11°

Parma

No agli orari ridotti: il Tar riaccende la Movida

No agli orari ridotti: il Tar riaccende la Movida
Ricevi gratis le news
27

 Movida contro Comune: il primo round davanti al Tar lo vincono i titolari dei locali del divertimento parmigiano. O, meglio, lo vincono i titolari del «Tonic» di via Sauro, che si erano rivolti alla sezione di Parma del tribunale amministrativo regionale, contestando la legittimità dell'ordinanza che limitava l'orario di apertura dei pubblici esercizi della zona di via Farini. Ieri i giudici di piazzale Santafiora hanno infatti accolto la richiesta di sospensione degli effetti dell'ordinanza comunale, che è quindi «congelata» fino alla pronuncia definitiva del tribunale (o finché non sarà accolto un eventuale, probabile appello al Consiglio di Stato da parte del Comune per annullare la sospensiva appena concessa).
(Tutti i particolari sulla Gazzetta di Parma in edicola)

L'ASCOM: "RICONOSCIUTO IL PERICOLO DI UN DANNO PER GLI ESERCIZI COMMERCIALI". La Fipe di Parma (Federazione Italiana Pubblici Esercizi aderente ad Ascom) esprime la propria soddisfazione in merito all’ordinanza emanata dal Tar nei giorni scorsi, che “congelando”  di fatto la restrizione degli orari notturni dei locali della Movida, stabilita qualche mese fa dal Comune di Parma, riconosce tutelato il diritto di ogni impresa a svolgere la propria attività. Tale decisione ammette infatti la sussistenza del pericolo di un danno per gli esercizi commerciali della zona interessata, dimostrando come l’applicazione di provvedimenti particolarmente restrittivi possa fortemente penalizzare le attività coinvolte mettendone a rischio la sopravvivenza stessa.
In attesa dunque del 10 ottobre pv, giorno in cui il TAR entrerà nel merito, auspichiamo che questo provvedimento induca l’Amministrazione a risolvere le annose problematiche che affiggono le attività coinvolte nella  Movida, non più con provvedimenti rivolti alla limitazione degli orari, ma attraverso gli interventi più volte richiesti dalle stesse aziende quali ad esempio il controllo sul territorio, la dotazione di bagni pubblici, la pulizia ecc…
I contenuti della sopracitata ordinanza del Tar rappresentano tuttavia la prima notizia positiva dopo una serie di provvedimenti assolutamente penalizzanti per i pubblici esercizi del centro storico come l’aumento delle tariffe di occupazione del suolo pubblico o la recente estensione della ztl in orario notturno, con conseguente attivazione dei varchi elettronici.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Il Provocatore

    09 Marzo @ 08.46

    @E loraaaa: oh, dopo la sua risposta posso ritirare l'ipotesi dell'immaturità, anche se direi che non è per via che le persone non hanno di meglio da fare e per questo fanno denunce a caso..

    Rispondi

  • Nicola

    09 Marzo @ 08.10

    @ANARCA: "tutti i bar dovrebbero chiudere alle 23"?!? magari mettiamo anche il coprifuoco: nessuno può uscire di casa dopo le 23:30! pensa che bel silenzio ci sarebbe dopo! evviva la libertà....

    Rispondi

  • massimo

    08 Marzo @ 23.25

    1) non sei ricco...allora perchè vivi in centro..vai a vivere in periferia?...costa meno e li non ti rompono le scatole i bambocci 2) i doppi vetri d'estate non servono..comprati un condizionatore...o ripeto non te lo ha ordinato nessuno di vivere in centro...

    Rispondi

  • Emiliano

    08 Marzo @ 23.01

    No caro residente non sono ne un bamboccione ne un beone e a dire il vero frequento pure abbastanza poco il centro di sera. Ma ho già visto anni fa, ero bambino ma ricordo, come residenti gnesi come voi hanno ucciso via Bixio e via Costituente (col risultato che ora da soli si ha paura a passarci, sopratutto una donna o una ragazza, e che invece degli schiamazzi dei propri ragazzi al bar ora sentono le liti dei delinquenti veri) e ora la stessa teoria vorreste applicarla a tutto il centro per ottenere gli stessi risultati. Cercate di essere un po più lungimiranti e di pensare non solo a voi stessi e al vostro dormire.

    Rispondi

  • ferdinando

    08 Marzo @ 21.46

    Una cosa non riesco a capire: quando la movida non esisteva gli esercenti come fecevano ad arrivare a fine mese? Va bene continuare la movida, ai titolari dei locali darà sicuramente un buon aiuto e tanta gente svagarsi dopo una giornata di lavoro! Tutti hanno il diritto di divertirsi, sia giovani che adulti ma, senza disturbare la quiete pubblica ( sia i poveri che i ricchi )

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

E' morta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I rilievi dopo l'incidente

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

BASSA

Fracasso (Fai): "La grande bellezza di Colorno va tutelata"

polizia

Via Pelizzi, i ladri narcotizzano il cane e minacciano con le mazze il padrone di casa

Tre furti compiuti, uno tentato e due cassaforti sparite in un solo pomeriggio

1commento

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

polizia municipale

Irregolarità e cibi avariati: 11 sospensioni di attività e 100 persone identificate in tre mesi Video

Due esercizi sono stati chiusi definitivamente, per altri 9 è scattata la chiusura temporanea

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

parma calcio

Verso Parma-Cesena, D'Aversa si affida a difesa e Insigne Video

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS