fatti dal Comune”.

Iotti conclude ricordando che “con il massimo carico fiscale possibile, Parma riuscirà solo a pagare i debiti contratti dai sindaci Ubaldi-Vignali, cercando di risanare i conti malmessi (finalmente venuti a galla) del Comune. Tutto questo accade senza possa partire un solo servizio in più. Anzi, i cittadini devono sapere che la manovra comunale ha messo in conto tagli a risorse e personale, col rischio che il Comune perda di efficienza e qualità nei servizi erogati”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    02 Marzo @ 14.59

    Signor Giorgio (11:33), dissento dal suo commento perchè io vedo cantieri interrotti per mancanza di soldi, imprese fallite a causa del mancato pagamento da parte del comune dei lavori effettuati o in corso d’opera, lavoratori licenziati o in cassa integrazione per il mancato pagamento alle imprese (conosco direttamente una cooperativa, non certamente rossa perché si evita di dirlo ma le cooperative non sono soltanto rosse appartengono a tutti gli schieramenti politici, che ha gravi problemi economici perché da più di un anno non riceve soldi dal comune di Parma e ha provato finché ha potuto a pagare di tasca propria i propri collaboratori ma adesso basta perché i soldi stanno per finire), mi sfugge sinceramente il patrimonio del comune a garanzia dei debiti

    Rispondi

  • nik

    02 Marzo @ 12.52

    Iotti prima di parlare guarda in casa tua ne hai già abbastanza!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

  • GIORGIO

    02 Marzo @ 11.33

    Caro Iotti, se vogliamo le scuole, le case in edilizia convenzinata, le case protette per gli anziani o disabili ecc, qualcuno le deve pur pagare. Anche io e mia moglie abbiamo un "buco" con la banca dovuto al mutuo che paghiamo, ma di contro abbiamo una casa. Stessa cosa per i Comuni che se devono costruire servizi, da qualche parte devono arrivare i soldi. Non ci trovo nulla di scadaloso. Perchè non parla del patrimonio del comune, fatto di decine e decine di case e altro dove come voi dell'ARCI state ad un affitto irrisorio!!!

    Rispondi

  • Matteo

    02 Marzo @ 11.12

    Sig.Iotti...pertanto quando finalmente riassaporerete il gusto ineguagliabile che si prova nell'issare la sacra bandiera rossa su Parma ci dobbiamo aspettare che avrete le palle di ipertassarci per riallineare il debito vero? Si insomma che avrete il coraggio di fare quello che ha fatto Monti, no? Oppure in quanto amministrazione politica vi nasconderete dietro proclami, accuse, promesse che avranno il solo risultato di allargarci a dismisura il deretano? Io propendo per la seconda, chissà perchè!!!! Non siete più credibili carini, nè di qua nè di là. L'Italia con Monti sta dimostrando quanto sia vigliacca ed inutile la democrazia come la concepisce certa gente, fatta di soli diritti e zero doveri. Monti rappresenta in questo momento un governo ai limiti della dittatura, che è quello di cui abbiamo dimostrato di aver bisogno. Auguri!

    Rispondi

  • Paolo

    02 Marzo @ 10.36

    Avevate la possibilita' di fare una bella citta', il re Mida vi ha abbagliato gli occhi, vi siete fatti ingannare, vi siete fatti prendere per il c., vi e' anche piaciuto. PARMA CAPITALE DELLE TASSE. Ditevi grazie.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

IL CASO

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

I «casi» di via Abbeveratoia, via Zarotto e via Montebello

1commento

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

Economia

Tecnologia sotto l'albero a Natale, il gadget è "low-cost"

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5