-2°

Parma

Fondazione Bagnaresi, l'appello dei genitori: "Il Comune risponda"

Fondazione Bagnaresi, l'appello dei genitori: "Il Comune risponda"
Ricevi gratis le news
24

E' il sogno di Matteo che vogliono portare avanti. Quello per cui si sono sempre battuti da quando, quattro anni fa, lui se ne è andato, travolto dal pullman dei tifosi juventini nell'area di servizio Crocetta di Asti.

Una Fondazione con il suo nome ma soprattutto con i suoi ideali da far camminare. Realtà che già esiste, però è la nuova sede che deve ancora cominciare a crescere. «Il Comune ci aveva concesso un'area in via Traversetolo, dietro l'Esselunga: tutto era pronto, se non fosse per un'ultima delibera ufficiale che non c'è stata - sottolinea Cristina, la madre di Matteo Bagnaresi -. Siamo fermi ad agosto e poi, dopo la caduta della giunta, non si è più mosso nulla. Siamo un po' amareggiati, perché non sappiamo niente. Comprendiamo i problemi che sta affrontando il commissario Ciclosi, ma speriamo di avere un riscontro». Risposte. Chiarimenti. E' ciò che chiede anche Bruno, il padre del tifoso del Parma ucciso dalla ruota di quel pullman mentre il 30 marzo 2008 stava andando con i Boys a Torino per la partita contro la Juve. «La vecchia giunta si era mostrata entusiasta per il progetto che non avrebbe costi per la città, al di là della concessione del terreno: la Fondazione, infatti - spiega Cristina Bagnaresi - provvederebbe alla realizzazione della struttura che potrebbe diventare una realtà importante».

L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • katiatorri

    11 Marzo @ 17.55

    innanzitutto sono io "chi per essa" lo vada a dire ai vari anonimi,lei compreso(la redazione può confermare da dove arrivano i miei interventi),poi cosa sono queste illazioni,parli e si firmi,non vi accorgete di quanto siete subdoli e oltremodo violenti,per cosa poi?per insultare chi non c'è più e non può rispondere?

    Rispondi

  • pier luigi

    11 Marzo @ 14.49

    gentilissima katiatorri o chi per essa, chi semina odio raccoglie tempesta, non voglio risalire alla favola del lupo e dell'agnello, ma di certo voi non siete agnelli! lei conosce tutti? può anche succedere che qualcuno sappia cose che lei non sa o non ha voluto sapere. Ci sono genitori che, a volte, si confidano con i colleghi, se non hanno amici, e non diranno mai in pubblico le loro sofferenze!

    Rispondi

  • katiatorri

    11 Marzo @ 10.49

    ma se questo è il migliore dei mondi possibili da dove deriva l'immensa mole di cattiveria che avete?vi rendete conto che,da anonimi,cuor di leone,state insultando un ragazzo morto e la sua famiglia?sarebbe questa la vostra educazione?educare all'odio non è un granchè e questo a prescindere dal fatto che una persona possa essere concorde o no con la richiesta della famiglia Bagnaresi,la vostra feroce mancanza di rispetto delinea che persone siete(lo so,l'ho già scritto ma a volte ripetere le cose fa bene...) Ho avuto l'onore di conoscere sia il Bagna sia i suoi genitori,gente che ha sempre messo il cuore(anche perchè ne sono dotati,loro) e la faccia in ogni cosa,gente che sta economicamente bene ma che pensa agli altri a quelli che non hanno nulla,parlo al presente di tutti e tre perchè i genitori del Bagna stanno portando avanti le sue lotte per i più umili,per chi voi prendereste a calci,voi,brava gente perbene che considerate la vita di un povero,specie se immigrato,meno importante di una bicicletta o del vostro "dititto" a girare per strada senza che i vostri occhietti puri siano colpiti dai poveri che in strada ci dormono.Vi ricordo infine,che state insultando un ragazzo che neppure vent'enne rinunciò a una vacanza per restare un estate a lavorare per le cause di lavoro dei più poveri e che provò tanta rabbia di fronte alla violenza vera subita da questi da dedicare allo lotta per i loro diritti il resto della vita,concorde con tutto o no,se avessi un figlio vorrei che valesse almeno la metà del Bagna

    Rispondi

  • Giovanni

    11 Marzo @ 08.58

    E' una buona occasiona per dire che la maggioranza dei tifosi e la stessa città non ha condiviso di aver intitolato la curva a Matteo Bagnoresi. E'stata una scelta inopportuna e precipitosa che non rappresenta lo spirito e le valenze di Parma. Purtroppo il presidente del Parma Calcio che avrebbe potuto opporsi, in quell'occasione ha dimostrato superficialità, inutile precipitazione e poca conoscenza dell'ambiente inserendosi in una questione che va al di là dello sport.

    Rispondi

  • pier luigi

    10 Marzo @ 22.32

    caro Balestrazzi, sono più vecchio di te, ed è per questo che ti do del tu, ma ricordati che di tanti morti abbiamo sentito le lodi dette per pietà e per partito preso, questo non significa che siano state lodi vere. Voleva cambiare il mondo? e se si fosse accontentato di cambiare se stesso? forse avrebbe fatto più fatica e meno danni!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Rebel Circle al Be Movie

FESTE PGN

Rebel Circle al Be Movie Foto

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

"incidente"

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Oggi speciale su cani, gatti & Co. con la Gazzetta di Parma

Lealtrenotizie

Noceto, tentata truffa ai danni di un’ anziana: arrestati in flagranza due truffatori

Foto d'archivio

noceto

Provano con due "copioni" a truffare una 76enne: lei li fa arrestare

Montanara

Spettatore diplomato in primo soccorso salva calciatore durante la partita

1commento

Parma

Carabiniere blocca un ladro: «In divisa o no, prima viene il dovere»

1commento

FIDENZA

Non arrivava alla sua festa di compleanno: era morto d'infarto

BEDONIA

Furto all'agriturismo La Tempestosa

1commento

Lutto

Addio a padre Simoncini, ultimo gesuita di Parma

incidente

Pedone investito a Ramiola

60 anni di legge Merlin

Le ragazze salvate dalla tratta

Viabilità

Colorno, verifiche ai ponti dopo la piena

BORGOTARO

Addio ad Arnaldo Acquistapace

1commento

parma calcio

La società: "D'Aversa resta: ha tutto per poter uscire dalla crisi. Compreso il sostegno dei giocatori"

Malmesi a Bar Sport: "Abbiamo fatto la nostra offerta per il Centro sportivo di Collecchio".

3commenti

elezioni

Scuole seggio, chiuse dal 3 al 6 marzo. Per universitari fuorisede trasporti con tariffe agevolate

PARMA

Renzi: "Da noi proposte concrete, dagli altri invenzioni"

6commenti

Via MAMELI

Rubano alcolici per rivenderli ai ragazzi: arrestato 27enne marocchino, fuggito il complice Video

Il malvivente è stato fermato da un carabiniere libero dal servizio

6commenti

anteprima gazzetta

60 anni della legge Merlin, cosa è cambiato nella prostituzione (a Parma)

tg parma

Edicola in stazione ultimo giorno: da oggi saracinesca chiusa Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Tajani l'europeista incubo di Salvini

di Vittorio Testa

1commento

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

ITALIA/MONDO

San Polo d’Enza

Il “Grande fratello” incastra la banda dei salumi: denunciati in sei

1commento

modena

Colpì una 15enne col manganello, chiesto processo per poliziotto

2commenti

SPORT

Altri sport

Il mondo della pallanuoto piange Roberto Gandolfi

calcio

Galliani: "Li insolvente? No, ha presentato le credenziali"

SOCIETA'

musica

Dopo quasi 30 anni tornano i primi dischi in vinile della Sony

roma

Via vai di calvi in negozio: droga nascosta nei bigodini, arrestato parrucchiere

MOTORI

MOTORI

Mazda CX-5 subito amici: il Suv dal feeling immediato

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto