-1°

Parma

La Sinistra studentesca critica Er-Go: "Poca privacy e orari rigidi negli studentati di Parma"

Ricevi gratis le news
4

La Sinistra studentesca universitaria dice: "Abbiamo visitato le residenze Volturno e Cavestro in seguito a numerosi reclami di ragazzi disperati in cerca di ascolto". Gli studenti lamentano orari e giorni di apertura troppo rigidi per le loro esigenze e altri problemi legati alla gestione degli spazi e dei controlli da parte dell'azienda regionale per il diritto allo studio, cui pagano 190 euro di affitto.

Ecco il comunicato inviato dall'associazione studentesca:

Avete la minima idea di come vivano i ragazzi negli studentati di Parma? Noi, per poterlo capire, abbiamo visitato le residenze “Volturno” e “Cavestro” e, in seguito a numerosi reclami di ragazzi disperati in cerca di ascolto, siamo andati a tastare il terreno.

La loro vita si svolge conforme a quanto stabilito dal regolamento “Er.go”, azienda regionale per il diritto (ne siamo sicuri?) allo studio dell’Emilia Romagna, ma - a detta di molti studenti - chi beneficia di tali alloggi è considerato da tale azienda un OSPITE in tutto e per tutto, nonostante firmi un regolare contratto d’affitto e paghi un canone di locazione mensile di ben 190 euro.

La situazione, emersa dai loro primi racconti, ci è sembrata un po’ come quella presentata nel celebre documentario “Draquila” sulla vita degli aquilani nelle case “regalate” loro dall’ex presidente del Consiglio: per la serie "noi la casa ve la diamo, ma la dovete lasciare così com’è: una bomboniera".

Il primo ragazzo ci spiega che, ogni qualvolta si ritrova a dover lasciare lo studentato per tornare a casa per le vacanze estive e natalizie, deve rispettare dei termini rigorosi di partenza e rientro: "Se io devo tornare a Parma prima per preparare un esame, non mi è possibile perché trovo la residenza chiusa. Inoltre, il primo anno, per le matricole,  la casa-albergo apre dal primo ottobre, mentre in diverse Facoltà le lezioni iniziano già i primi di settembre, motivo per il quale dobbiamo trovarci forzatamente una sistemazione alternativa per più di quindici giorni".
Ma non basta: prima della partenza, tutti sono obbligati a svuotare la propria camera e riporre tutto in degli scatoloni (che, in alcuni casi, non ti fornisce nemmeno l’Er-go). "Almeno due volte l’anno siamo costretti, quindi, a fare una sorta di trasloco e, se al nostro ritorno, non troviamo integre le nostre cose, loro non se ne assumono la minima responsabilità".

Ogni mese c’è un controllo rigoroso delle pulizie e, se per caso non rispondesse nessuno, dopo due colpi di citofono, chiave alla mano e via: entrano dentro e poco importa che tu sia nudo o vestito, sotto la doccia o impegnato a far altro (alla faccia della privacy!), l’importante è che tu abbia pulito bene, che non abbia appeso foto sui muri e che tu abbia lasciato l’arredamento tale e quale a come ricevuto il primo giorno: "Avevo spostato una cassettiera perché non volevo mettere la tv sulla scrivania, dal momento che la uso per studiare. Ho ricevuto una segnalazione per aver "manomesso" l’arredamento". Ed ancora, è vietato l’utilizzo degli spazi comuni dopo le ore 23: "Non è possibile mangiare un pezzo di torta insieme agli amici nel giorno del mio compleanno ché subito parte la segnalazione".

Dopo tre segnalazioni, discrezionali quanto volete e assolutamente irrevocabili, lo studente si becca una sanzione che, spesso, consiste nella revoca dei benefici.

Ebbene sì, avete capito bene: dopo una triplice segnalazione, perdi anche la Borsa di studio!

Ci raccontano, anche, che chi abita al primo piano della residenza Volturno non ha una camera come tutte le altre, ma usufruisce di quella che dovrebbe essere assegnata esclusivamente a studenti disabili: "Io sono in una stanza molto più piccola e pago lo stesso canone di quelli che hanno la stanza per normodotati. In più, abbiamo bagno e cucina per disabili con piano cottura e lavello molto più bassi del normale, bagno senza bidet..."; e  ancora che  "nel periodo che intercorre tra la domanda dell’alloggio e le graduatorie per l'assegnazione, dobbiamo pagare una pre-conferma di  cento euro, ma se l’alloggio non ci viene assegnato, loro non ce la restituiscono ( anche se, ex bando, non dovrebbe esser così)".

