-1°

Parma

Picchiava e insultava la moglie: condannato marocchino. Ma lui ora vive all'estero

Picchiava e insultava la moglie: condannato marocchino. Ma lui ora vive all'estero
Ricevi gratis le news
24

Picchiava e insultava la moglie, arrivata dal Marocco poco prima di partorire. Quando il bimbo è nato, i soprusi sono continuati. Fino a quando la donna ha denunciato il marito, un marocchino che oggi è stato condannato a 10 mesi dai giudici parmigiani. L'uomo però non andrà in carcere perché nel 2009 è tornato in Marocco, lasciando la moglie e il figlio a Parma. Altri dettagli sono nel servizio del TgParma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Nicola

    12 Aprile @ 16.54

    @LARA: visto il tuo commento e il tuo grido di aiuto, confidiamo che la redazione della gazzetta di parma possa con i loro mezzi e conoscenze all'interno delle forze dell'ordine, fare chiarezza su una situazione insostenibile, sia per te, che per la tua amica. visto che i servizi sociali non vogliono fare nulla, speriamo in qualche anima pia, che ha a disposizione i mezzi e gli strumenti per darti una mano.

    Rispondi

  • traveller73pr

    12 Aprile @ 16.50

    ...a me spaventano i commenti puntuali di chi - di fronte al continuo ripetersi di fatti come questo - si presenta qui solo per gridare al razzismo, al fascismo, al nazismo, spessissimo senza nemmeno una parola per le vittime.....e sapete perchè mi spaventano? ..perchè sarà proprio anche grazie a loro se un indomani quel fascismo e quel razzismo torneranno belli istituzionalizzati e democraticamente eletti, frutto di una maggiornza silenziosa esaperata da questo "multiculturalismo" malgestito e fallimentare.

    Rispondi

  • Maurizio

    12 Aprile @ 16.38

    Lara non ho motivo per dubitare di quello che scrivi anzi per quanto riguarda i servizi sociali ti devo purtroppo dar ragione, io per fortuna non ho mai avuto bisogno di loro ma amici purtroppo si e purtroppo le cose si tirano per le lunghe visto che a parte una minoranza di assistenti sociali assunta a tempo indeterminato gli altri sono con contratti a termine quindi se io termino il lavoro sono disoccupato, meglio non decidere, tirare per le lunghe i casi da esaminare, tanto chissenefrega, non sono mica loro a pagare gli avvocati per le cause e poi tanto se un benestante (caso successo ad un mio amico, autore per attirare l’attenzione di varie proteste in prefettura e intervistato da tv parma) diventa povero pagano tutti gli italiani visto che l’avvocato viene pagato dallo stato. Comunque lasciando perdere il mio sfogo, se nessuno fa nulla e nessuno può far nulla non possiamo lamentarci e magari accusare le forze dell’ordine per il mancato intervento, forze dell’ordine ricordiamoci che prendono poco economicamente rispetto al rischio, pensate poi a come si posso sentire quando arrestano uno e dopo pochi giorni se lo ritrovano libero per strada.

    Rispondi

  • katiatorri

    12 Aprile @ 16.21

    purtroppo questo è solo l'ennesimo caso di violenza sulle donne e purtroppo la violenza domestica come lo stalking sono ancora crimini molto,troppo sottovalutati che possono però giungere all'omicidio. Lara ha ragione,uno dei punti deboli delle varie leggi è propro la necessità della querela di parte quando si sa benissimo che spesso la parte interessata,la vittima non ha la forza di querelare o per paura o perchè totalmente assoggettata all'aguzzino. forse sarebbe il caso di raccogliere le varie segnalazioni e poter intervenire per lo meno per monitorare i vari casi prima che accada l'irreparabile. non di meno,purtroppo,c'è ancora una grande battaglia culturale da vincere ossia quella per la dignità femminile,la donna è vista,e praticamete in tutte le culture,come un contenitore per figli o oggetto ad uso e consumo degli uomini,vera parte rilevante della società,questo,di per se è già un attaggemento violento che si può cambiare solo con un'educazione diversa

    Rispondi

  • Matteo

    12 Aprile @ 16.09

    Lara, convinci la tua amica che avrà tutto da guadagnarci a denunciare questo animale. Se proseguiamo nel silenzio e nella paura non faremo altro che il loro gioco. Condivido la tua sfiducia nelle nostre istituzioni perchè non garantiscono mai la certezza di un risultato positivo e/o soddisfacente per la parte (decisamente) lesa, ma al momento è l'unica arma che ci venga concessa. Io vorrei poterti consigliare di presentarti a casa sua con 4 amici di stazza medio-grande che si fermassero anche a cena per fare due chiacchiere, ma purtroppo non posso, quindi non lo faccio. In bocca al lupo.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

IL CASO

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

I «casi» di via Abbeveratoia, via Zarotto e via Montebello

1commento

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

Economia

Tecnologia sotto l'albero a Natale, il gadget è "low-cost"

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5