Parma

Fondazione Bagnaresi, l'appello dei genitori: "Il Comune risponda"

Fondazione Bagnaresi, l'appello dei genitori: "Il Comune risponda"
Ricevi gratis le news
24

E' il sogno di Matteo che vogliono portare avanti. Quello per cui si sono sempre battuti da quando, quattro anni fa, lui se ne è andato, travolto dal pullman dei tifosi juventini nell'area di servizio Crocetta di Asti.

Una Fondazione con il suo nome ma soprattutto con i suoi ideali da far camminare. Realtà che già esiste, però è la nuova sede che deve ancora cominciare a crescere. «Il Comune ci aveva concesso un'area in via Traversetolo, dietro l'Esselunga: tutto era pronto, se non fosse per un'ultima delibera ufficiale che non c'è stata - sottolinea Cristina, la madre di Matteo Bagnaresi -. Siamo fermi ad agosto e poi, dopo la caduta della giunta, non si è più mosso nulla. Siamo un po' amareggiati, perché non sappiamo niente. Comprendiamo i problemi che sta affrontando il commissario Ciclosi, ma speriamo di avere un riscontro». Risposte. Chiarimenti. E' ciò che chiede anche Bruno, il padre del tifoso del Parma ucciso dalla ruota di quel pullman mentre il 30 marzo 2008 stava andando con i Boys a Torino per la partita contro la Juve. «La vecchia giunta si era mostrata entusiasta per il progetto che non avrebbe costi per la città, al di là della concessione del terreno: la Fondazione, infatti - spiega Cristina Bagnaresi - provvederebbe alla realizzazione della struttura che potrebbe diventare una realtà importante».

L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • katiatorri

    11 Marzo @ 17.55

    innanzitutto sono io "chi per essa" lo vada a dire ai vari anonimi,lei compreso(la redazione può confermare da dove arrivano i miei interventi),poi cosa sono queste illazioni,parli e si firmi,non vi accorgete di quanto siete subdoli e oltremodo violenti,per cosa poi?per insultare chi non c'è più e non può rispondere?

    Rispondi

  • pier luigi

    11 Marzo @ 14.49

    gentilissima katiatorri o chi per essa, chi semina odio raccoglie tempesta, non voglio risalire alla favola del lupo e dell'agnello, ma di certo voi non siete agnelli! lei conosce tutti? può anche succedere che qualcuno sappia cose che lei non sa o non ha voluto sapere. Ci sono genitori che, a volte, si confidano con i colleghi, se non hanno amici, e non diranno mai in pubblico le loro sofferenze!

    Rispondi

  • katiatorri

    11 Marzo @ 10.49

    ma se questo è il migliore dei mondi possibili da dove deriva l'immensa mole di cattiveria che avete?vi rendete conto che,da anonimi,cuor di leone,state insultando un ragazzo morto e la sua famiglia?sarebbe questa la vostra educazione?educare all'odio non è un granchè e questo a prescindere dal fatto che una persona possa essere concorde o no con la richiesta della famiglia Bagnaresi,la vostra feroce mancanza di rispetto delinea che persone siete(lo so,l'ho già scritto ma a volte ripetere le cose fa bene...) Ho avuto l'onore di conoscere sia il Bagna sia i suoi genitori,gente che ha sempre messo il cuore(anche perchè ne sono dotati,loro) e la faccia in ogni cosa,gente che sta economicamente bene ma che pensa agli altri a quelli che non hanno nulla,parlo al presente di tutti e tre perchè i genitori del Bagna stanno portando avanti le sue lotte per i più umili,per chi voi prendereste a calci,voi,brava gente perbene che considerate la vita di un povero,specie se immigrato,meno importante di una bicicletta o del vostro "dititto" a girare per strada senza che i vostri occhietti puri siano colpiti dai poveri che in strada ci dormono.Vi ricordo infine,che state insultando un ragazzo che neppure vent'enne rinunciò a una vacanza per restare un estate a lavorare per le cause di lavoro dei più poveri e che provò tanta rabbia di fronte alla violenza vera subita da questi da dedicare allo lotta per i loro diritti il resto della vita,concorde con tutto o no,se avessi un figlio vorrei che valesse almeno la metà del Bagna

    Rispondi

  • Giovanni

    11 Marzo @ 08.58

    E' una buona occasiona per dire che la maggioranza dei tifosi e la stessa città non ha condiviso di aver intitolato la curva a Matteo Bagnoresi. E'stata una scelta inopportuna e precipitosa che non rappresenta lo spirito e le valenze di Parma. Purtroppo il presidente del Parma Calcio che avrebbe potuto opporsi, in quell'occasione ha dimostrato superficialità, inutile precipitazione e poca conoscenza dell'ambiente inserendosi in una questione che va al di là dello sport.

    Rispondi

  • pier luigi

    10 Marzo @ 22.32

    caro Balestrazzi, sono più vecchio di te, ed è per questo che ti do del tu, ma ricordati che di tanti morti abbiamo sentito le lodi dette per pietà e per partito preso, questo non significa che siano state lodi vere. Voleva cambiare il mondo? e se si fosse accontentato di cambiare se stesso? forse avrebbe fatto più fatica e meno danni!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

31commenti

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

anteprima gazzetta

L'alluvione e il black-out nel Parmense: danni, disagi, paura e storie

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

8commenti

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS