19°

Parma

Nascondeva la droga negli slip: spacciatore in manette

Nascondeva la droga negli slip: spacciatore in manette
Ricevi gratis le news
15

Un tunisino residente a Fiorenzuola d'Arda nascondeva 20 grammi di hashish fra le natiche. Nei guai anche due marocchini per furto e ricettazione. Sono i risultati dei controlli effettuati ieri pomeriggio in piazzale della Pace da una pattuglia mista di poliziotti e militari. I dettagli nel servizio del TgParma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • dd_77

    15 Marzo @ 11.58

    fino a che ci saranno compratori ci saranno spacciatori, che siano di colore o origine diversa cambia qualcosa? sempre consumatori e spacciatori sono. prima di guardare gli altri forse è il caso che i puristi parmiggiani iitalioti si guardino bene allo specchio perchè altrimenti è veramente facile fare la figura degli idioti.

    Rispondi

  • Geronimo

    15 Marzo @ 09.03

    Beh con questa lettera ti sei reso ridicolo perché hai scritto varie falsità e accuse alla magistratura, sai benissimo che i controlli ci sono (con una macchina a disposizione è difficile controllare tutta parma, forse due se la penultima è stata riparata) e che il codice penale è applicato solo che con condanne inferiori ai 3 anni non vai in carcere dove devi superare i 5 per andarvi. La custodia cautelare breve dopo l’arresto è legittima perché per risparmiare tempo si fanno i processi per direttissima e dopo la condanna, prova a pensare un attimo, la custodia cautelare breve a cosa serve? ma soprattutto si può fare? Ti suggerisco poi anche un altro dato statistico anche se non facilmente verificabile, sono in aumento le truffe alle assicurazioni per falsi furti, prima questo avveniva quasi esclusivamente tra i camionisti avvicinati dalla criminalità organizzata per organizzare finti furti, ora si organizzano furti anche tra i negozianti (spesso ci sono esercizi pubblici con telecamere che subiscono il furto ma perdinci bacco “ieri sera mi sono dimenticato di accendere la videosorveglianza e attivare l’allarme”). L’espulsione caro Clansman non avviene perché il tuo caro ex governo quando ha fatto la legge ha organizzato qualche rimpatrio, a mio parere giusto, con qualche aereo da dare in pasto all’opinione pubblica salvo poi riprendere la solita solfa del foglio di via obbligatorio, assolutamente inutile…. Pensa che c’è gente che da ancora la colpa a pannella di questo….

    Rispondi

  • franco

    15 Marzo @ 00.27

    E PACO E AX DOVE ERANO.....A FARE IL PIENO DI BENZINA???

    Rispondi

  • NONNO VIGILE

    14 Marzo @ 19.01

    Dei miei amici, di torino invidiavano Parna per la sua tranquillità, ora forse per delinguenza ha superato la citta della MOLE................CONtiniamo ad lasciarli liberi

    Rispondi

  • parmense doc

    14 Marzo @ 17.03

    tanto domani è fuori dopo il solito patteggiamento...adesso aspetto la difesa della Signora Torri, che però è impegnata oggi con altri extra....allego la lettera mandata al ministro dell'interno, ci cui aspetto la risposta.. Egregio Ministro dell’Interno Salve, le scrivo per illustrare il degrado in cui versa la città dove risiedo, ossia Parma. L’ex oasi felice vive un drammatico aumento dei reati, le cui cause a mio parere sono date dall’aumento degli immigrati clandestini (che, cronaca alla mano, compiono circa il 90% dei reati di strada) e da un atteggiamento assolutamente tollerante da parte della magistratura locale. Da un lato sono aumentati i furti nei negozi e negli appartamenti i cui responsabili sono spesso criminali dell’est che provengono anche da altre città vicine. Dall’altro lato esiste un centro storico che in alcune zone è totalmente nella mani della criminalità nordafricana. A fronte di questo aumento la magistratura non applica in modo severo il codice penale. Un esempio classico: qualche giorno fa hanno arrestato 3 nordafricani pluripregiudicati, di cui uno di questi a soli 25 anni aveva ben 30 precedenti penali, per droga, risse, rapine ect…Il modus operandi della magistratura è sempre lo stesso: 1) custodia cautelare breve dopo l’arresto; 2) processo per direttissima ; 3) patteggiamento con pena sempre inferiore ai 3 anni e uscita immediata dal carcere con mancata espulsione dei soggetti clandestini e pregiudicati. Pur non essendo un giurista non riesco a capire come la sospensione condizionale della pena avvenga anche per soggetti pregiudicati e non solo una volta! Inoltre non capisco perché nessuno viene mai espulso, pur essendo previsto dalla legge, vista la presenza in regione di due centri d’espulsione. Questi soggetti, che non sono piccoli delinquenti, ne sono coscienti, e il giorno dopo la scarcerazione tornano subito a spacciare droga negli stessi posti. Mi chiedo come si possa andare avanti così, perché è logico che in pochi anni il numero di delinquenti aumenterà sempre di più. Quali sono i rimedi? Si può sapere perché nessuno organizza delle retate ( tutta la cittadinanza sa in quali parchi spacciano e quanti sono)? I mezzi sono pochi, però per le partite di calcio si vedono molti blindati e poliziotti in giro..allora qualcosa forse non funziona . Confidando in una risposta la ringrazio anticipatamente.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

TUTTAPARMA

Le «sóri caplón'ni», angeli in corsia

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

COMUNE

Guerra: «Capitale della cultura, ecco perché possiamo farcela»

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro