-2°

10°

Parma

Nascondeva la droga negli slip: spacciatore in manette

Nascondeva la droga negli slip: spacciatore in manette
Ricevi gratis le news
15

Un tunisino residente a Fiorenzuola d'Arda nascondeva 20 grammi di hashish fra le natiche. Nei guai anche due marocchini per furto e ricettazione. Sono i risultati dei controlli effettuati ieri pomeriggio in piazzale della Pace da una pattuglia mista di poliziotti e militari. I dettagli nel servizio del TgParma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • dd_77

    15 Marzo @ 11.58

    fino a che ci saranno compratori ci saranno spacciatori, che siano di colore o origine diversa cambia qualcosa? sempre consumatori e spacciatori sono. prima di guardare gli altri forse è il caso che i puristi parmiggiani iitalioti si guardino bene allo specchio perchè altrimenti è veramente facile fare la figura degli idioti.

    Rispondi

  • Geronimo

    15 Marzo @ 09.03

    Beh con questa lettera ti sei reso ridicolo perché hai scritto varie falsità e accuse alla magistratura, sai benissimo che i controlli ci sono (con una macchina a disposizione è difficile controllare tutta parma, forse due se la penultima è stata riparata) e che il codice penale è applicato solo che con condanne inferiori ai 3 anni non vai in carcere dove devi superare i 5 per andarvi. La custodia cautelare breve dopo l’arresto è legittima perché per risparmiare tempo si fanno i processi per direttissima e dopo la condanna, prova a pensare un attimo, la custodia cautelare breve a cosa serve? ma soprattutto si può fare? Ti suggerisco poi anche un altro dato statistico anche se non facilmente verificabile, sono in aumento le truffe alle assicurazioni per falsi furti, prima questo avveniva quasi esclusivamente tra i camionisti avvicinati dalla criminalità organizzata per organizzare finti furti, ora si organizzano furti anche tra i negozianti (spesso ci sono esercizi pubblici con telecamere che subiscono il furto ma perdinci bacco “ieri sera mi sono dimenticato di accendere la videosorveglianza e attivare l’allarme”). L’espulsione caro Clansman non avviene perché il tuo caro ex governo quando ha fatto la legge ha organizzato qualche rimpatrio, a mio parere giusto, con qualche aereo da dare in pasto all’opinione pubblica salvo poi riprendere la solita solfa del foglio di via obbligatorio, assolutamente inutile…. Pensa che c’è gente che da ancora la colpa a pannella di questo….

    Rispondi

  • franco

    15 Marzo @ 00.27

    E PACO E AX DOVE ERANO.....A FARE IL PIENO DI BENZINA???

    Rispondi

  • NONNO VIGILE

    14 Marzo @ 19.01

    Dei miei amici, di torino invidiavano Parna per la sua tranquillità, ora forse per delinguenza ha superato la citta della MOLE................CONtiniamo ad lasciarli liberi

    Rispondi

  • parmense doc

    14 Marzo @ 17.03

    tanto domani è fuori dopo il solito patteggiamento...adesso aspetto la difesa della Signora Torri, che però è impegnata oggi con altri extra....allego la lettera mandata al ministro dell'interno, ci cui aspetto la risposta.. Egregio Ministro dell’Interno Salve, le scrivo per illustrare il degrado in cui versa la città dove risiedo, ossia Parma. L’ex oasi felice vive un drammatico aumento dei reati, le cui cause a mio parere sono date dall’aumento degli immigrati clandestini (che, cronaca alla mano, compiono circa il 90% dei reati di strada) e da un atteggiamento assolutamente tollerante da parte della magistratura locale. Da un lato sono aumentati i furti nei negozi e negli appartamenti i cui responsabili sono spesso criminali dell’est che provengono anche da altre città vicine. Dall’altro lato esiste un centro storico che in alcune zone è totalmente nella mani della criminalità nordafricana. A fronte di questo aumento la magistratura non applica in modo severo il codice penale. Un esempio classico: qualche giorno fa hanno arrestato 3 nordafricani pluripregiudicati, di cui uno di questi a soli 25 anni aveva ben 30 precedenti penali, per droga, risse, rapine ect…Il modus operandi della magistratura è sempre lo stesso: 1) custodia cautelare breve dopo l’arresto; 2) processo per direttissima ; 3) patteggiamento con pena sempre inferiore ai 3 anni e uscita immediata dal carcere con mancata espulsione dei soggetti clandestini e pregiudicati. Pur non essendo un giurista non riesco a capire come la sospensione condizionale della pena avvenga anche per soggetti pregiudicati e non solo una volta! Inoltre non capisco perché nessuno viene mai espulso, pur essendo previsto dalla legge, vista la presenza in regione di due centri d’espulsione. Questi soggetti, che non sono piccoli delinquenti, ne sono coscienti, e il giorno dopo la scarcerazione tornano subito a spacciare droga negli stessi posti. Mi chiedo come si possa andare avanti così, perché è logico che in pochi anni il numero di delinquenti aumenterà sempre di più. Quali sono i rimedi? Si può sapere perché nessuno organizza delle retate ( tutta la cittadinanza sa in quali parchi spacciano e quanti sono)? I mezzi sono pochi, però per le partite di calcio si vedono molti blindati e poliziotti in giro..allora qualcosa forse non funziona . Confidando in una risposta la ringrazio anticipatamente.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il pm chiede la confisca della casa di Fabrizio Corona

MILANO

Il pm chiede la confisca della casa di Fabrizio Corona

La principessa Eugenie si sposerà in autunno

gran bretagna

La principessa Eugenie si sposerà in autunno

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé

STATI UNITI

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani lo speciale "Amico dentista"

NOSTRE INIZIATIVE

Domani lo speciale "Amico dentista"

Lealtrenotizie

Si arrampicano lungo tubi e grondaie e svaligiano le case: 6 furti in un giorno a Parma

VOLANTI

Si arrampicano lungo tubi e grondaie e svaligiano le case: 6 furti in un giorno a Parma

Palacassa

Concorso per un posto da infermiere: 3mila al Palacassa, candidati anche da Agrigento Foto

L'obiettivo di molti partecipanti è entrare in graduatoria, sperando in una chiamata entro i prossimi tre anni

3commenti

Allarme

Ore 7: attimi di paura in via Emilia Est

3commenti

chiozzola

Sorprendono il ladro in cortile. Il sindaco: "Cittadini, ingrassate le navette"

1commento

INCHIESTA

Nomine al Maggiore, chiesto il rinvio a giudizio per l'ex rettore Borghi

1commento

modena

'Ndrangheta: fermato il presunto nuovo reggente della cosca emiliana

Carmine Sarcone, provvedimento della Dda e dei Carabinieri

polemica

Eramo: "Sulla sicurezza la giunta non si auto-assolva: mancano scelte coraggiose"

"Perché non avete chiesto ai vigili di fermare i consumatori di droga?"

1commento

economia

Rapporto Ismea, Parma nettamente in vetta per l'agroalimentare

DILETTANTI

Clamoroso a Felino: si dimette Pioli

Lutto

Millo Caffagnini, una vita intensa con Bardi nel cuore

TECNOLOGIA

Telefoni e tablet in classe: a Parma non sono una novità

salso

Addio alla maestra Angela Bonassera, in cattedra per 35 anni

COLLECCHIO

In vent'anni, in Comune, 20 dipendenti in meno

1commento

ALLARME

Bocconi avvelenati al parco Martini: area transennata

SORBOLO

Parma-Brescello: bus sostitutivi fino a fine estate

Emergenza

Maleducazione, inciviltà e bullismo: quei ragazzini che invadono il centro

22commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Un anno di Trump, il presidente che divide

di Marco Magnani

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Politica

Grillo separa il suo blog dal M5S: "Parliamo di futuro"

gran bretagna

Rientra l'allarme per la fuga di gas a Londra: riaperte strade e metro

SPORT

Norvegia

Stella della pallamano: “Colleghi hanno diffuso mie foto intime”

lutto

Addio a Franco Costa, volto mitico di 90° minuto. Celebri le interviste all'avvocato Agnelli

SOCIETA'

hi tech

L'iPhone X vende poco, Apple potrebbe "pensionarlo"

1commento

hi tech

Amazon apre supermercato 4.0: è senza casse

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

RESTYLING

La Mini rifà il trucco a 3porte, 5porte e cabrio Video