In sintesi, "noi paghiamo 190 euro d’affitto, non possiamo azzardarci a spostare un comodino o attaccare una fotografia, paghiamo 1.20 euro per usare la lavatrice e lavarci il bucato, non possiamo ospitare nessuno e se c’è il terremoto la prima a scappare è la portinaia (piccoli Schettino crescono). Siamo continuamente sotto pressione e il prezzo da pagare è davvero alto - in tutti i sensi -, cominciamo a pensare che non ne valga la pena".

Per questi  studenti, soprattutto per le matricole che non sanno a cosa vanno esattamente incontro, la vita negli studentati è una scatola chiusa, oltre che una scelta molto seria e responsabile, dato quel che comporta: a chi rifiuta l’alloggio dopo l’assegnazione, viene infatti dimezzato l’importo della borsa di studio cui ha diritto.

Insomma, non ci sembra che quella di ospiti sia una definizione che viene attribuita loro “casualmente” dagli uffici dell’Er-go: gli studenti sono ospiti a tutti gli effetti. L’unico beneficio davvero considerevole - ci dicono -  è l’esenzione dal pagamento delle utenze (luce, acqua, gas).

Dati i racconti dei ragazzi, la domanda sorge spontanea: "il gioco vale candela?"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Leuconoe

    10 Marzo @ 11.36

    Ok, è tutto vero,ci sono orari e regole da rispettare, ma presentare le residenze er-go come se fossero dei campi di concentramento è davvero esagerato! Parlare in questi toni è un modo per fare notizia facile che non rispecchia la realtà. Il gioco vale la candela? Beh, direi proprio di sì, visto che mantenere una casa in affitto a Parma costerebbe ben più di 190 euro al mese! Sarebbe stato più giusto ascoltare e riportare anche i pareri di chi nelle residenze er-go si trova bene...

    Rispondi

  • Paolo

    10 Marzo @ 11.26

    Beh, certo Roberto...che io sappia però quando gli inquilini pagano l'affitto al conduttore di una mensilità, questi dispongono dell'appartamento per l'intero mese (questo non avviene per noi studenti che viviamo nello studentato durante le vacanze di natale). E non mi sembra che se affitti una stanza non hai la libertà di appendere un quadretto perché "rischi la segnalazione" del proprietario. E non mi sembra che il proprietario sia libero di entrare in casa tua con una chiave passpartout ogni 3x2 per controllare l'ordine della tua stanza (facendoti la "segnalazione" se per caso trova della polvere). Roberto, a me sembra tanto che tu sei uno di quelli che parla per dare aria alla bocca e che le case-abergo non le vive. Vieni a fare un salto in Volturno e capisci come si sta davvero.

    Rispondi

  • Roberto

    10 Marzo @ 08.59

    Concordo perfettamente con Paul.. si lamentano e basta! premetto, io ci vivo in una di queste residenze.. si sta bene e chi ha da lamentarsi, prenda e se ne vada aff......!! nessuno lo costringe a restare.... Si lamentano di tutto, e non sanno cosa significa davvero lamentarsi! E vero Er.go avra delle rigide norme, ma quando si è ospiti si devono rispettare le regole del "proprietario" altrimenti se non ti sta bene, prendi e vai via....

    Rispondi

  • Paolo

    09 Marzo @ 17.31

    Direi che per 190€ al mese, mi sembra di capire, spese comprese (non e' un dato da poco visti i costi) spendete poco. Se volete piu' liberta' andate a stare da soli (intendo prendete una casa in 3 o 4 perche' da soli con 190€ non coprite nemmeno le spese, sopratutto d' inverno)... ma non ve la cavate se non col doppio in questa bella citta'. Per 190€, spese comprese, effettivamente siete ospiti perche' vuol dire che gli altri costi li copre qualcun' altro, non voi.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

IL CASO

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

I «casi» di via Abbeveratoia, via Zarotto e via Montebello

1commento

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

Economia

Tecnologia sotto l'albero a Natale, il gadget è "low-cost"

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5