Parma

Emergenze sanitarie? Non c'è solo il pronto soccorso

Emergenze sanitarie? Non c'è solo il pronto soccorso
Ricevi gratis le news
8

Margherita Portelli


Ausl e Azienda ospedaliero-universitaria fanno squadra per «raccontare» ai cittadini i servizi di emergenza-urgenza a loro disposizione.
 Che fare quando un problema di salute improvviso ci coglie? Rivolgersi al servizio più indicato per il tipo e l’intensità del disturbo è più importante di quello che si crede, non solo per ottenere una risposta migliore alle proprie necessità di diagnosi e cura, ma anche affinché i servizi sanitari presenti sul territorio funzionino al meglio.

Circa il 15-20% degli accessi registrati in un anno al nostro pronto soccorso (stima indicativa), ad esempio, avrebbero potuto essere tranquillamente presi in carico dagli altri servizi a disposizione del cittadino: il medico di famiglia, la guardia medica, il punto bianco.
Proprio in prospettiva di una diffusione della conoscenza di questi quattro servizi, ieri Ausl e ospedale hanno presentato il progetto della campagna informativa «Emergenza-urgenza, come e quando usare correttamente i servizi», per «formare» cittadini più consapevoli e competenti, in grado di rispondere ai propri bisogni di assistenza rivolgendosi alla struttura più adeguata.
 «Nella maggioranza dei casi la figura alla quale è bene rivolgersi in prima istanza è quella del medico di base, in grado di indirizzare il paziente al luogo di cura più idoneo - ha commentato Ettore Brianti, direttore sanitario Ausl Parma -; per servizi di assistenza urgenti ma non gravi per i quali non si può aspettare l’apertura dell’ambulatorio del medico, ci sono la Guardia medica (22 sul territorio provinciale) e il Punto bianco».

L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Francesco

    06 Aprile @ 12.05

    Allora , il "Medico di Famiglia" può ricevere, di norma, su appuntamento , ma la "convenzione" che ha col Servizio Sanitario Pubblico specifica "FATTI SALVI I CASI D' URGENZA" , perciò, IN CASO D' URGENZA , IL "MEDICO DI FAMIGLIA" DEVE RICEVERE ANCHE SENZA APPUNTAMENTO. NON C' E', DUNQUE , NESSUNA RAGIONE di andare ad abusare del Pronto Soccorso dell' Ospedale con questo pretesto. Naturalmente, bisogna che l' "urgenza" sia veramente tale , perché, se tutti vogliono farsi passare per "urgenti" , poi non è più urgente nessuno. Il "Medico di Famiglia" . E' TENUTO, PER CONVENZIONE , AD EFFETTUARE LA VISITA A DOMICILIO DEI PAZIENTI "NON TRASPORTABILI" , senza nessun pagamento aggiuntivo. La visita dev' essere effettuata , di norma, in giornata per le chiamate che pervengono entro le 10 del mattino , ed entro le 12 del giorno seguente per quelle che arrivano dopo. LA CHIAMATA URGENTE "RECEPITA" DEV' ESSERE SODDISFATTA "NEL PIU' BREVE TEMPO POSSIBILE" . Se , poi, ci mettiamo a discutere cosa significa "recepita" e cosa significa "nel più breve tempo possibile", dopodomani, Santa Pasqua, siamo ancora qua.............. Nei giorni e nelle ore in cui il "Medico di Base" è "fuori servizio" viene sostituito dalla Guardia Medica. E' VERO CHE , IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE, NON HA OBBLIGO DI REPERIBILITA'. Negli ambulatori in cui operano diversi Medici "in gruppo" tutti i Sanitari del gruppo possono assistere, in caso d' urgenza, anche gli iscritti dei Colleghi. Si punta molto su queste Strutture, che si vorrebbero aperte non solo tutto il giorno, ma, in futuro , addirittura anche di Festa e di notte ! SIGNORA ALESSANDRA , può darsi che il tono usato dalla Guardia Medica nei suoi confronti sia stato presuntuoso e scortese , tuttavia E' SACROSANTO CHE IL MEDICO DEBBA PRESCRIVERE IL FARMACO CHE RITIENE INDICATO . NESSUN MEDICO E' TENUTO A RILASCIARE RICETTE SOTTO DETTATURA DEL PAZIENTE ! Ci mancherebbe altro ! Di solito gli ammalati si lamentano perché i Medici non li visitano, Lei si lamenta perché l' ha visitata ! Questo per dire quant' è vario il Mondo ! Ha fatto bene anche a raccogliere l' anamnesi, perché, se la sua "cistite" continua a ripetersi, una ragione ci sarà. Il "farmaco monodose" di cui Lei parla è un antibiotico , e, se Lei è stata costretta ad usarlo "tante volte" , significa che il suo problema non è risolto "alla radice" , a parte il fatto che , proprio per averlo usato "tante volte" , l' agente patogeno che provoca il suo disturbo potrebbe aver sviluppato resistenza. COMUNQUE , LIMITARE IL DILAGANTE ABUSO ED USO IMPROPRIO DEL PRONTO SOCCORSO DELL' OSPEDALE per questioni che non sono d' Emergenza, e, perciò, non gli competono , E' NELL' INTERESSE DI TUTTI , PERCHE' IL SOVRACCARICO, SEMPRE PIU' GRAVE, a parte che allungare le attese e favorire talvolta comportamenti un pò "scostanti" da parte di qualche Operatore, FACILITA GLI ERRORI.

    Rispondi

  • Maurizio

    05 Aprile @ 21.19

    Il medico di famiglia riceve per appuntamento in ambulatorio, Non esiste la sua reperibilità e non è disponibile per un'eventuale urgenza fuori dal suo orario di ambulatorio. Questo detto da un comune mutuato. Oggi siamo tutti computer dipendenti ed il paziente è solo un numero, a cui fare ricette, o da ricoverare quando arriva la guardia medica! E ciò alla faccia di quello che paghiamo per il SSN. Ottimo !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

  • giusva

    05 Aprile @ 17.13

    Provi il Direttore Brianti a chiedere una visita domiciliare, qualificandosi come un Mario Rossi qualsiasi. Poi vede cosa gli viene risposto....

    Rispondi

  • bibi

    05 Aprile @ 15.26

    Fanno bene a dire di rivolgersi al medico di base, ma il mio medico, ad esempio, riceve solo su appuntamento. Per avere un appuntamento occorre almeno una settimana. Molti medici adesso fanno così. La gente non va al pronto soccorso per fare un giro.

    Rispondi

  • Geronimo

    05 Aprile @ 15.17

    Alessandra, io sono di Traversetolo e in tutto mi sono trovato male, non so se non siano aggiornati o non vogliano lavorare ma ho fatto due visite mediche prenotate e il dottore è arrivato con mezz’ora di ritardo (prenoto il primo orario disponibile per motivi lavorativi), ho dovuto rinnovare il medico per una persona non residente visto che era scaduto ma si sono rifiutati di assegnare un medico di famiglia a mio nonno, hanno risposto che la legge vieta loro di farlo, un non residente secondo i “bravi” operatori di traversetolo, se vuole avere un medico deve stare male e poi recarsi con una dichiarazione del medico della zona di residenza che attesta che la persona sta male…. Grazie a loro permesso di lavoro e mezza mattinata persa in via pintor per farlo dove non ho avuto nessun tipo di problemi. LUCA: gli extra sono tanti che vengono mandati al punto bianco o non ricordo come si chiama ma sono, se la gazzetta mi passa il termine, dei pirla perché ci vanno anche per un mal di testa e naturalmente gli tocca pagare. Non è vero che hanno tutto gratis, sono balle, prova te ad andare al pronto soccorso per nulla, ti fanno pagare e se non paghi arriva equitalia a pignorarti parte dello stipendio

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé

STATI UNITI

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé Foto

La Royal Mail ha preparato i francobolli dedicati al Trono di spade

filatelia

Royal Mail, francobolli dedicati al Trono di spade

Rotonde, piste ciclabili ma non solo:

GAZZAFUN

Rotonde, piste ciclabili ma non solo: ecco i quiz per la patente

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopriamo le 9 donne dell'isola: Eva Henger

L'INDISCRETO

Scopriamo le 9 donne dell'isola

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

Emergenza

Maleducazione, inciviltà e bullismo: quei ragazzini che invadono il centro

10commenti

BOLOGNA

Grano duro, firmato l'accordo fra Barilla e i produttori: 120mila tonnellate in Emilia-Romagna

1commento

nel pomeriggio

Momenti di paura e tensione in via Duca Alessandro Video

anteprima gazzetta

Inchiesta sulle nomine al Maggiore, il punto della situazione Video

ragazzola

Più controlli sul ponte Verdi, ma c'è chi chiede l'intervento della magistratura Video

CARABINIERI

Furti a Monticelli e nel Reggiano: due arrestati, sequestrata una pistola

I due stranieri sono accusati di numerosi furti e di ricettazione 

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

GUIDA

Gambero Rosso dà i voti alle gelaterie: vince l'Emilia-Romagna, anche grazie a Parma

"Tre coni" anche a Ciacco e Sanelli di Salsomaggiore. A Treviso il cioccolato migliore

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

gazzareporter

Piazzale Buonarroti, un salotto o una discarica?

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

INTERVISTA

Il prefetto: "Migranti, a Parma numeri destinati a calare" Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani tra i candidati supplenti. Capofila in Toscana 2 un giovane universitario della Scuola europea di Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Un anno di Trump, il presidente che divide

di Marco Magnani

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Abusivo caricava ragazze davanti alle disco e le violentava Il video che lo incastra

orrore a BANGKOK

Italiano ucciso e bruciato in Thailandia, caccia alla ex e all'amante

SPORT

Norvegia

Stella della pallamano: “Colleghi hanno diffuso mie foto intime”

lutto

Addio a Franco Costa, volto mitico di 90° minuto. Celebri le interviste all'avvocato Agnelli

SOCIETA'

hi tech

L'iPhone X vende poco, Apple potrebbe "pensionarlo"

hi tech

Amazon apre supermercato 4.0: è senza casse

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

RESTYLING

La Mini rifà il trucco a 3porte, 5porte e cabrio Video